ISRAELE PALESTINA SOLUZIONE FINALE

La schiavitù? Maometto la approva!

salafiti SHARIAH e farisei ILLUMINATI MASSONI hanno voluto tutto questo male nel mondo!

 http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/europa/2014/11/17/oltre-36-milioni-di-schiavi-nel-mondo_c4076d33-3261-4d88-849f-6560afc018f9.html
Benjamin Netanyahu -- e perché, qualcuno potrebbe dire: "è il Regno di Dio!" se, poi, questo Regno, non avesse anche gli strumenti coercitivi per imporre la sua legge?
INFATTI, quasi TUTTO QUELLO CHE è NEL MONDO è VANITà!
mentre, in Dio noi abbiamo l'ETERNITà!
CERTO, IO REPPRESENTO IL REGNO DI DIO: in forma politica e terrena, ed ecco perché, DIO NOSTRO JHWH, mi ha promesso la vittoria su tutti i nostri nemici!
Ora, noi non siamo un popolo su bAse religiosa o etnica! PERCé NOI SIAMO L'UNIVERSALE DELLA FAMIGLIA UMANA!
LE Farc. IN COLOMBIA, SONO I SUOI SERVIZI SEGRETI, PIù SEGRETI! COSI, è ANCHE, COME CON: LA GALASSIA JIHADISTA SHARIAH SONO, SEMPRE I SERVIZI SEGRETI PIù SEGRETI, DELLA LEGA ARABA SHARIAH, IN QUESTO MODO, SE QUALCUNO ALZA TROPPO LA TESTA, CONTRO, I POTERI OCCULTI ESOTERICI E MASSONICI, ERDOGAN E SAUDI ARABIA: LO FANNO SPARIRE!
BOGOTA', 17 NOV - Un generale dell'esercito colombiano è stato rapito nell'ovest del Paese, probabilmente dai guerriglieri delle Farc. Lo ha annunciato il presidente Juan Manuel Santos. "Esigiamo che i rapitori (tutto indica che si tratti delle Farc) lo liberino al più presto, sano e salvo", ha postato su Twitter.
http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/americalatina/2014/11/17/colombia-rapito-generale-dellesercito_8cab65f7-6d92-4bce-879b-b715c7d9280f.html
Iran News - Latest Updates and Breaking News from Iran | اخبار ايران
Iran: Khamenei steals and usurps PMOI (MEK) members property
 Monday, 17 November 2014 16:49
NCRI - A special court in Iran whose role is bolstering the network of companies controlled by the regime's supreme leader Ali Khamenei has ordered the property of two sisters, one killed and one alive and both members of the People's Mojahedin Organization of Iran (PMOI/MEK), to be confiscated and added to the land and other assets seized en masse from members of the opposition.
The verdict issued by Mazandaran Province branch of 'Special Court of Article 49 of the Constitution', and published in the state-run daily Jomhouri Eslami on October 14, 2014, orders the wealth of Ms Kolsoum and Ms Tavouss Serahatei to be confiscated and transferred to Ali Khamenei's economic fund, known as Setad or 'The Headquarters', and also by its official name 'The Execution of Imam Khomeini's Order (EIKO)'.
Read more...
Iranian regime terrorists in Iraq boast of inflicting 5,000 American casualties
 Monday, 17 November 2014 13:28
The Iranian regime's proxy group in Iraq Asaib al-Haq terror group has boasted of carrying out 5,000 military attacks against US and coalition forces in Iraq between 2004 and 2001.
They also bragged that 73 per cent of casualties of US forces in Iraq were the responsibility of their Iraq-based paramilitary organisation.
Read more...
UAE blacklists Iranian-backed Iraqi terror groups
 Monday, 17 November 2014 13:07
The United Arab Emirates has blacklisted 83 organisations as terrorists under a new law which will impose death sentences and fines of $27 million for any group it believes is attempting 'destabilize the Arab world'.
The list, published by the country's state-run WAM news agency, includes the Iraq-based Badr organisation, Asaib al-Haq, as well as Al-Qaeda-linked groups operating in different parts of the region.
Read more...
Iran still seeking nuclear bomb technology as talks with West continue
 Monday, 17 November 2014 12:53
The Iranian regime has been 'criminally' seeking components for its nuclear program in Germany even as talks with the West about halting the regime's nuclear activities continue, German customs have revealed.

The German custom's criminal investigation unit (CCC) says Iran sought technology that could be used in the production of nuclear, biological and chemical weapons and missile systems, German daily Der Tagesspiegel reported.
Read more... http://www.ncr-iran.org/en/
Iranian regime forces attack mourners with tear gas in Mashhad
 Sunday,16 November 2014 17:34
NCRI – The Iranian regime's State Security Forces (police) used tear gas to attack a crowd of mourners that had gathered after the death of a pop singer in the city of Mashhad.
A state-run news agency said: "Residents of Mashhad have not been able to attend any concert in the city and if they want to participate in a concert they should travel to other cities. However the residents of the city held a memorial for a pop singer to show that the restrictions imposed upon them have not had any result.
Read more... http://www.ncr-iran.org/en/
Iraqi agents of Hadi al-Ameri and Faleh al-Fayad steal Camp Ashraf properties
 Sunday, 16 November 2014 12:25
Agents of Iraq's National Security organ headed by Faleh al-Fayad and the Badr Organization of Hadi al-Ameri looted and stole property from Camp Ashraf belonging to the Iranian dissidents in Camp Liberty
Iraqi agents used 50 flatbed trucks to carry out the stolen goods that include vehicles and loot from 10 large warehouses in recent weeks.
On September 5, 2013 a joint plan between UNAMI and the U.S. Embassy in Iraq for the evacuation of Camp Ashraf when the last group of residents left Ashraf based on this plan stipulates that the Government of Iraq "shall safeguard and guarantee all Ashraf property".
NCRI - In July, Nouri al-Maliki handed over Camp Ashraf to the Commander of the terrorists Badr Organization Hadi al-Ameri to use the camp for assembling the terrorist militias affiliated with the Iranian regime.
Read more... http://www.ncr-iran.org/en/
ISIS video claims beheading of US aid worker
 Sunday, 16 November 2014 11:25
A new graphic video by the Islamic State group claims that U.S. aid worker Peter Kassig has been beheaded. Kassig, 26, was captured last year while helping provide medical aid to Syrians.
Friends and family have made several pleas in recent weeks, begging ISIS to spare Kassig's life.
Read more... http://www.ncr-iran.org/en/
Iran: Call to save life of political prisoner Ali Moezzi
 Sunday, 16 November 2014 00:12
NCRI - Recently, the henchmen of the anti-human regime of the mullahs suddenly transferred political prisoner Mr. Ali Moezzi, who has just a few months of his sentence remaining and about to be released, from the Gohardasht Prison in Karaj to the solitary cells of ward 209 of the infamous Evin Prison and placed him under heinous pressures. The regime's intelligence henchmen have told Mr. Moezzi on numerous occasions that they will ultimately "torment you to death and finish you off" in prison and that he would not leave the prison alive. The tormenting to death and the murdering of political prisoners is a well-known and usual method employed by the clerical regime. Henchmen refuse to respond to Mr. Moezzi's family who are worried about his life. His brother Mohammad Moezzi was executed in 1981 because of his support for the People's Mojahedin Organization of Iran (PMOI/MEK).
Read more... http://www.ncr-iran.org/en/
Iranian regime threatens West with intensifying enrichment if sanctions not removed
 Saturday, 15 November 2014 22:36
NCRI - A senior Iranian lawmaker who is considered to be a confidant of the Supreme Leader Ali Khamenei is threatening the West by saying that the clerical regime will "revive and speed up nuclear activities, including enrichment" if all sanctions are not removed under a final deal.
Mohammad Hassan Asafari, a member of the parliament's National Security and Foreign Policy Commission said if sanctions are not removed "Iran will expedite its nuclear program", state-run Fars News Agency reported.
Read more...
Six more hanged in Iran as regime execution rate soars
 Saturday, 15 November 2014 15:38
NCRI - Six more prisoners were hanged in Iran on November 13 as the execution rate soars under so-called 'moderate' Hassan Rouhani.
Two men named as Vahid Shahbakhsh and Mahmoud Shahbakhsh were hanged in the main prison in the city of Zahedan, south-eastern Iran.
Ucraina: verso sanzione Ue a separatisti, infatti, I SEPRATISTI HANNO COMMESSO IL CRIMINE DI NON VOLERE ESSERE GENDER ANTICRISTO E MASSONI!.. E COME, SE NON BASTASSE? HANNO SCELTO, DI NON VOTARE IN FAVORE DEL REGINE NAZI BILDENBERG EUROPA: ROTHSCHILD la USUROCRAZIA!
Putin: I miliziani non hanno voluto lasciare i villaggi per paura per i propri cari.
Gli accordi di Minsk non vengono rispettati in pieno, ha detto Vladimir Putin. Secondo lui, l'accordo raggiunto a Minsk è diventato possibile solo grazie alla Federazione Russa, coinvolta attivamente in questo lavoro, che ha lavorato con i miliziani del Donbass per assicurarsi che rispettassero gli accordi.
Putin ha anche detto che i miliziani non hanno lasciato diversi insediamenti a causa dei timori per i loro cari, perché nel momento in cui se ne andassero, giungerebbero i battaglioni nazionalisti e verrebbero tutti uccisi.
 http://italian.ruvr.ru/news/2014_11_17/Putin-I-miliziani-non-hanno-voluto-lasciare-i-villaggi-per-paura-per-i-propri-cari-5387/
farisei talmud massoni, e salafiti islamici shariah califfato: due imperialismi contrapposti oggi alleati per convenienza, hanno posto in essere tutto questo odio! Fate presto o il genere umano potrebbe non sopavvivere!
http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/mediooriente/2014/11/17/scontri-per-palestinese-impiccato_7f6f048a-cfe8-484b-a49a-d9f334483b6f.html
CARO, Benjamin Netanyahu, GUARDATI, DA TUTTI I SATANISTI FARISEI MASSONI SALAFITI OTTOMANI! ] OBAMA SI DOVREBBE VERGOGNARE, DI ANDARE IN GIRO, PER IL MONDO, A FARE IL MORALISTA.. SI, è VERO: IO LO SO, HANNO ABOLITO I SIMBOLI CRISTIANI, hanno rubato la sovranità monetaria dei popoli, ED HANNO INTRODOTTO: LE LEZIONI DI STREGONERIA: E LE LEZIONI GENDER: per educare alla perversione sessuale anale: distorgendo il prgetto della legge natura: hanno profanato la virtù! tutto questo hanno fatto, ANCHE NELLE SCUOLE.. e non c'è NESSUNO, NEL MONDO intero, che, HA IL MINIMO DUBBIO, CHE, I VERI SATANISTI Kerry 322 Bush LaVey Fmi Rothschild, Nwo, sono COLORO, CHE, HaNNO IL POTERE, reale, NEGLI USA! 322 Usa 666: studio shock, record bimbi senzatetto... Povertà infantile cresciuta dell'8% nel 2013, 17 novembre 2014, Family Homelessness..
è INDISPENSABILE, IMPARTIRE SANZIONI, BOICOTTAGGIO, ED ESPLUSIONE DELLE AMBASCIATE USA, DA PATE DI TUTTI I PAESI DEL MONDO: contrariamente? la guerra mondiale nucleare diventerà una persona che busserà alla tua porta, ed a lei tu dovai lasciare la tua vita!!
( http://www.ansa.it/webimages/img_457x/2014/11/17/5ed14acd8e075bf6c08eb75e470fe616.jpg ) - NEW YORK, 17 NOV - Un bambino su trenta negli Stati Uniti è senzatetto. L'allarme è stato lanciato dal National Center on Family Homelessness, che oggi ha reso noti i risultati di uno studio shock - 'America's Youngest Outcasts' - secondo cui nel 2013 due milioni e mezzo di bambini americani non ha una casa. La povertà infantile è cresciuta dell'8% negli Usa dal 2012 al 2013, con la California maglia nera per numero di bambini senza tetto. http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/nordamerica/2014/11/17/usastudio-shockrecord-bimbi-senzatetto_5bfeb961-414b-4beb-9a5c-a291042eab58.html
LA DISTRUZIONE DELLE RADICI EBRAICO CRISTIANE? è UN FATTO COMPIUTO! MA, DI QUESTO LE ALTE GERARCHIE ECCLESIASTICHE NON SEMBRANO ECCESSIVAMENTE DOLENTI.. ED IL POPOLO CRISTIANO è NARCOTIZZATO! massoni bildenberg, di fatto hanno reso illegale, il cristianesimo: ed ormai, nella nostra società, noi siamo alla cristianofobia! ORMAI, GLI aTEI GENDER, CHE, HANNO IL CONTROLLO DEL POTERE, DEVONO MISURARSI, CON QUESTA MINACCIA ISLAMICA? NO! SONO LORO LA MINACCIA ISLAMICA: PERCHé, I FARISEI HANNO GIURATO UN ODIO ETERNO CONTRO, GESù DI BETLEMME: "TUTTO è PER LUI, O, TUTTO è CONTRO DI LUI!" COSì VA IL MONDO, PERCHé, IL MONDO ODIA L'AMORE! ed anche una fetta di Chiesa, Clericale, odia l'AMORE, e vive il potere, in un consociativismo massonico di eresia modernista! ] Isis, un francese tra i boia, Maxime Hauchard, 22 anni, nato in Normandia e convertito a Islam.
http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/mediooriente/2014/11/17/isis-un-francese-tra-i-boia_e1a75d96-0e0a-40ff-85e6-00b48d1c72b6.html
========================
Freedom for Asia Bibi! Caro Ambasciatore Richard Olson:
Come Lei sa la Corte d'Appello di Lahore ha confermato la condanna a morte per Asia Bibi.
Il processo si è svolto, con la presenza intimidatoria di 20 autorità religiose islamiche, infrangendo così l'indipendenza, e l'obiettività giudiziarie necessarie.
 Ovviamente, la famiglia ha annunciato che impugnerà la sentenza alla Corte Suprema. Ma dopo la pressione islamista sulla magistratura penso che una azione diplomatica sia necessaria.
 L' Occidente non può guardare dall'altra parte mentre l'ingiustizia e la barbarie si consolidano. E' una nostra responsabilità. E Lei potrebbe fare qualcosa.
Le chiedo di adoperarsi a favore della libertà e della vita di Asia Bibi, in nome della giustizia e della dignità umana.
Cordialmente http://citizengo.org/it/12626-ultimo-appello-asia-bibi?tc=fb
CARTONIADI - Premi solo per alcune scuole primarie. Ancora discriminazioni fra cittadini
Per tutto il mese di novembre, i cittadini di Milano, divisi nelle nove zone, sono chiamati a "sfidarsi" nella raccolta differenziata di carta e cartone. Le CARTONIADI promosse dal Comune, dal consorzio Comieco e da Amsa, saranno vinte dalle zone che avranno maggiormente migliorato la percentuale di raccolta rispetto ad ottobre.
4.448 firme · by Monica Barbarossa
Firmate questa petizione
pakistan_arsi_vivi.jpg
Ancora una coppia di cristiani massacrati in Pakistan. Quando finirà questa barbarie?
Ancora false accuse di blasfemia contro due giovani cristiani! Ancora in Pakistan, ancora nel distretto di Lahore.
Questa volta però l'epilogo drammatico e crudele è stato immediato.
21.576 firme · by Associazione Lu...
Firmate questa petizione
193448170-200f7c86-a453-4ac2-b760-e17e099929bf.jpg
Finte "nozze" gay a Roma
Negli scorsi giorni il sindaco di Roma Ignazio Marino ha "celebrato" alcuni matrimoni tra persone dello stesso sesso. Si tratta di un atto non conforme alla legge italiana e di un'iniziativa assolutamente propagandistica, che serve solo a pubblicizzare la figura del sindaco di fronte all'opinione pubblica e a nascondere i molti problemi concreti che i romani affrontano ogni giorno e che la giunta non è in grado di risolvere.
896 firme · by La Manif Pour T...
Firmate questa petizione
Freedom for Asia [ITL sub]
Ultimo appello per Asia Bibi
Dopo cinque rinvii questo giovedì, 16 ottobre, ha avuto luogo il processo ad Asia Bibi presso la Corte di Appello di Lahore (Pakistan).
Come riportato dagli avvocati di Asia Bibi, al momento delle arringhe della difesa e dell'accusa diversi sacerdoti islamici si sono presentati in aula.
247.774 firme · by Matteo Cattaneo
Firmate questa petizione
iran_libertad_religiosa.jpg
Altri 3 cristiani condannati a morte in Iran
Tre cristiani sono stati condannati a morte in Iran a causa della propria fede. La situazione nel Paese è peggiore rispetto ai tempi del presidente Ahmadinejad. Chiedi un intervento da parte delle Nazioni Unite e della Lega Araba.
84.295 firme · by Matteo Cattaneo
FirMate questa petizione
coppia_gay.jpg
No ai matrimoni e alle adozioni gay
Nei prossimi mesi, secondo le intenzioni del Presidente del Consiglio Matteo Renzi, in parlamento sarà presentata ed approvata una legge sulle civil partnership, ovvero sulle unioni civili tra persone dello stesso sesso. L'idea di fondo è quella di introdurre il matrimonio gay senza chiamarlo con questo nome.
51.995 firme · by CitizenGO
Firmate questa petizione
surrogacy.jpg
Eterologa: prima i diritti del nascituro
Dopo la sentenza della Corte Costituzionale dello scorso 9 aprile 2014, in Italia non è in vigore nessuna legislazione in tema di fecondazione eterologa. La deregolamentazine selvaggia in questo contesto rende teoricamente possibili situazioni inquietanti, come la compravendita di gameti, la maternità surrogata, la selezione di caratteri somatici del nascituro.
 http://citizengo.org/
16.677 firme · by CitizenGO
Firmate questa petizione
talk-about-sex.jpg
Masturbazione e "gioco del dottore" per bambini dai 4 annI
Le linee guida in materia di educazione sessuale "Standard for Sexual Education in Europe", divulgato dall'Organizzazione Mondiale della Sanità, contengono indicazioni allrmanti per quanto riguarda la tutela dei diritti dei bambini. Il documento propone una concezione semplicistica, materialistica e ideologica della sessualità umana e ne dimentica la complessità relazionale ed etica. Per questo chiediamo alla dottoressa Margaret Chan, direttore dell'OMS, di ritirarlo immediatamente.
103.365 firme · by Matteo Cattaneo
Firmate questa petizione
Appello di Paola Bonzi - Centro di Aiuto alla Vita Mangiagalli
Sostegno al Centro di Aiuto alla Vita Mangiagalli
Sono Paola Bonzi. Ho fondato il Centro di Aiuto alla Vita Mangiagalli 30 anni fai. In questo periodo, abbiamo permesso a più di 17.000 mamme di portare a termine la propria gravidanza, rinunciando all'aborto, e di far nascere il proprio bambino.
Ora l'attività del CAV è a rischio. I fondi stanziati dalle istituzioni pubbliche non sono sufficienti a permetterci di proseguire con il nostro lavoro.
18.509 firme · by Paola Bonzi http://citizengo.org/
=======================================
Masturbazione e "gioco del dottore" per bambini dai 4 anni. talk-about-sex.jpg 103.365 persone hanno firmato. Aiutaci a raggiungere l'obiettivo 200.000 firme.
http://citizengo.org/it/443-ritiri-il-documento-standards-sexuality-education-europe
Inviato da Matteo Cattaneo il Sab, 09/13/2014 - 10:14 La sezione europea dell'Organizzazione Mondiale della Sanità ha da poco rilasciato il documento "Standard per l'educazione sessuale in Europa", che intende orientare e dirigere l'insegnamento dell'educazione sessuale per i bambini dai 4 anni. Il testo risulta inadatto e pericoloso per varie ragioni: innanzitutto incoraggia l'introduzione di comportamenti sessuali moralmente discutibili a partire dalla primissima infanzia (ad esempio, propone la masturbazione infantile, la scoperta del corpo proprio e altrui tramite il "gioco del dottore" a 4 anni, l'esplorazione di relazioni tra individui dello stesso sesso" prima dei 6 anni).
In secondo luogo, il documento è interamente orientato alla promozione e alla propagnda dell'ideologia gender, secondo una scelta che non ha nulla di scientifico ma che risponde a evidenti esigenze ideologiche.
Inoltre, il testo è orientato a una concezione semplicistica e materialistica della vita sessuale, subordinando l'esperienza affettiva e relazionale alle nozioni meramente biologiche e anatomiche apprese nella prima infanzia e trascurando la problematicità etica tipica della sfera sessuale come di ogni agire umano.
Da ultimo, come mostrato in questo articolo apparso su ilsussidiario.net, il documento non è stato redatto dall'ufficio europeo dell'OMS nè dalla sede centrale di questa organizzazione, ma in realtà è stato composto da un gruppo ristretto di "specialisti" collegati a enti come il BZgA (associazione tedesca che qualche anno fa ha pubblicato un opuscolo a favore della pedofilia) e l'International Planned Parenthood Federation (la principale lobby abortista).
In conclusione, non solo il documento risulta inaccettabile da un punto di vista contenutistico, ma rappresenta addirittura un tentativo di far passare le teorie e le proposte pratiche proprie di alcuni gruppi di interesse come indicazioni neutrali emesse dall'OMS. Si tratta di un vero e proprio falso, di un testo che arreca sulla copertina il logo dell'Organizzazione Mondiale della Sanità ma che è stato scritto da soggetti autonomi e assolutamente faziosi.
Per queste ragioni, chiediamo alla dottoressa Margaret Chan, direttore dell'Organizzazione Mondiale della Sanità, di ritirare immediatamente il documento in questione.
http://www.notizieprovita.it/notizie-dal-mondo/educazione-sessuale-a-scuola-a-5-anni-la-masturbazione-a-12-il/
http://www.liberoquotidiano.it/news/esteri/1343863/I-corsi-di-masturbazione--per-bimbi-di-quattro-anni.html
NON C'è UN MATRIMONIO, CHE, UNA PERVERSIONE SESSUALE POTREBBE RICEVERE! ] SE, Sarkozy, LAVORERà PER UNA TOTALE SOVRANITà MONETARIA EUROPEA, LUI SALVERà L'EUROPA DALLA FRANTUMAZIONE INEVITABILE.. E LUI LO PUò FARE, QUESTO SALVATAGGIO ESTREMO! NOI NON ABBIAMO UNA RUSSIA DA POTER COMBATTERE, PIù DI COME NOI ABBIAMO DEGLI USA, DA CUI DOVERCI DIFENDERE! [ Sarkozy vuole abrogare legge nozze gay.. Critiche contro ex presidente che ha cambiato posizione.. Critiche in Francia contro l'ultimo siluro dell'ex presidente Nicolas Sarkozy che, in occasione di un comizio sabato scorso, ha cambiato radicalmente posizione affermato di voler abrogare la legge Taubira sul matrimonio gay. Diversi fedelissimi di Sarkozy, tra cui l'ex ministra Nathalie Kosciusko-Morizet, si sono smarcati oggi dalla posizione del loro leader.
http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/europa/2014/11/17/sarkozy-vuole-abrogare-legge-nozze-gay_e0e0aef5-fb68-447f-bcb4-a0a52a22a236.html
presidente Nicolas Sarkozy SE, IO POSSO FARE DEL MALE AGLI ALTRI? CERTO IO POI, POSSO FARE DEL BENE A TE!
Sarkozy vuole abrogare legge nozze gay! http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/europa/2014/11/17/sarkozy-vuole-abrogare-legge-nozze-gay_e0e0aef5-fb68-447f-bcb4-a0a52a22a236.html
soltanto la NATO, si può muovere nei suoi confini, e nei cieli internazionali.. perché, anche gli altri non lo possono fare? hanno fatto imponenti strutture ai confini con la Russia... quindi, secondo loro Russia non ha il diritto di difendersi? o forse credono, di non poter mai diventare, un facile bersaglio? BRUXELLES, 17 NOVembre. "Confermo che abbiamo registrato un aumento dell'attività aerea russa intorno ai confini della Nato. Siamo vigili e preparati. Intercettiamo gli aerei russi quando si avvicinano". Lo ha detto il segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg, secondo il quale i mezzi intercettati quest'anno sono molti di più rispetto all'anno scorso. http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/europa/2014/11/17/nato-aerei-russi-a-confini-ucraina_36f1be0e-ff28-4f49-99c1-917d5bb6c56e.html
MOSCA, 17 NOVembre. i SATANISTI FaRISEI, USA, bildenberg, PERSEGUONO LA DISTRUZIONE DELLA CIVILTà: EBRAICO CRISTIANA, DISTRUZIONE DI ISRAELE: distruzione di Europa, RIPRISTINO IMPERO OTTOMANO! E SI SERVONO DELLA SHARIAH NAZI ONU NUOVI DIRITTI PEDOFILI POliGAMI, SCHIAVISTI, ALLAH AKBAR: MORTE A TUTTI I DHIMMI, alleati: però, soltnato, IN QUESTA FASE, cioè almeno, finché, il Papa non è stato ucciso! POI, ISLAMICI LEGA ARABA shariah, UNA VOLTA DISTRUTTE: CINA E RUSSIA, LORO PENSANO DI VINCERE, I SATANISTI AMERICANI DA SOLI!
FIN DOVE POSSONO spingersi, per ESSERE COGLIONI I MANIACI RELIGIOSI!
 "Se qualcuno, sostiene in modo surrettizio la russofobia, in Ucraina accadrà una catastrofe. perché loro sanno, che, con tre islamici, cecchino, Kalašnikov, e RPG, loro possono conquistare un quartiere!
ma, non sanno che alieni e satanisti, hanno delle città sotterranee e possono distruggere, ogni forma di vita, sulla superficie del pianeta per decenni!
 Sarà una vera catastrofe": é il monito di Vladimir Putin. Il presidente russo ha poi accusato la Nato di aver cambiato in modo rilevante la situazione geopolitica con la doppia espansione a est degli ultimi anni e ha quindi difeso la ripresa delle esercitazioni militari russe nel mondo. Quanto ai voli dei bombardieri strategici, ha notato che gli Usa continuano a fare lo stesso. http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/europa/2014/11/17/putin-guai-a-fomentare-la-russofobia_5909c891-cd66-4aa9-9626-e5e5ec1ca9dc.html
Il Segretario Generale NATO: necessarie le sanzioni economiche contro, la Russia..] [ io sono costernato, a pensare, ai nostri poteri occulti, bancari massonici ed esoterici, che, hanno in questi secoli formato, una nuova classe dirigente, atta, a negare i diritti di Dio nell'uomo! allora, nelle mani di quali massoni satanisti anticristo e farisei bildenberg, sono caduti ostaggio, i popoli europei, per il sistema usurocratico rothschild dei partiti truffa regime signoraggio bancario: usurocrazia
... io conosco la agenda di questi demoni, dalla forma umana!
 Le sanzioni non avranno alcun effetto sulla politica estera della Russia, ha detto Andrei Kelin il rappresentante permanente della Russia all'OSCE.
Secondo Kalin, il 17 novembre a Bruxelles è stata discussa la lista nera dell'UE, poi gli Ambasciatori dei Paesi europei si sono interessati alla efficacia delle sanzioni. "Dal punto di vista dell'influenza sulla politica estera, le sanzioni non funzionano" ha detto l'inviato. "Non è cambiata. Continuerà e, credo, sarà portata a termine." http://italian.ruvr.ru/news/2014_11_17/Mosca-le-sanzioni-non-influenzeranno-la-politica-estera-russa-0319/
 Mosca: le sanzioni non influenzeranno la politica estera russa 20:59
======================
gli USA sono cinici.. spregiudicati, senza nessun rispetto per la dignità della vita umana! [[ NEW YORK, 17 NOV - Un bambino su trenta negli Stati Uniti è senzatetto. L'allarme è stato lanciato dal National Center on Family Homelessness, che oggi ha reso noti i risultati di uno studio shock, 'America's Youngest Outcasts' ]]
Ministero degli Esteri della Finlandia: inappropriate nuove sanzioni contro la Russia. In questo momento è impraticabile l''introduzione di nuove sanzioni UE contro la Russia, ha detto il Ministro degli Esteri finlandese Erkki Tuomioja, prima della riunione dei Ministri degli Esteri Ue a Bruxelles. Egli ritiene che le pressioni sulla Russia per risolvere la crisi in Ucraina non sono sufficienti ed è necessario cercare una soluzione politica del conflitto. In precedenza, il Ministro degli Esteri irlandese Charles Flanagan aveva dichiarato che considerava possibile l'ampliamento delle sanzioni contro persone e società russe a causa della situazione attuale in Ucraina.
 http://italian.ruvr.ru/news/2014_11_18/Ministero-degli-Esteri-della-Finlandia-inappropriate-nuove-sanzioni-contro-la-Russia-6168/
Eu tenho que ter alguma coisa no sangue, em espanhol, Porque, eu entendo sua linguagem facilmente, Eu não escrevo artigos políticos: fácil de entender! Você, como e quando, você me conhece? deve ser muito bonito em Fátima eu lhe conhecie no facebook, Em nenhum lugar do mundo, se sente a presença amorosa de Maria, como em Fátima, na verdade, até mesmo muitos muçulmanos vão lá! in nessun luogo al mondo, si sente la presenza amorosa, di Maria, come a Fatima, infatti, anche molti musulmani vanno li! voce já viu minha foto no meu facebook o que você achou, QUE O ESPÍRITO SANTO ME ILUMINE obrigada foi um prazer conversar com voce obrigado Domenica 7:17, Cantinho FranciscanO 6 novembre Oração de Santa Clara de Assis, Clara, santa cheia de claridade, Irmã de São Francisco de Assis, Intercede pelos teus devotos, Que querem ser puros e transparentes. Teu nome e teu ser, Exalam o perfume das coisas inteiras, E o frescor do que é novo e renovado. Clareia os caminhos tortuosos, Daqueles que se embrenham, Na noite do próprio egoísmo, E nas trevas do isolamento. Clara, irmã de São Francisco, Coloca em nossos corações A paixão pela simplicidade, A sede pela pobreza, A ânsia pela contemplação. Te suplico, Irmã Lua, Que junto ao Sol de Assis, No mesmo céu refulge, Alcança-nos a graça que, Confiantes vos pedimos. Santa Clara, ilumina os passos, Daqueles que buscam a claridade!
Amém! Curta Cantinho Franciscano. www.cantinho-franciscano.blogspot.com.br
Cantinho Franciscano www.cantinho-franciscano.blogspot.com.br
Domenica 22:20, boa noite obrigado por me enviar a oração de São Francisco e Santa Clara de Assis, daughter, you must do: a single step: you must utter a single name: "my Redeemer JHWH" to come to Jesus! so, you'll have, the happyness: and then: you'll never be more tired because, Jesus said: "come unto me, all ye that ye are weary, and tired, and I will give you relief: comfort, consolation! because, I am humble and mild-hearted! "then: you can sperimentare the love and joy of your Creator! figlia, si deve fare: un solo passo: deve pronunciare un nome unico: "il mio Redentore JHWH" di venire a Gesù! così, avrete la felicità: e poi: non sarai mai più stanco perché Gesù disse: "Venite a me, voi tutti che siete affaticati e stanchi, e vi darà sollievo: conforto, consolazione! perché io sono umile e mite di cuore! "allora: è possibile sperimetare l'amore e la gioia del vostro Creatore! fille, vous devez faire : une seule étape : vous devez prononcer un seul nom: « mon Rédempteur JHWH » à venir à Jésus! ainsi, vous aurez, le bonheur : et puis : vous ne serez jamais plus fatigué car, Jésus dit: "Venez à moi, vous tous que vous êtes fatigué et fatigué, et je vous donnerai des secours : réconfort, consolation! parce que, je suis humble et doux de cœur! « puis : vous pouvez sperimetare l'amour et la joie de hija, tienes que hacer: un solo paso: usted debe proferir un solo nombre: "mi Redentor JHWH" venir a Jesús! Entonces, usted tendrá la felicidad: y luego: nunca estarás más cansado, porque Jesús dijo: "Venid a mí todos vosotros, que sois fatigado y cansado y, le dará alivio: comodidad, consuelo! Porque yo soy humilde y suave de corazón! "entonces: usted puede experimentar, el amor y la alegría de su creador. COSTITUZIONE NON PREVEDE CESSIONE DI SOVRANITà MONETARIA, E ASSOCIAZIONI SEGRETE MASSONICHE! VOI STATE TUTTI PER MORIRE! Baltazar Christi ORAÇÃO DE SÃO BENTO A NOS. IRMÃOS E IRMÃS....... A CRUZ SAGRADA SEJA A MINHA LUZ NÃO SEJA O DRAGAÕ MEU GUIA RETIRA TE SATANAS.. E MAU O QUE TU ME OFERECES BEBA TU MESMO DO TEU VENENO.... ROGAI POR NOS BEM AVENTURADO SÃO BENTO PARA QUE SEJAMOS DIGNOS DAS PROMESSAS DE CRISTO... FILHO AMADO DO DIVINO PAI ETERNO..... AMEM.... C. S. P. B. Crux Sancti Patris Benedecti Croce del Santo Padre Benedetto C. S. S. M. L. Crux Sacra Sit Mihi Lux Croce sacra sii la mia Luce N. D. S. M. D. Non draco sit mihi dux Che il dragone non sia il mio duce V. R. S. Vadre Retro satana Allontanati satana! N. S. M. V. Non Suade Mihi Vana Non mi persuaderai di cose vane S. M. Q. L. Sunt Mala Quae Libas Ciò che mi offri è cattivo I.V. B. Ipsa Venena Bibas Bevi tu stesso i tuoi veleni ESORCISMO : (Al segno + ci si fa il segno della croce) + In nomine Patris, et Filii et Spiritui Sancto Croce del Santo Padre Benedetto. Croce Santa sii la mia Luce e non sia mai il dragone mio duce. Va indietro satana! Non mi persuaderai di cose vane. Sono mali le cose che mi offri, bevi tu stesso il tuo veleno. Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo +. Amen! MULHER SANTA, EU PENSEI, QUE VOCÊ EM SUA FÉ? VOCÊ PODERIA AJUDAR MINHA ORAÇÃO NO MUNDO! HOLY WOMAN, I THOUGHT, THAT YOU IN YOUR FAITH? YOU MIGHT HELP MY PRAYER ON THE WORLD! SANTA DONNA, IO HO PENSATO, CHE, TU NELLA TUA FEDE? TU POTRESTI AIUTARE LA MIA PREGHIERA SUL MONDO! MULHER SANTA, EU PENSEI, QUE VOCÊ EM SUA FÉ? VOCÊ PODERIA AJUDAR MINHA ORAÇÃO NO MUNDO!
HOLY WOMAN, I THOUGHT, THAT YOU IN YOUR FAITH? YOU MIGHT HELP MY PRAYER ON THE WORLD! SANTA DONNA, IO HO PENSATO, CHE, TU NELLA TUA FEDE? TU POTRESTI AIUTARE LA MIA PREGHIERA SUL MONDO! QUESTO è CONTRO SATANA Drink your poison made by yourself! ] THIS IS ISLAM SHARIA Onu nazi! [ COME SI CHIAMA IL DEMONE INFERNALE, Luridoporc0, CHE SI è INSEDIATO, alla guida, della LEGA ARABA SHARIAH Onu nazi? SI CHIAMA Abd Allah bin Abd al-Aziz Al Saud, Re dell'Arabia Saudita Abdullah la BesTIA. IO NON HO MAI CONOSCIUTO UN CRIMINALE INDEGNO DI VIVERE SU QUESTO PIANETA COME TE, E ROTHSChILD IL FARISEo SATANISTA CANNIBALE talmud, soltanto che, ti può superare in malvagità! E ONESTAMEnTE, IO CREDO CHE L'INFERNO SIA STATA UNA BUONA INVENZIONE, per voi! KANO (NIGERIA), 1 NOVembre. Le famiglie delle 219 liceali rapite ad aprile a Chibok, in Nigeria, si dicono "scioccate" ma non sorprese dall'annuncio che le loro figlie siano state "convertire all'Islam e date in sposa". Annuncio contenuto in un video diffuso da Boko Haram in cui il gruppo nega il cessate il fuoco e qualsiasi prospettiva di negoziazione. "Siamo scioccati ma non sorpresi: non abbiamo mai creduto nella possibilità di trattare con loro, sono inaffidabili", ha detto il capo degli anziani di Chibok. C. S. P. B. Crux Sancti Patris Benedecti, Croce del Santo Padre Benedetto, C. S. S. M. L. Crux Sacra Sit Mihi Lux, Croce sacra sii la mia Luce, N. D. S. M. D. Non draco sit mihi dux, Che il dragone non sia il mio duce, V. R. S. Vadre Retro satana, Allontanati satana! N. S. M. V. Non Suade Mihi Vana, Non mi persuaderai di cose vane, S. M. Q. L. Sunt Mala Quae Libas, Ciò che mi offri è cattivo, I.V. B. Ipsa Venena Bibas, Bevi tu stesso i tuoi veleni, ESORCISMO: (Al segno + ci si fa il segno della croce) + In nomine Patris, et Filii et Spiritui Sancto, Croce del Santo Padre Benedetto. Croce Santa sii la mia Luce e non sia mai il dragone mio duce. Va indietro satana! Non mi persuaderai di cose vane. Sono mali le cose che mi offri, bevi tu stesso il tuo veleno. Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo +. Amen! WELCOME in my holy JHWH holy! This is Faith that give the victory it has conquered the world; the Our Faith! 1 Giov 54 [MENE TECHEL PERES] PAXCSPBCSSMLNDSMDVRSNSMVSMQLIVB?"Drink your poisons made by yourself". Rei Unius King Israel Mahdì C. S. P. B. Crux Sancti Patris Benedecti Croce del Santo Padre Benedetto C. S. S. M. L. Crux Sacra Sit Mihi Lux Croce sacra sii la mia Luce N. D. S. M. D. Non draco sit mihi dux Che il dragone non sia il mio duce V. R. S. Vadre Retro satana Allontanati satana! N. S. M. V. Non Suade Mihi Vana Non mi persuaderai di cose vane S. M. Q. L. Sunt Mala Quae Libas Ciò che mi offri è cattivo I.V. B. Ipsa Venena Bibas Bevi tu stesso i tuoi veleni. + In nomine Patris et Filii et Spiritui Sancto Croce del Santo Padre Benedetto. Croce Santa sii la mia Luce e non sia mai il dragone mio duce. Va indietro satana! Non mi persuaderai di cose vane. Sono mali le cose che mi offri bevi tu stesso il tuo veleno. Nel Nome del Padre del Figlio e dello Spirito Santo. Amen!
Isto é contra Satanás ] [ eu gostei ] è una testimonianza diretta, che è stata fatta: alla network broadcasting TBNE ] LA strega più potente del mondo, veniva pagata bene, per fare morire delle persone! ma, poi, lei non riusciva ad uccidere un cristiano nato di nuovo! e Satana disse a lei: "io non ho nessun potere, contro i cristiani nati di nuovo!" e lei disse a satana: "tu mi hai mentito e mi hai ingannato!" Subito satana la uccide la prende per il collo e la porta nel tunnel dell'inferno.. allora, la strega con la sua anima: mentre scendeva all'inferno disse a JHWH holy: "ma, è vero che tu mi ami?"
così, un raggio di luce, la riportò indietro sulla terra, e lei adesso, annuncia il vangelo in tutto il mondo!é um testemunho directo, que tem sido feito: in a rede de radiodifusão TBNE] a bruxa mais poderosa do mundo, foi pago bem, para fazer as pessoas morrem! Mas, então, ela não poderia matar um cristão nascido de novo! e Satanás disse a ela: "Eu não tenho nenhum poder, contra os cristãos nascidos de novo!" e ela disse a Satanás: "thou hast mentiu e enganou-me!" Imediatamente Satanás mata her, as picaretas para o pescoço e a porta no túnel do inferno... Então, a bruxa com sua alma: enquanto desceu ao inferno, disse a JHWH Santo: "mas, é verdade que você me ama?"
Assim, um feixe de luz, trazido de volta à terra e ela agora, anuncia o evangelho em todo o mundo!
Talvez um ano atrás: 322 Rothschil Bush, estava muito desesperado e ordenou que todos os sacerdotes de Satanás e todos o vodu bruxas, da NWO para fazer alguma coisa, preto magic, contra mim! Então, um longo pino cruzado, em cima do meu peito, de um lado para o outro e perfurou o meu coração. Então, eu trouxe, o buraco no meu coração, durante 20 dias! MAS, A REAÇÃO DOS MEUS ANJOS DE MINISTROS, FOI UMA REAÇÃO TERRÍVEL. E desde então, todos os da sinagoga de Satanás, 666 NWO FMI 322 OGM, A.I. 187 e tudo a NWO, etc, foram todos totalmente APAVORADO, por mim!... e isto é certo: porque eu sou imortal e divina, eu sou o REI Unius!
forse un anno fa: Rothschil 322 Bush, erano troppo disperati, ed ordinarono a tutti i sacerdoti di satana, ed a tutte le streghe voodoo, del NWO di fare qualcosa, di magia nera, contro, di me! Poi, un lungo spillo attraversò, tutto il mio torace, da parte a parte, e forò il mio cuore.. così, io ho portato, il foro nel mio cuore, per 20 giorni! MA, LA REAZIONE DEI MIEI MINISTRI ANGELI, FU UNA REAZIONE TERRIBILE.. E DA ALLORA, TUTTA LA SINAGOGA DI SATANA, FMI 666 NWO 322 GMOS, A.I. 187, E TUTTO IL NWO, ECC.., SONO RIMASTI, TUTTI TOTALMENTE TERRORIZZATI, DA ME!.... e questo è giusto: perché, io sono divino ed immortale, io sono Unius REI!
meu nome é secreto "fiéis" ] [ il mio nome segReto è "FEDELE" ] eu acho que tenho parentesco com povo Italiano devido sobnome do meu avô que era um prometim
prometim" Prometeu, nunca poderia ser um nome italiano
o verdadeiro Deus JHWH, não é ciúmes de homem! De fato, fez todo homem um rei!
de fato, JHWH deu ao a homem, o paraíso terrestre:
Mas, Satanás Rothschild talmud Alcorão: roubou tudo isso!
il vero Dio JHWH, non è geloso dell'Uomo! anzi, ha fatto di ogni uomo, un re!
infatti, JHWH ha dato all'uomo, il paradiso terrestre:
ma, satana Rothschild talmud corano: ha rubato tutto questo!
meu avô era imigrante que veio para Brasil no século 18 eu não os conhecie
conhecie??? Não há nenhuma tradução para esta palavra
tudo bem já pesquisei muito não encontro resposta
Tu não encontro resposta? Mas, qual era a pergunta?
La preghiera è la potenza dell'uomo e l'impotenza di DIO. SANTISSIMA E DIVINISSIMA TRINITA' TI ADORIAMO PROFONDAMENTE E TI RINGRAZIAMO.
A oração é o poder do homem e a impotência de Deus. SANTÍSSIMA TRINDADE DIVINISSIMA E NÓS TE ADORO PROFUNDAMENTE E OBRIGADO.
VAMOS REACENDER O FOGO DO ESPÍRITO SANTO, QUE ESTÁ EM NÓS. INCENDIAMO O MUNDO, EXPLODINDO DU-LO COM A ORAÇÃO.
RAVVIVIAMO LA PRESENZA DEL FUOCO DELLO SPIRITO SANTO, CHE E' IN NOI. INCENDIAMO IL MONDO, SOFFIANDO SU DU LUI, CON LA PREGHIERA.
era do sobnome do meu avô eu não sei de qual País ele era
no Reino de Deus não tem um significado, nome, religião ou nacionalidade: porque tudo no Reino de Deus é, apenas, amo!
nel Regno di Dio non ha un significato, il nome, la religione o la nazionalità: perché, tutto nel regno di Dio è, soltanto, amore!
gosto de conversar com voce sei que é um homem religioso eu também sou religiosa
Mas, Deus não: nós fizemos, por religião, mas a vida, fez-nos todos a viver juntos: a ele pessoalmente. em uma relação pessoal.
Porque, na verdade, Deus é nosso pai!
Então, nós temos um relacionamento com ele!
Inglês é especial em suas fotos?
ma, Dio non: ci ha fatto noi, per viviere la religione, ma, ci ha fatto, tutti per vivere: insieme a lui: personalmente.. in una relazione personale!
perché, infatti Dio è nostro padre! così, noi abbiamo, una relazione con lui!
====================================
ricordo la sterzata, brusca di un auto guidata da un TERRORISTA palestinese (CHE, POI, DIETRO OGNI TERRORISTA, ISLAMICO, TUTTI I PALESTINESI FESTEGGIANO: SEMPRE TUTTE LE VOLTE! PERCHé, ALLAH MAOMETTO: HANNO DETTO: "VOI AVETE IL DIRITTO DI UCCIDERE I DHIMMI, ALTRIMENTI, QUANDO IO POSSO CONQUISTARE, IL MONDO CALIFFATO?" ), che finisce per investire, degli israeliani alla stazione del tram! e nel video si diceva: "coSa, voi ne pensate?"... credo, che, sia molto ingenuo ed autolesionistico, da parte di hamas abu-mazen, di: dare delle colpe presunte, che: sono indimostrabili, contro, dei presunti innocenti! [[ palestinesi sono molto ingenui, e cattivi: da questo punto di vista! ]] CERTO, anche, SE, noi VOlessiMO FARE L'AVVOCATO DEL DIAVOLO, NOI NON potremmo MAI PENSARE, CHE ISRAELIANI VADANO AD UCCIDERE, UN MUSULMANO, che è il loro AMICO... SE, POI, QUALCUNO, HA DEI TRAFFICI CON HAMAS, ED HA COMPORTAMENTI, CHE, SONO DI FATTO UNA MINACCIA PER LA COMUNITà ISRAELIANA, poi, perché dare a lui, questa presunta spia di un terrorista, da mangiare in carcere? POI, LUI SE LA è VOLUTA, la sua morte!.. MA, QUESTE SONO TUTTE ILLAZIONI! PERCHé, LE COLPEVOLEZZE VANNO DIMOSTRATE!
====================
TEL AVIV, 17 NOVembre. "L'assassinio di Yusuf al-Ramouni e' un diretto risultato dell'incitamento del premier Benyamin Netanyahu contro il popolo palestinese". Lo sostiene il ministero degli esteri palestinese, citato dall'agenzia Wafa, riferendosi alla morte dell'autista arabo di autobus trovato impiccato a Gerusalemme. Nel pomeriggio l'autopsia, secondo quanto riportato dalla polizia israeliana, ha escluso un atto criminale. Famiglia e amici insistono invece che sia stato ucciso da coloni ebrei ultrà.
===============================
This is a true story of a 7-year old
boy who was born to a wicked parent.
His school teacher who is a Christian
taught him the ways of God so he decided
to follow God. But his parents who were
Hindu said the boy is from the devil so
they decided to sacrifice him.
When they presented him to the village
gods (serpent), the little boy was not
afraid because he believed in God.
Instead, he rested upon the serpent and
that is how the whole village started
worshiping God. What a testimony!
Now let us pray,
1). Whatever plans the enemy
has set to destroy in ur life, may God turn it
into your stepping stone for u in JESUS name......
2)God will use u to change the story of ur family for good in JESUS name....
3). May God use you to bless nations.
Type "AMEN" if you serve a living God!
Questa è una storia vera di un 7 anni
ragazzo che è nato da un padre malvagio.
Suo maestro di scuola che è un cristiano
gli insegnò le vie di Dio, così decise di
a seguire Dio. Ma i suoi genitori che erano
Indù ha detto che il ragazzo è dal diavolo, così
hanno deciso di sacrificare a lui.
Quando lo hanno presentato al villaggio
dèi (serpente), il ragazzino non era
paura perché credeva in Dio.
Invece, egli stette sul serpente e
Ecco come è cominciato tutto il villaggio
adorare Dio. Ciò che una testimonianza!
Ora preghiamo,
1). qualunque cosa i piani del nemico
ha impostato per distruggere nella vostra vita, può Dio trasformarlo
nel vostro trampolino di lancio per voi in Gesù il nome...
2) Dio si userà per cambiare la storia della vostra famiglia per bene nel nome di Gesù...
3). Dio può usarti per benedire le nazioni.
Digitare "AMEN", se servono un Dio vivente!
===================================
massoni bildenbeg gender anticristi, bestemmiatori farisei salafiti? Questa è una Europa dove i cristiani non possono più vivere!
http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/europa/2014/11/17/praga-uova-contro-presidente-tedesco_e414cb1c-92a8-4ee0-9b83-a965e5bf4704.html
http://www.ncr-iran.org/it/articoli-mainmenu-71/26-regime/4630-iran-arrestati-tre-cristiani-tra-i-quali-un-attore-che-stava-girando-un-film-su-gesu.html
islam shariah Onu? il boia di satana! http://www.ncr-iran.org/it/articoli-mainmenu-71/26-regime/4630-iran-arrestati-tre-cristiani-tra-i-quali-un-attore-che-stava-girando-un-film-su-gesu.html Altri 3 cristiani condannati a morte in Iran
iran_libertad_religiosa.jpg 84.310 persone hanno firmato. Aiutaci a raggiungere l'obiettivo 100.000 firme.
Inviato da Matteo Cattaneo il Gio, 10/16/2014 - 11:35
Il presidente Hassan Rouhani può apparire come un moderato nei confronti dei cristiani. Ma lo è solo un'impressione. Così scrive il Christian Telegraph: "Il presidente Rouhani nella sua campagna elettorale prometteva un governo prudente, ma in realtà si verificano costanti episodi di minacce e terore contro i cristiani ".
Un rapporto delle Nazioni Unite riconosce che questa persecuzione è ancora più belligerante di quella del periodo di Ahmadinejad. La settimana scorsa tre cristiani sono stati arrestati, accusati di "agire contro la sicurezza nazionale". Uno di loro, Arma Ghaedi è un attore di teatro. Da molto tempo interpreta Gesù Cristo. Anche i suoi amici, Heshmat Shafiei e Emad Haghi sono stati arrestati. Altri tre cristiani sono stati condannati a morte. La loro pratica religiosa è considerata una minaccia alla sicurezza nazionale. Sono i pastori Matthias Haghnejad, Behmnam Irani e Silas Rabbani.
Da gennaio a giugno di quest'anno sono già 411 i condannati giustiziati, 8 per il presunto reato di 'islamofobia'. Questi dati non stupiscono se si considera che i leader del Consiglio Supremo di Rivoluzione Culturale Islamico in Iran hanno dichiarato che gli occidentali (cristiani) "sono un branco di animali." Gli ayatollah ritengono che i cristiani sono "malati di mente" e "prescrivono" la cura: la morte.
Scrivi alla Commissione dei Diritti dell'Uomo delle Nazioni Unite e richiedi che sia garantito il rispetto della libertà religiosa in Iran. Firmando questa campagna, invierai una mail anche alla Lega Araba.
================================
Libertà religiosa in Iran
Stimati membri delle nazioni Unite e della Lega Araba,
in Iran negli ultimi giorni sono stati condannati a morte 3 cristiani. Le condanne sono decretate con la motivazione della "sicurezza nazionale".
La comunità internazionale e la Lega Araba devono intervenire davanti a violazioni così palesi dei diritti umani e della libertà religiosa.
Vi chiedo un intervento immediato. Ogni giorno che passa, altri fedeli di minoranze religiose soffrono le conseguenze dell'intolleranza e del fanatismo.
Cordialmente
============================
Iran: arrestati tre cristiani tra i quali un attore che stava girando un film su Gesù
Foto: una scena del film su Gesù girata da un cristiano arrestato in Iran
CNRI – Gli agenti del Ministero dell'Intelligence e della Sicurezza hanno arrestato la scorsa settimana tre cristiani nella provincia di Esfahan.
Shahram Ghaedi, Heshmat Shafiei e Emad Haqi sono stati arrestati il 27 Settembre nella città di Fooladshahr.
Gli agenti del MOIS hanno fatto irruzione della casa di Sharam Ghaedi alle 18:30. L'hanno perquisita ed hanno confiscato i suoi effetti personali prima di arrestarlo.
Shahram Ghaedi è un attore e stava girando un film sulla vita di Gesù Cristo.
Non si hanno informazioni sul luogo in cui vengono trattenuti i tre cristiani arrestati in Iran.
L'anno scorso Hassan Rouhani è divenuto presidente del regime teocratico e da quando ha assunto la sua carica gli oppositori politici, le minoranze etniche, tra cui curdi, arabi e baluci, e quelle religiose, tra cui quella cristiana, hanno subito le violenze del regime.
I cristiani sono stati arrestati e condannati a lunghe pene detentive e all'esilio, spesso senza aver avuto accesso ad un avvocato o ad un giusto processo.
La settimana scorsa la magistratura del regime iraniano ha ufficialmente accusato tre pastori iraniani di "atti contro la sicurezza nazionale" e "associazione allo scopo di rovesciare il sistema" (il regime iraniano).
I pastori Behnam Irani, Matthias Haghnejad e il diacono Silas Rabbani, sono stati incriminati dalla cosiddetta 1° Sezione del "tribunale rivoluzionario" della città di Karaj, martedì.
Il pastore Haghnejad, il pastore Irani e il diacono Rabbani, detenuti in sezioni separate della prigione di Ghezel Hesar, sono stati recentemente accusati di "Mofsed-e-filarz", cioè "diffusione della corruzione sulla terra", reato che prevede la pena di morte.
Mervyn Thomas, direttore esecutivo di "Christian Solidarity Worldwide" ha detto: "E' assolutamente inaccettabile che abbiano subito un nuovo processo per accuse arbitrarie e che la loro ingiusta pena detentiva possa essere addirittura prolungata ulteriormente", ha riferito BosNewsLife.
Thomas ha anche condannato l'esecuzione di Amir Aslani, aggiungendo che la "sua esecuzione è emblematica della natura arbitraria del sistema giudiziario iraniano e del palese disprezzo dello stato di diritto e della giustizia da parte della più alta autorità giudiziaria della nazione".
"Qualcuno in Occidente sta chiedendo di ristabilire le relazioni con l'Iran per affrontare la minaccia rappresentata in Iraq e Siria dai militanti dello stato islamico (ISIL). Ma vale la pena di precisare che Amir Aslani è stato una delle sei persone giustiziate lo stesso giorno in cui il primo ministro britannico si è incontrato con il presidente Rouhani alle Nazioni Unite", ha detto Thomas.
"E' altamente discutibile se una nazione che reprime brutalmente le sue stesse minoranze etniche e religiose e che compie una media di due esecuzioni al giorno, possa contribuire significativamente a risolvere un conflitto alimentato anch'stesso dal settarismo religioso e dall'intolleranza verso le comunità indigene minoritarie".
=============================
Abd Allāh bin ʿAbd al-ʿAzīz Āl Saʿūd, perché, insieme a Rothschild, voi avete costruito, una situazione, che, necessita di una soluzione, finale in ogni modo.. per rendere colpevole, per far risultare fazioso, e colpevole: ingiusto: per una delle parti in conflitto, chiunque, si esprime per una delle due fazioni contrapposte? PERCHé, VOI SIETE STATI COSì CATTIVI: DA AVERE VOLUTO PORTARE DUE POPOLI, IN QUESTO INFERNO? il vostro scopo è chiaro: "distruggere Israele, compattare il mondo arabo: è completare il genocidio dei cristini!" E QUESTI OBIETTIVI SARANNO SICURAMENTE RAGGIUNTI, PERCHé, è SOLTANTO UNA QUESTIONE DI TEMPO!

http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/mediooriente/2014/11/17/arabo-impiccato-anp-accusa-netanyahu_02aeec73-194a-49f0-a123-3e4801ffd31c.html?fb_action_ids=10203343217644426&fb_action_types=og.comments

TEL AVIV, 17 NOVembre. "L'assassinio di Yusuf al-Ramouni e' un diretto risultato dell'incitamento del premier Benyamin Netanyahu contro il popolo palestinese". Lo sostiene il ministero degli esteri palestinese, citato dall'agenzia Wafa, riferendosi alla morte dell'autista arabo di autobus trovato impiccato a Gerusalemme. Nel pomeriggio l'autopsia, secondo quanto riportato dalla polizia israeliana, ha escluso un atto criminale. Famiglia e amici insistono invece che sia stato ucciso da coloni ebrei ultrà.
==============================
Un autista arabo di autobus di Gerusalemme est è stato ritrovato impiccato nella stazione di Har Hotzvim nella parte nord della città. Per l'autopsia l'uomo di 32 anni si è suicidato dentro il suo bus, ma la sua famiglia afferma che è stato ucciso dagli israeliani per motivi nazionalistici. Nel quartiere dell'uomo, Abu Dis, gli altoparlanti delle moschee hanno diffuso la versione della famiglia, provocando scontri fra giovani e la polizia.
http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/2014/11/17/scontri-per-palestinese-impiccato_630a9c40-f5a8-4149-a975-95904ed29da4.html
==============
http://www.lanuovabq.it/it/articoli-caro-silvio-questo-matrimonio-gay-non-sha-da-fare-10747.htm
Berlusconi scrive, Introvigne risponde
Caro Presidente,
anch'io come molti italiani ho ricevuto ieri una Sua mail dove dopo un cordiale saluto mi scrive: «Voglio chiarirti le tante inesattezze riportate sulle mie intenzioni e sulle proprietà di Forza Italia». Ci siamo incontrati personalmente solo un paio di volte e non sapevo ci dessimo del tu, ma visto che si tratta di una mail standard e dà del tu a tutti gli italiani non starò a sottilizzare. Come non sottilizzo né ironizzo sul riferimento alle «proprietà di Forza Italia». Immagino che chi ha scritto la mail per Lei volesse parlare delle posizioni politiche di Forza Italia e non delle proprietà del partito: meno che meno delle Sue personali, di cui sappiamo fin troppo grazie a giornalisti e giudici maliziosi.
Trascuro i Suoi riferimenti all'immigrazione e alla vigorosa opposizione che Lei starebbe conducendo alle politiche del governo Renzi, «che non affronta i problemi» e «riversa centinaia di migliaia di clandestini sulle nostre coste». Per essere equanimi, i clandestini si riversano sulle nostre coste per colpe di molti, che vanno da chi non si oppose all'improvvida guerra voluta da Sarkozy e da Obama contro Gheddafi in Libia - Lei più di tutti aveva le informazioni e gli strumenti per opporsi, ma è vero che qualcuno provvide a «distrarLa» con l'incriminazione per il caso Ruby proprio in quei giorni - fino all'Unione Europea, ma certo c'entra anche il governo Renzi. È strano che della sua opposizione così vigorosa Renzi non sembri accorgersi, ma forse anche lui si è distratto.
Le confesso che mi sta più a cuore la posizione Sua e del Suo partito sulle unioni fra persone dello stesso sesso. Lei ci scrive che «la politica ha troppo spesso girato la testa da un'altra parte, ma Forza Italia dev'essere un movimento coraggioso che non ha paura di affrontare temi come le unioni civili, cui in molti Paesi come Germania e Gran Bretagna, i partiti conservatori hanno guardato con serietà». Può darsi che molti destinatari del Suo mailing di massa conoscano poco le vicende inglesi e tedesche. I lettori della nostra testata Le conoscono un po' meglio. Tra i conservatori inglesi si annoverano alcuni dei più fanatici promotori su scala europea del «matrimonio» omosessuale, che - caduta la foglia di fico del nome «civil union» - in Inghilterra si chiama così dal 2013. Lei vuole seguire il loro esempio? Quanto ai cristiano-democratici tedeschi, hanno subito più che promosso le «partnership di vita» tra omosessuali, ma i paletti che pensavano di aver messo sono stati in gran parte travolti dai giudici. Lei che conosce così bene i giudici non pensa che succederebbe lo stesso anche in Italia?
Mi rassicura leggere, financo in grassetto, che «la famiglia tradizionale resta alla base della nostra società e dei nostri valori. Niente potrà sostituirla». Nonostante la Sua fidanzata e Luxuria, Lei non vuole ancora «sostituire» la famiglia tradizionale con le unioni omosessuali. Meno male. Tuttavia per lasciarla alla base della nostra società non basta dirlo. Papa Francesco, che Lei non ha tempo di seguire sempre e che qualche volta i Suoi frettolosi collaboratori Le fanno citare a sproposito, ha detto il 25 ottobre che «c'è una crisi della famiglia, crisi perché la bastonano da tutte le parti e la lasciano molto ferita», e che le ferite derivano dal fatto che oggi sono proposte «nuove forme, totalmente distruttive e limitative della grandezza dell'amore del matrimonio». Ogni tanto Lei afferma di stare con «i vescovi», ma il presidente della Cei, il cardinale Bagnasco, continua ad affermare che «la famiglia non può essere umiliata e indebolita da rappresentazioni similari che in modo felpato costituiscono un vulnus progressivo alla sua specifica identità, e che non sono necessarie per tutelare diritti individuali in larga misura già garantiti dell'ordinamento».
Proponendo una «legge sulle unioni civili ben fatta», Lei scrive che «ragionare di allargare i diritti ad altre persone non può essere vissuto come qualcosa di sconveniente o come l'allontanarsi dai nostri principi». Tutto questo sarebbe molto vago, se non fosse che Lei ha precisato in più di una pubblica intervista che Le va bene il «modello tedesco» proposto da Renzi. Se questo giornale figura in qualche Sua rassegna stampa, saprà che noi non corrispondiamo allo stereotipo degli «omofobi» trinariciuti. Ricordiamo sempre il «Catechismo della Chiesa Cattolica», che invita ad accogliere le persone omosessuali «con rispetto, compassione e delicatezza», senza giudicare le persone in quanto persone, come ci ricorda Papa Francesco. Lo stesso Pontefice ha spesso distinto fra il dovere di non giudicare le persone e quello, non meno grave, di giudicare le leggi compiendo il proprio dovere di buoni cittadini.
Non siamo tra quelli che vogliono impedire agli omosessuali di visitare il loro convivente in carcere o in ospedale o di subentrare nel contratto di affitto quando il loro convivente muore. Questi diritti in Italia ci sono già. Elencarli, risolvendo piccoli problemi che qua è là ancora rimanessero, in una carta dei diritti e doveri dei conviventi, uno statuto o un testo unico non sarebbe in effetti «qualcosa di sconveniente». Se parlando di «unioni civili» Lei avesse in mente un bel testo unico riassuntivo dei diritti e doveri individuali che derivano da ogni convivenza, userebbe un'espressione giuridicamente discutibile e politicamente pericolosa - perché «unioni civili» all'estero significa un'altra cosa -, ma la proposta non sarebbe «sconveniente».
Però le unioni civili «alla tedesca» che vuole Renzi, e che Lei dice di appoggiare, non sono questo. Sono uguali al matrimonio, tranne che per due aspetti. Primo: non si chiamano matrimonio. Le parole sono importanti ma non bastano. I suoi colleghi inglesi, al cui esempio si propone d'ispirarsi, dopo qualche anno si sono resi conto che chiamare «unione civile» qualcosa che era identico al matrimonio era ipocrita, e ora le chiamano «matrimoni». Per citare ancora Papa Francesco, le famiglie bastonate trarranno scarso sollievo da una riforma linguistica che chiami le bastonate «carezze». La sostanza non cambia.
Seconda differenza: all'inizio le unioni civili tedesche avevano limiti molto restrittivi alle adozioni. Lei ci dice che si batterà perché la legge di Renzi «rispetti i diritti dei bambini». In teoria, dichiara di volerli rispettare anche Renzi, adottando il testo originario della legge tedesca. Però sia Lei sia Renzi sapete benissimo com'è andata a finire in Germania. Una volta creato un simil-matrimonio è intervenuta la Corte Costituzionale che, in nome del principio di uguaglianza, ha allargato continuamente l'area delle adozioni e ancora la sta allargando. Se le unioni civili fra omosessuali sono uguali al matrimonio tranne che nel nome, perché mai non dovrebbero avere accesso all'adozione dei bambini? Lo so anch'io che ci sarebbero delle risposte, ma ho imparato da Lei negli anni a non fidarmi della Corte Costituzionale. Quella tedesca è un po' meno politicizzata della nostra. Lei crede che i nostri giudici costituzionali, sollecitati dalle lobby Lgbt e dalla stampa, non si comporterebbero come quelli tedeschi?
Sono idee mie, obiezioni capziose di oppositori dei diritti degli omosessuali? Ma no, lo dice chi si occupa di omosessuali per conto di Renzi, il sottosegretario Ivan Scalfarotto, il quale intervistato da Repubblica lo scorso 16 ottobre, ha dichiarato: «L'unione civile non è un matrimonio più basso, ma la stessa cosa. Con un altro nome per una questione di realpolitik». Pensi che qualche commentatore malizioso ha persino insinuato che per «questione di realpolitik» Scalfarotto intendesse la possibilità per Lei e per Forza Italia di votare le unioni civili senza perdere troppi voti.
Il Suo ultimo commento è tecnicamente stupefacente. Lei ci scrive che «se la società cambia deve cambiare anche la politica», e lascia intendere che si deve tenere conto del parere della maggioranza degli italiani. Lei mi insegna che i sondaggi si manipolano abbastanza facilmente, ma ammettiamo per un attimo che la maggioranza degli italiani sia in favore delle unioni omosessuali. Dobbiamo seguire la maggioranza? Non sempre, e non senza accertarci che abbia capito la domanda e il problema. Forse riesco a spiegarmi meglio con un esempio. Per una coincidenza stranissima - ma che fa piacere a chi, come me, ritiene che Lei sia stato oggetto di una lunga persecuzione giudiziaria dettata in gran parte da motivi politici - ogni volta che Lei si schiera in favore dei diritti, veri o presunti, degli omosessuali le Sue vicende giudiziarie conoscono qualche sviluppo positivo: una volta La assolvono, un'altra Le riducono la durata dei servizi sociali per buona condotta. Provvedimenti meritati, ci mancherebbe altro, e senza dubbio si tratta solo di coincidenze. Però non la pensano così i lettori di Repubblica e del Fatto. Ogni volta questi giornali sfornano un sondaggio da cui risulta che "la maggioranza" vorrebbe che Lei andasse in prigione e ci rimanesse il più a lungo possibile. Anche in questo caso si dovrebbe seguire l'opinione della maggioranza?
Ci pensi, Presidente. Parafrasando Nanni Moretti, su questi temi dica qualcosa di centro-destra e di diverso da Renzi. I Suoi elettori gliene saranno grati. Nel frattempo, un caro saluto a Lei, alle Sue numerose famiglie - anche se noi preferiamo le famiglie numerose - e naturalmente anche al cane Dudù.
 ================================

Il Papa condanna la devastazione del gender
«I bimbi hanno diritto a mamma e papà»
Papa Francesco

«I bambini hanno il diritto di crescere in una famiglia, con un papà e una mamma». Lo ha detto Papa Francesco, intervenendo al "Colloquio internazionale sulla complementarietà tra uomo e donna". Oggi «il matrimonio e la famiglia sono in crisi». «Viviamo in una cultura del provvisorio, in cui sempre più persone rinunciano al matrimonio come impegno pubblico». Questo porta a «una devastazione spirituale e materiale».
- Matrimonio, la lezione di san Giovanni Paolo II
di Massimo Introvigne

FOCUS di Gianfranco Fabi
Shinzo Abe
Il Giappone
doveva crescere
E invece...

Il premier nipponico Shinzo Abe aveva fatto un uso smodato della leva monetaria e ha lasciato aumentare il debito pubblico, arrivato alla percentuale da record mondiale del 200%. Il tutto per sostenere la crescita, dopo un lungo periodo di stagnazione. Eppure, nonostante le previsioni di molti analisti, il Paese è entrato in recessione. Perché, nonostante gli stimoli, è una nazione che invecchia.
EDITORIALE
Tutti gli
editoriali

Femen in Piazza San Pietro
Diritto o delitto?
Alle Femen
nessun spazio

Dove finisce il diritto alla informazione e dove inizia la connivenza col male? Mi chiedevo in questi giorni di fronte all'osceno e blasfemo spettacolo delle Femen: spettacolo organizzato da La7, ad Announo, e poi l'esibizione in Piazza San Pietro, gridando come ossesse contro il Papa. Il loro non un diritto, ma un delitto.
di Gabriele Mangiarotti*

DOMANDE
Se per Veronesi il cancro è la prova che Dio non esiste

«Come Auschwitz anche il cancro per me è la prova che Dio non c'è». Umberto Veronesi si racconta nel libro Il mestiere di uomo, da oggi nelle librerie. Un libro "forte" che lancia domande pungenti, anche se le risposte dell'oncologo non ne sono all'altezza. Ma resta l'interrogativo su quale senso dare al male e al dolore.
di Luigi Santambrogio
Umberto Veronesi

DOPO IL G20
La Russia nasconde i danni subiti con le sanzioni

Il presidente russo Vladimir Putin non credeva di trovare tanto gelo nell'estate australiana di Brisbane, in un vertice G20 in cui si è ritrovato completamente isolato. Ma nel frattempo non sappiamo quanti danni le sanzioni abbiano inflitto all'economia russa: il dato resta nascosto dietro a un velo di mistero.
di Graziano Motta
Putin e un koala, mascotte del G20 di Brisbane

LA SETTIMANA
Il ritorno della riforma centralista

Questa settimana torna alla ribalta la riforma costituzionale proposta dal governo Renzi. Obiettivo è concentrare il più possibile il potere nelle mani del governo centrale. I danni provocati dalle alluvioni spingono la riforma. Eppure la realtà dimostrerebbe proprio che serve più decentramento.
di Robi Ronza
Senato
APPELLO AI PAPA'
«Guai a chi tocca i nostri figli»
Un padre lancia un appello ad altri padri, e apre una pagina Facebook per dire: «Difendiamo i nostri figli da chi vuole indottrinarli alla teoria Gender». Facendo ricorso ai principi di diritto internazionale che autorizzano l'autodifesa, la libertà di religione, il diritto dei genitori di educare i propri figli e la libertà di opinione.
di Alberto Cerutti
Gender a scuola
OMOSESSUALITA
Arcivescovado di Milano
«Nessuna scusa alla lobby gay»
Inviamo email alla Curia di Milano
«Nessuna scusa a chi vuole manipolare i nostri figli. La Chiesa non può abdicare al compito educativo». È la mail che invitiamo a inviare alla Curia di Milano dopo le inopinate scuse per aver cercato di capire quanto sia diffusa la penetrazione dell'ideologia gender nelle scuole.
di Riccardo Cascioli
EUCARESTIA DI MASSA
Oggi tutti fanno la comunione
Tutti in fila per la comunione. Ma quanti si confessano?
Quando vedo in tivù certe cerimonie da stadio con preti sparpagliati sulle gradinate gremite e intenti a distribuire ostie, mi chiedo: ma tutta quella gente si sarà confessata? Infatti, ai miei tempi la chiesa domenicale era sì piena, ma a far la comunione erano in pochi. Adesso, invece, a far la comunione ci vanno tutti.
di Rino Cammilleri
NOMINE USA
Papa Francesco
Al Sinodo quattro vescovi poco "amici" di Francesco
Gli Stati Uniti si portano avanti, e quando manca poco meno di un anno al Sinodo ordinario (e decisivo) sulla famiglia cui seguiranno le decisioni del Papa, eleggono già i quattro vescovi che parteciperanno alla grande assemblea romana dell'ottobre 2015, sempre che il Vaticano accetti il pacchetto di nomine.
di Matteo Matzuzzi
VOCAZIONE
Mons. Moraglia a Monterosso dopo l'alluvione
Preti, i medici della vita al fianco dei sofferenti
Al mondo i preti hanno sempre fatto di tutto, condividendo il destino della gente. Guerra e pace, prosperità e miseria, festa e lutto e anche in questi giorni di alluvione. «Liberi dalle cose e da sé stessi, rammentano a tutti che abbassarsi senza nulla trattenere è la via per quell'altezza che il Vangelo chiama carità» dice Papa Francesco.
di Angelo Busetto
ROMA
Tor Sapienza
Un ghetto chiamato Tor Sapienza
A Roma, a un chilometro e mezzo dalla stazione Tiburtina, si è venuto a creare un vero e proprio ghetto, dove si concentrano tutti i problemi sociali: prostituzione, occupazione abusiva delle case, droga, rifiuti tossici, immigrazione. E l'ordine pubblico non è presente sul territorio. Mentre la politica latita, scoppia la rivolta.
di Stefano Magni
MANIFESTAZIONE
Il Family Act a Roma
Family Act, la
sfida della nuova
Solidarnosc
Piazza Farnese è piena, nonostante il cielo minacci pioggia e nonostante tutto sia stato organizzato in tempi stretti e con scarsi fondi. Nasce il Family Act, un contenitore "di servizio" voluto dall'Ncd per promuovere e difendere la famiglia naturale. Una manifestazione aperta, rivolta soprattutto all'associazionismo, ma anche ad altri esponenti politici pronti a questa battaglia.
di Lorenzo Bertocchi
http://www.lanuovabq.it/it/home.htm
Nella cultura che riduce la persona a oggetto manipolabile, la presenza di medici cattolici assume il carattere di una coraggiosa testimonianza. Il discorso del Papa apre una prospettiva di missione culturale, capace di sfidare l'ideologia dominante.
di Luigi Negri*

LA GUERRA DI OBAMA
Il presidente Usa Barak Obama
Contrordine marines, il nemico è di nuovo Assad

Dopo tre mesi di inconcludente campagna aerea contro il Califfato, Barack Obama ha di nuovo cambiato idea: il nemico torna a essere il presidente siriano Bashar Assad. Come l'anno scorso quando le pressioni di Mosca impedirono a Washington di "punire" il regime siriano per l'impiego del gas nervino contro i civili.
di Gianandrea Gaiani

http://www.lanuovabq.it/it/home.htm
LA COMETA RAGGIUNTA
Missione Rosetta (rappresentazione grafica)
Missione Rosetta, un grande passo per l'umanità

La Missione Rosetta ha conseguito un successo storico, agganciando una cometa e iniziando a studiarla. Eppure non mancano i "gufi" e gli scettici dell'esplorazione spaziale. Non fra i cattolici e fra chi ha una cultura "medioevale", ma proprio fra i progressisti. Gli stessi che stanno affossando i programmi spaziali negli Usa.
di Stefano Magni

LAOS, PAKISTAN, INDIA
Radicale indù
Cristiani perseguitati, ma saldi nella fede

I cristiani non sono perseguitati solo in Iraq e in Nigeria, dove le loro sofferenze fanno notizia. Subiscono anche una silenziosa e quotidiana violenza in tutte le terre in cui sono minoranza. Le ultime due settimane sono piene di episodi di deportazioni, aggressioni fisiche e conversioni forzate di cristiani, in Laos, Pakistan e India.
di Anna Bono
http://www.lanuovabq.it/it/home.htm

PIRANDELLO. GENIO DEL NOVECENTO/ 3
Luigi Pirandello
Da cosa nasce l'arte? Dall'osservazione della realtà

L'arte nasce da una finestra spalancata sulla realtà con quella potenza efficace che gli fornisce la ragione, da intendersi come un'apertura alla realtà che tenga in debita considerazione tutti i fattori. Da questo punto di vista, Pirandello sembra concordare con altri grandi geni del passato come Dante, Shakespeare e Manzoni.
di Giovanni Fighera

PAPA
Papa Francesco
«Aborto ed eutanasia, peccati contro il Creatore»

«Il pensiero dominante propone a volte una 'falsa compassione': quella che ritiene sia un aiuto alla donna favorire l'aborto, un atto di dignità procurare l'eutanasia, una conquista scientifica 'produrre' un figlio considerato come un diritto invece di accoglierlo come dono... La fedeltà al Vangelo richiede scelte coraggiose, fino all'obiezione di coscienza». Lo ha detto papa Francesco ai medici cattolici.
di Massimo Introvigne http://www.lanuovabq.it/it/home.htm
=================================
Il Papa condanna la devastazione del gender «I bimbi hanno diritto a mamma e papà»
di Massimo Introvigne18-11-2014 Papa Francesco. Papa Francesco ha aperto il Colloquio internazionale sulla complementarietà tra uomo e donna, promosso dalla Congregazione per la Dottrina della Fede in risposta alle sollecitazioni di vari episcopati che chiedevano alla Santa Sede di approfondire la sfida lanciata dall'ideologia del gender. In un ampio discorso, il Pontefice ha riflettuto sulla nozione di complementarietà e ha rivendicato il diritto dei bambini a «crescere in una famiglia con un papà e una mamma», rifiutando ideologie che hanno prodotto una terribile «devastazione spirituale e materiale».
La «complementarietà» che dà il titolo al colloquio vaticano, ha detto il Papa, è oggi vista con sospetto: ma, al contrario, «è una parola preziosa». A ben guardare, ne troviamo il fondamento nella Sacra Scrittura, nella Prima Lettera di san Paolo ai Corinzi, «dove l'apostolo dice che lo Spirito ha dato a ciascuno doni diversi in modo che, come le membra del corpo umano si completano per il bene dell'intero organismo, i doni di ognuno possono contribuire al bene di tutti (cfr 1 Cor 12)». Pertanto, «riflettere sulla complementarietà non è altro che meditare sulle armonie dinamiche che stanno al centro di tutta la Creazione. E questa è la parola chiave: armonia. Tutte le complementarietà il Creatore le ha fatte perché lo Spirito Santo, che è l'autore dell'armonia, faccia questa armonia».
Le complementarietà e le differenze sono dunque create e volute da Dio. «Opportunamente», ha proseguito il Pontefice, il colloquio mette al centro la forma di complementarietà oggi più contestata, quella fra uomo e donna. «In effetti, questa complementarietà sta alla base del matrimonio e della famiglia, che è la prima scuola dove impariamo ad apprezzare i nostri doni e quelli degli altri e dove cominciamo ad apprendere l'arte del vivere insieme. Per la maggior parte di noi, la famiglia costituisce il luogo principale in cui incominciamo a "respirare" valori e ideali, come pure a realizzare il nostro potenziale di virtù e di carità. Allo stesso tempo, come sappiamo, le famiglie sono luogo di tensioni: tra egoismo e altruismo, tra ragione e passione, tra desideri immediati e obiettivi a lungo termine. Ma le famiglie forniscono anche l'ambito in cui risolvere tali tensioni: e questo è importante».
Complementarietà, ha spiegato il Papa, non significa imprigionare l'uomo e la donna in stereotipi che rischiano di diventare caricaturali. «Quando parliamo di complementarietà tra uomo e donna in questo contesto, non dobbiamo confondere tale termine con l'idea semplicistica che tutti i ruoli e le relazioni di entrambi i sessi sono rinchiusi in un modello unico e statico. La complementarietà assume molte forme, poiché ogni uomo e ogni donna apporta il proprio contributo personale al matrimonio e all'educazione dei figli. La propria ricchezza personale, il proprio carisma personale, e la complementarietà diviene così di una grande ricchezza. E non solo è un bene, ma anche è bellezza». Oggi, però, si contesta non questa o quella rappresentazione della complementarietà fra l'uomo e donna, ma la stessa nozione di complementarietà. E questo avviene perché «nel nostro tempo il matrimonio e la famiglia sono in crisi. Viviamo in una cultura del provvisorio, in cui sempre più persone rinunciano al matrimonio come impegno pubblico».
Di fronte a «questa rivoluzione nei costumi e nella morale» siamo chiamati, ha affermato Papa Francesco, a dare un giudizio. E questo giudizio è negativo. La rivoluzione antropologica «ha spesso sventolato la bandiera della libertà – fra virgolette – ma in realtà ha portato devastazione spirituale e materiale a innumerevoli esseri umani, specialmente ai più vulnerabili. È sempre più evidente che il declino della cultura del matrimonio è associato a un aumento di povertà e a una serie di numerosi altri problemi sociali che colpiscono in misura sproporzionata le donne, i bambini e gli anziani. E sempre sono loro che soffrono di più, in questa crisi». Inoltre, «la crisi della famiglia ha dato origine a una crisi di ecologia umana, poiché gli ambienti sociali, come gli ambienti naturali, hanno bisogno di essere protetti». Mentre molti hanno compreso che è importante proteggere gli ambienti naturali, «nella nostra cultura, anche nella nostra cultura cattolica, siamo lenti nel riconoscere che anche i nostri ambienti sociali sono a rischio. È quindi indispensabile promuovere una nuova ecologia umana», non meno importante dell'ecologia che si occupa di proteggere la natura.
I «beni immateriali» sono «i pilastri fondamentali che reggono una nazione», e il pilastro decisivo è la famiglia. «La famiglia rimane al fondamento della convivenza e la garanzia contro lo sfaldamento sociale». Il Papa ha citato il numero 66 dell'esortazione apostolica Evangelii gaudium, dove definisce «indispensabile» un contributo del matrimonio alla società che «superi il livello dell'emotività e delle necessità contingenti della coppia». La Chiesa proclama, per quanto oggi sia poco popolare, la «verità riguardante il matrimonio: che cioè l'impegno definitivo nei confronti della solidarietà, della fedeltà e dell'amore fecondo risponde ai desideri più profondi del cuore umano». E si rivolge ai giovani, perché «non si lascino coinvolgere dalla mentalità dannosa del provvisorio» e abbiano «il coraggio di cercare un amore forte e duraturo, cioè di andare controcorrente».
Il Papa ha poi insistito sul fatto che «i bambini hanno il diritto di crescere in una famiglia, con un papà e una mamma, capaci di creare un ambiente idoneo al loro sviluppo e alla loro maturazione affettiva». Questo è oggi negato da «concetti ideologici» che funzionano come una «trappola». «La famiglia è un fatto antropologico, e conseguentemente un fatto sociale, di cultura… E noi non possiamo qualificarla con concetti di natura ideologica che soltanto hanno forza in un momento della storia, e poi cadono. Non si può parlare oggi di famiglia conservatrice o famiglia progressista: la famiglia è famiglia. Ma non lasciarsi qualificare così da questo o da altri concetti, di natura ideologica».
L'impegno della Chiesa è «rafforzare l'unione dell'uomo e della donna nel matrimonio come un bene unico, naturale, fondamentale e bello per le persone, le famiglie, le comunità e le società». Smentendo voci giornalistiche su presunti dissensi su questo evento fra il Papa e l'episcopato americano, Francesco ha infine voluto pubblicamente «confermare che, a Dio piacendo, nel settembre 2015 mi recherò a Filadelfia per l'ottavo Incontro Mondiale delle Famiglie». - Matrimonio, la lezione di san Giovanni Paolo II
http://www.lanuovabq.it/it/articoli-il-papa-condanna-la-devastazione-del-genderi-bimbi-hanno-diritto-a-mamma-e-papa-10968.htm
«Nessuna scusa alla lobby gay» Inviamo email alla Curia di Milano
di Riccardo Cascioli17-11-2014 Mail alla Curia di Milano Il caso delle scuse della Curia di Milano - per la lettera ai professori di religione in cui si chiedeva di far sapere in quali scuole si svolgono programmi finalizzati a diffondere l'ideologia gender – non cessa di provocare reazioni. Al punto che sabato Giuliano Ferrara, direttore de Il Foglio, ha invitato a inviare mail alla Curia di Milano (irc@diocesi.milano.it) con un semplice messaggio: «Noi non ci scusiamo. Vogliamo sapere». Anche noi invitiamo a scrivere allo stesso indirizzo, ma con un messaggio un po' diverso, di cui parleremo più avanti.
Il punto di partenza è infatti il notare una novità in quanto sta accadendo. Nelle ultime settimane infatti, a piegare la testa davanti alla pressione omosessualista sono vescovi che pure anche recentemente hanno tenuto posizioni chiare, sostenendo pubblicamente l'unicità della famiglia naturale contro attacchi fuori e dentro la Chiesa. Così si rimane spiazzati nel vedere monsignor Cesare Nosiglia, arcivescovo di Torino, e il cardinale Angelo Scola, arcivescovo di Milano, scusarsi per colpe non commesse, solo cedendo davanti all'aggressione verbale di giornali laicisti e organizzazioni omosessualiste.
E non ci si può non chiedere il perché questo accada. Certo, la pressione esterna è forte e - nel caso di Milano – non deve essere piacevole scoprire che i primi a tradire la missione educativa sono alcuni insegnanti di religione, talmente vigliacchi da passare documenti riservati a Repubblica invece che affrontare a viso aperto il responsabile della Curia e casomai contestare la lettera inviata. Del resto ce lo si poteva aspettare visto che molti insegnanti di religione sono stati formati alla scuola del cardinale Carlo Maria Martini, che con Repubblica flirtava e secondo cui su questi temi «la Chiesa è in ritardo di duecento anni».
Forse, anche nei vescovi meglio intenzionati subentra un senso di solitudine quando ci si vede circondati da ogni parte e traditi all'interno. E si cede. Forse è per questo. In ogni caso è giusto far sentire a questi pastori che – sebbene i media facciano credere il contrario – c'è ancora un popolo cristiano che segue fedelmente il magistero della Chiesa, è impegnato nello sforzo educativo, e chiede ai suoi pastori una guida sicura e decisa. Per questo è utile anche inviare mail, non tanto per condannare o per insegnare all'arcivescovo il suo mestiere, ma per fare sentire che c'è un popolo che lo sostiene nel resistere alla violenza del mondo e che vive in prima persona la responsabilità educativa, in famiglia e nella scuola. Per questo anche io personalmente ho inviato una mail all'indirizzo irc@diocesi.milano.it con questo testo: «Nessuna scusa a chi vuole manipolare i nostri figli. La Chiesa non può abdicare al compito educativo». E invito tutti a fare altrettanto.
La questione educativa appunto. È proprio su questo punto che si è consumato il pasticcio della diocesi milanese. L'ufficio della Curia che si occupa dell'insegnamento della religione cattolica si è scusato per avere usato un linguaggio inappropriato. Ma rileggiamo la lettera incriminata, quella che ha fatto parlare di "schedatura" delle scuole da parte della Chiesa milanese:
«Cari colleghi, come sapete in tempi recenti gli alunni di alcune scuole italiane sono stati destinatari di una vasta campagna tesa a delegittimare la differenza sessuale affermando un'idea di libertà che abilita a scegliere indifferentemente il proprio genere e il proprio orientamento sessuale. Per valutare in modo più preciso la situazione e l'effettiva diffusione dell'ideologia del "gender", vorremmo avere una percezione più precisa del numero delle scuole coinvolte, sia di quelle in cui sono state effettivamente attuate iniziative in questo senso, sia di quelle in cui sono state solo proposte».
Cosa c'è di inappropriato in questo testo? Assolutamente nulla, né nella descrizione del fenomeno – assolutamente oggettiva – né nella volontà di capire quanto sia esteso. Per comprendere l'assurdità della canea scatenata da Repubblica e soci basti pensare cosa sarebbe successo se la lettera avesse avuto questo contenuto: «Cari colleghi, come sapete in tempi recenti alcuni alunni di scuole italiane sono state vittima del bullismo omofobico. Per valutare in modo più preciso…». Applausi a scena aperta, «la Chiesa è più avanti del governo», proposta del Nobel per la Pace per l'arcivescovo e via di questo passo.
Pensiamo invece a cosa ha detto recentemente papa Francesco: «Vorrei manifestare il mio rifiuto per ogni tipo di sperimentazione educativa con i bambini. Con i bambini e i giovani non si può sperimentare. Non sono cavie da laboratorio! Gli orrori della manipolazione educativa che abbiamo vissuto nelle grandi dittature genocide del secolo XX non sono spariti; conservano la loro attualità sotto vesti diverse e proposte che, con pretesa di modernità, spingono i bambini e i giovani a camminare sulla strada dittatoriale del "pensiero unico". Mi diceva, poco più di una settimana fa, un grande educatore: "A volte, non si sa se con questi progetti - riferendosi a progetti concreti di educazione - si mandi un bambino a scuola o in un campo di rieducazione"» (Alla Delegazione dell'Ufficio Internazionale Cattolico dell'Infanzia, BICE, 11 aprile 2014).
E di fronte alla chiarezza di queste parole si può ragionevolmente chiedere scusa solo per aver cercato di capire quanto siano vere? Di essersi mobilitati - con molta discrezione e senza fretta - per porre riparo a questi moderni campi di rieducazione?
L'educazione dei nostri figli non spetta allo Stato e tantomeno all'Arcigay. Spetta anzitutto alle famiglie; e la Chiesa ha tutto il diritto di formare i suoi insegnanti e prepararli a riconoscere e affrontare la gravità dell'ideologia che sta penetrando nella scuola. Ci sono tanti insegnanti che già sono seriamente impegnati in questa decisiva missione educativa. Come potranno affrontare l'ostilità e le imboscate del mondo se appare evidente che al primo baubau saranno mollati da curie e vescovi?
È bene dunque che la Curia di Milano riprenda chiaramente in mano la situazione e magari chiarisca anche cosa ci sarebbe di inappropriato nel linguaggio usato.
E a proposito di chiarimenti, oggi se ne impone uno anche al cardinale Scola. Sabato, a margine di un dibattito su tutt'altro tema, è tornato sulla vicenda della lettera ai prof di religione rivendicando da una parte il diritto a impostare certi problemi secondo la prospettiva cattolica, ma anche facendo questa affermazione: «La Chiesa è stata lenta sulla questione omosessuale». È la seconda volta in poche settimane che esprime questo concetto, almeno a quanto riportato dai giornali. Un mese fa, in un'intervista a Repubblica aveva infatti affermato: «È fuori dubbio che siamo stati lenti nell'assumere uno sguardo pienamente rispettoso della dignità e dell'uguaglianza delle persone omosessuali».
Allora il direttore di Culturacattolica.it, don Gabriele Mangiarotti, aveva reagito così: «Sono sacerdote da 40 anni, e ho incontrato, nel dialogo e nella confessione, tante persone omosessuali. In questo ministero mi ha aiutato l'atteggiamento della Chiesa, del Catechismo, e mi è sempre sembrato un sostegno che, nella verità e nella misericordia, ha aiutato le persone a un cammino umano e cristiano. E in questo non mi sono trovato né lento né poco rispettoso. E con me tanti altri confratelli. Non capisco proprio questo continuo mea culpa per colpe che non ho commesso!».
Allora, per uscire dall'ambiguità è bene che il cardinale Scola chiarisca cosa intenda per "lentezza" della Chiesa. Se leggo il Catechismo, non ci sono spazi per equivoci riguardo al rispetto e alla dignità delle persone con tendenze omosessuali. Né ci sono documenti che incitino alla discriminazione o siano accondiscendenti con eventuali violenze. Piuttosto, se guardiamo la situazione di tanti seminari, la realtà di alcune diocesi e settori della Chiesa, dovremmo piuttosto dire che c'è un colpevole ritardo nel rendersi conto della pericolosità di una certa acquiescenza nei confronti dell'omosessualità praticata e teorizzata. A maggior ragione, certe affermazioni stonano considerando l'omosessualizzazione forzata in atto nella nostra società.
Per cui chiediamo ancora una volta al cardinale Scola di parlare con chiarezza: cosa intende concretamente per «lentezza della Chiesa sulla questione omosessuale»?
===========================
TUTTA LA IPOCRISIA CRIMINALE: OMICIDA, DI UNA PRESUNTA LIBERTà DI RELIGIONE, IN TUTTA LA LEGA ARABA: DEI CRIMINALI, DOGMATICI MANIACI RELIGIOSI: PIù PERICOLI DI HITLER: TUTTI I NAZISTI SHARIAH PROTETTI DA ONU! ] [ Jordan deports American pastor, assistant's eviction pending. Published: November 14, 2014
Grace Church in Amman, JordanGrace Church in Amman, Jordan
World Watch Monitor. The Jordanian government without explanation jailed and deported an American pastor who has lived there for 16 years.
Jody Miller, pastor of Grace Church in Amman, was deported back to the United States on Nov. 6. His wife remains in Jordan. He is appealing the decision to the Jordanian Royal Court.
Miller was called in to the GID, Jordan's General Intelligence Department, for an interview with security officials on Nov. 4. According to his account, no interview took place. He sat for several hours, then officials came and handcuffed and blindfolded him, taking him to a jail cell.
Two days later he was deported from Jordan at his own expense.
Security officials are about to deport his assistant pastor, an Egyptian Christian named Maged. On Sunday, Nov. 9, Maged's passport was taken by GID officials, who ordered him to report to the Intelligence Department on Nov. 13.
After Maged reported to the Capitol Police Station in central Amman, church members confirmed to Miller that he was being held there as of Friday, Nov. 14. Intelligence officials would not allow him a visit or a message but stated he would be deported Saturday night or Sunday.
Officials said they will send him overland to Aqaba, a coastal city situated at the northeastern tip of the Red Sea. Maged then will be sent by ship back to Egypt.
"Their campaign is clearly seeking to close the church," Miller told World Watch Monitor.
Grace Church has provided humanitarian aid for the flood of Iraqi and Syrian refugees fleeing the Islamic State, also known as ISIS. Approximately 620,000 Syrian refugees and 30,000 Iraqis currently reside in Jordan.
King Abdullah II of Jordan, who has made the continued presence of non-Muslim religions in the Middle East a talking point in recent years, has also welcomed Iraq's Christians. Thousands fled Mosul in July when the Sunni militant group gave them the choice of conversion, paying a tax, or death.
Miller said his church spent more than $100,000 in aid last year for refugees. They gave them food, blankets, and mattresses. It currently assists 150 families a month.
Grace has provided refugee relief since 1995, but its efforts have increased since the Syrian civil war began in 2011, causing thousands to flee to Jordan.
But the pastor believes that his work among Christians and Muslims alike raised the ire of some government officials. They noticed that up to 75 Muslims attended Grace Church's Sunday services, over one-quarter of those in attendance. Church leaders say they do not target Muslims but serve all in need, regardless of religion.
No Jordanian law prohibits evangelicals from practicing their faith, but traditional interpretations of Islam prohibit apostasy, or leaving the faith.
"I wasn't the most popular person for many years, but with the current [ISIS] crisis maybe they felt more bold in making this move," Miller said.
GID officials appear to have set up the pastor for deportation. In September two intelligence officers came to Grace Church and told him they would offer their protection from fundamentalist Muslims. On the way out, one asked if he could take an Arabic Bible.
On Oct. 23 Miller got a call from the U.S. Embassy, informing him that the Jordanian Intelligence Department filed a complaint against him for distributing Bibles and threatening the Islamic country's "national unity." He was then called in for his meeting, handcuffed, and led to a jail cell.
"At the jail they immediately asked, 'Where is your passport? Do you have money for plane tickets?'"
Miller believes that they will continue to arrest and deport members of Grace Church until it shuts down.
A retired Jordanian official with ties to the Royal Court told World Watch Monitor that the reason for Miller's deportation was likely that he ignored the sensitivities of Muslims by preaching to them.
"Miller did not play by the rules there. It is a delicate situation. We need to play by the rules even if we cater [to] refugees from Iraq and Syria," said the former Minister of the Royal Court.
A Jordanian church leader who spoke with World Watch Monitor said the government deported Miller in a clumsy attempt to protect him. Jordan's security apparatus has cracked down on its homegrown militants and radical Islamists Located in downtown Amman, Grace Church is known to any would-be terrorists.
"Their desire is to protect him, but they could have done it in a much better fashion," he said. "They could say, 'Your life is in danger, please leave,' not just arrest him and treat him like a criminal. This is not the Jordan we know."
The Jordanian church leader also suggested that the decision to deport Miller came from high up within the Jordanian military structure. A lone lieutenant with a strong Muslim background could not have made the call to deport a foreigner on his own, he said.
Jordan's eviction of Miller resembles a similar incident in 2007, when the government deported 27 foreign evangelical missionaries, seminary students, pastors, and teachers. The forcibly evicted Christians said intelligence officers questioned them about evangelizing Muslims.
In 2003 Amal Bijani, the Arab pastor of Grace Church who preceded Miller, was also arrested. He was deported before the beginning of America's invasion of Iraq. Sources told World Watch Monitor that Jordan's intelligence service likely did this when they thought the international media and human rights watchdogs were too distracted to notice.
Although long hailed as a model for tolerance in the Middle East, Jordan's government has faced pressure from three sources for the last year: the strain of hosting a million Iraqi and Syrian refugees, turmoil in surrounding nations caused by ISIS, and radical Islam within the nation. Approximately 2,000 Jordanians have fought in Syria for Islamic militant groups, according to the London-based International Center for the Study of Radicalization.
In June, King Abdullah amended a tough anti-terror law to criminalize open activity or recruitment for ISIS. Under the amendment, dissidents and Islamists alike have been arrested without charges. https://www.worldwatchmonitor.org/2014/11/article_3476855.html/
Syrian Christians have wedding despite IS threat

Just 15 miles away from territory now occupied by Islamic State, the Syrian Christians of Qamishli gathered in the Church of the Holy Virgin for the wedding of Malek Aissa and Ilana Hacho.

At the wedding priests told the Independent how IS has brought their church to its knees.

The city Qamishli is isolated in the far north-east of Syria; the land to the east is defended by armed Syrian Kurds, but the Turkish border is closed, and the rest area is held by IS.

About 3,000 Christians have left the city and now 5,000 remain but many of them are talking of leaving.

"When the Christians had to flee Mosul and the valley of Ninevah, the Christians here thought that what happened in Iraq would happen here in Qamishli," said Syrian pastor Fr Saliba who told the Independent he has already lost almost half of his own parish.

Source: The Independent

Nigergian army back in control of Chibok

The Nigerian army has retaken Chibok after it fell to Boko Haram militants on 13 November.

A local official told Al Jazeera that vigilantes joined forces with the army to push back Boko Haram militants two days after their attack, but added that the town is still not safe for residents to return.

"At the moment Boko Haram are out of town," but, the official added, that they "don't know what will happen next."

Thousands of Chibok residents fled to the safety of the garrison town of Damboa, 22 miles to the north.

Source: Al Jazeera, BBC
Boko Haram seize Chibok

Boko Haram militants have seized Chibok, the Nigerian town where they abducted more than 200 schoolgirls earlier this year.

Fleeing residents told the BBC that militants attacked and took control of the largely Christian town on Thursday. Over recent months Boko Haram has repeatedly attacked nearby villages.

Security forces ran away when the insurgents attacked, according to Ali Ndume, a Borno state senator.

Enoch Mark, a Christian pastor whose daughter and niece are among the 219 girls still being held, told the news agency, AFP on Friday that Boko Haram 'are in control' of the town.

 Analysis: Distinction between 'moderate Islamists' and 'militant extremists' is misleading for Western governments
 Published: November 14, 2014

 The fight against Islamic State is now a top-priority of the international community. Islamic...
 Jailed Egyptian convert awaits appeal hearing
 Published: November 12, 2014 by Barbara G. Baker
 Mohammed Ahmed Hegazy Taken August 2007

 A jailed Egyptian Muslim convert to Christianity is scheduled Sunday, Nov. 16 to appeal his...
 Pakistani Christian couple brutally killed by mob for alleged 'blasphemy'
 Published: November 05, 2014 by Asif Aqeel

 A Pakistani mob beat to near-death a Christian and his pregnant wife for her alleged 'blasphemy',...

 Second Turkish trial implicates authorities in planned attack on church leaders
 Published: November 04, 2014
 Tension simmers following attack on Christians in troubled Bastar
 Published: November 03, 2014
 Turkish public education system to offer class in Christianity for first time
 Published: October 30, 2014
 'We're tired, so tired...there's so much to do and we're only human'
 Published: October 29, 2014
 India minister says no special caste status for Christians
 Published: October 27, 2014
 Malatya murder trial defendants exploit Turkish government 'witch-hunt'
 Published: October 22, 2014
https://www.worldwatchmonitor.org/
 Jailed Egyptian convert awaits appeal hearing
 The UN Mission in Mali honors Nigerien peacekeepers killed on October 3, 2014.
 As UN targeted by Islamists in Mali, Bishops urge...
 ISIS,
 Iran appears to fight Islamic State, but are their...
 A Chibok mother cries over her missing daughter in August.
 Claim of truce raises hope that kidnapped Nigerian...
 Pastor Crodward Edwar (centre) at a press conference about the Bukoba murder
 Tanzanian teacher murdered in church, pastor and...
=================================
Perché sono tutti contro Asia Bibi?
Come è possibile condannare a morte per blasfemia una donna se non esiste neanche una prova? Corrado Paolucci Like Aleteia
Il racconto del marito di Asia Bibi, Ashiq Masih, è emblematico.
Ashiq, come racconta Tempi.it (20 ottobre), era presente in aula quando il giudice di appello ha confermato la condanna a morte per la cristiana accusata ingiustamente di blasfemia. A colloquio con la ong British Pakistani Christians, l'uomo rivela i dettagli della drammatica vicenda: «c'era anche un gran numero di imam e leader islamici che gridavano in continuazione: "Blasfemi!" e "Uccidetela!"».
Giudici sotto pressione
Una testimonianza che mostra quanto i giudici fossero sotto pressione degli estremisti islamici, che più volte hanno minacciato di morte e perfino ucciso fuori dal tribunale avvocati, imputati e giudici. «Questo processo di appello era un raggio di speranza ma il rigetto dell'appello ha distrutto la mia fiducia nel sistema legale pakistano». Ashiq ha poi aggiunto: «Non ho detto ai miei figli della sentenza della corte. Come potevo? Sono troppo spaventato della loro possibile reazione. Già adesso sono tutti molto depressi: ci aspettavamo infatti che a breve sarebbe tornata a casa».
Ora c'è ancora una possibilità per Asia Bibi ed è la Corte suprema: «I miei legali sono estremamente fiduciosi che la Corte suprema annullerà questa sentenza» conclude il marito.
E si spera che la Corte possa farlo "prendendo in considerazione tutti gli aspetti del caso". Lo scrive in un appello la Commissione per i diritti dell'uomo del Pakistan (Hrcp), autorevole ong che ha avuto i suoi martiri nella battaglia ingaggiata contro la legge anti-blasfemia, utilizzata spesso contro i cristini, come nel caso di Asia Bibi. In un comunicato la Commissione sostiene che "il risultato dell'appello di Asia Bibi all'Alta Corte ha deluso molti ed ora tutti gli occhi sono puntati sulla Corte Suprema". "Il Pakistan - si dice ancora - è in una situazione difficile perché la legge sulla blasfemia, ed il modo in cui viene applicata, non sono stati sottoposti ancora ad una necessaria revisione. (Avvenire, 21 ottobre)

Ma come è possibile condannare a morte per blasfemia una donna, se non c'è neanche una prova?
http://www.aleteia.org/it/dal-mondo/articolo/perche-sono-tutti-contro-asia-bibi-5271303732854784?utm_campaign=NL_It&utm_source=daily_newsletter&utm_medium=mail&utm_content=NL_It-22/10/2014
Su questo punto è intervenuto Haroon Barkat Masih, direttore della "Masihi Foundation", impegnata in Pakistan per il miglioramento della vita dei cristiani e anche nella difesa di cristiani ingiustamente accusati di blasfemia: "Ci sono troppi interessi in gioco dietro al caso di Asia Bibi. Troppi poteri forti e troppe pressioni che, alla fine, coprono e finiscono per calpestare la verità dei fatti", ha detto in un colloquio con l'Agenzia Fides. "La corruzione e il desiderio di sfruttare il caso per fini economici è un altro aspetto presente" aggiunge Haroon Barkat. Il direttore ricorda infine che alla Corte Suprema la sentenza di condanna può essere ribaltata e che, anche in caso di condanna, il Presidente del Pakistan avrebbe sempre potere di concedere la grazia.
http://www.aleteia.org/it/dal-mondo/articolo/meriam-e-salva-e-asia-bibi-5870454833152000
LEGGI ANCHE ASIA BIBI, IL PUNTO SU UNA VICENDA ANCORA TERRIBILMENTE IRRISOLTA.
============================
http://italian.ruvr.ru/
Nel 2015 gasdotti collegati tra Ungheria e Slovacchia 8:10
Russia: basta giudizi sulla situazione ucraina basati solo su ipotesi 7:44
Sanzioni UE: nella lista anche i Leader di Donetsk e Lugansk 7:15
La NATO non vede gli sforzi di Mosca per stabilizzare la situazione Ucraina 6:37
Il Ministero degli Esteri francese: "Mistral" è ancora sotto la bandiera francese 6:00
Putin discute al Forum ONF lo sviluppo dell'economia russa 1:38
Kiev considera inutile un nuovo accordo di pace sul Donbass 1:15
Mosca è preoccupata per la morte di civili in Siria per attacco USA all'ISIS 0:47
Ministero degli Esteri della Finlandia: inappropriate nuove sanzioni contro la Russia 0:14
La Corte Suprema vieta in Russia il "Settore destro" 23:34
Espulso dalla Russia un dipendente dell'Ambasciata tedesca a Mosca 22:59
La Repubblica Ceca sostiene le sanzioni UE contro la Russia 22:25
http://italian.ruvr.ru/
Ucraina, sanzioni, UE: intervista del presidente Putin alla Tv tedesca ARD
Nell'intervista al canale televisivo tedesco ARD, Vladimir Putin ha risposto alle domande sulla situazione in Ucraina, sulle sanzioni e sui rapporti della Russia con l'Ue. L'intervista è stata registrata il 13 novembre a Vladivostok. (Pubblicata con tagli.)
Il G20 di Brisbane finisce con un pareggio
Il G20 di Brisbane finisce con un pareggio
Vladimir Putin è soddisfatto dei risultati del G20. Secondo il presidente russo, il vertice è stato ricco di contenuto e si è svolto in un clima benevolo. Putin l'ha dichiarato nel corso della sua conferenza stampa dedicata ai risultati del G20 terminato a Brisbane, in Australia.
"Rivoluzione arancione", dieci anni di delusione
http://italian.ruvr.ru/
La "rivoluzione arancione" in Ucraina è diventata ormai sinonimo di delusione totale. Dieci anni fa a Kiev iniziarono le proteste, ma già un anno dopo gli ucraini non riuscivano quasi a ricordare perché erano scesi in piazza. Dei leader di questa "rivoluzione" oggi non si usa parlare.