Prophecies Jesus Yeshua fulfilled

IN CUL0 A DARWIN













IN CUL0 A DARWIN ORMA FOSSILE DI UOMO IN ORMA DI DINOSAURO! IO PROPONGO L'ERGASTOLO, E LA CONFISCA DELLE PROPRIETà, PER ALTO TRADIMENTO DELLA SCIENZA! CERTO DEVONO RESTITUIRE TUTTI I SOLDI CHE HANNO RUBATO ALLO STATO!




in cul0 a Darwin






















nessuno DELLE PSEUDO DEMOCRAZIE MASSONICHE DEL SIGNORAGGIO BANCARIO RUBATO DA ROTHSCHILD SI PROCCUPA DELLA TRAGEDIA UMANITARIA! QUESTA è TUTTA LA BRUTALE DEMOCRAZIA CHE LA MERKEL TROIKA CONOSCE! ] Slavyansk morto un bambino a causa dei bombardamenti dell'esercito ucraino. Nei bombardamenti di Slavyansk uno dei proiettili ha colpito una antica abitazione del 19° secolo dove viveva un bambino in tenera età. Il minore è morto lo ha riferito il locale Consiglio Comunale. Altri proiettili hanno colpito la cupola della chiesa nel centro della città con conseguente incendio.
Secondo il Consiglio Comunale solo nell'ultima notte a Slavyansk sono state uccise cinque persone fra civili e miliziani. Fra i danni subiti una delle stazioni di servizio di Slavyansk è esplosa dopo essere stata colpita da un colpo di mortaio.
due osservatori dell'OSCE arrestati in Ucraina orientale si trovano nella città di Sievierodonetsk. Lo ha detto uno dei Leader dell'autoproclamatasi Repubblica Popolare del Donetsk Andrey Purgin. Purgin ha spiegato che i rappresentanti della missione rappresentano la garanzia che la città non sia attaccata o bombardata dall'esercito ucraino. Il Segretario Generale dell'OSCE Lamberto Zannier ha detto precedentemente che gli osservatori fermati in Ucraina sono vivi e stanno bene. Le truppe ucraine nella notte di domenica hanno nuovamente bombardato il villaggio di Semenovka nei pressi di Slavyansk. Secondo la milizia del popolo nei bombardamenti sono stati utilizzati i lanciarazzi multipli "Grad". In precedenza l'esercito ucraino aveva utilizzato obici semoventi. Il vice Primo Ministro della Repubblica Popolare del Donetsk Andrey Purgin ha già riferito che i residenti di Semenovka hanno lasciato le loro case. L'esercito ucraino ha bombardato centro di Slavyansk lo ha detto il portavoce del Sindaco del popolo Stella Khorosheva. Ha dichiarato che uno dei proiettili è esploso vicino all'edificio del comitato esecutivo. Informazioni su vittime e feriti non sono ancora disponibili.
I militari ucraini hanno usato obici e mortai semoventi Tulip. A Slavyansk sono state segnalate interruzioni alle comunicazioni mobili. Ci sono seri problemi con l'acqua potabile che è disponibile solo a coloro che hanno hanno pozzi. Inoltre nella maggior parte della città non c'è elettricità. L'esercito ucraino di notte bersaglia la città con razzi.

[THIS IS WHY I PHARISEES Bildenberg ROTHSCHILD ILLUMINATI 322 SPA IMF NWO WE ARE DOING INVADE BY ISLAMIC to be able to REMOVE THE DEMOCRATIC RIGHTS TO ALL DEFINITELY! ][ ECCO PERCHé I FARISEI BILDENBERG CI STANO FACENDO INVADERE DAGLI ISLAMICI PER POTERCI TOGLIERE LE PREROGATIVE DEMOCRATICHE A TUTTI DEFINITIVAMENTE! ] London Muslim Patrol aims impose Sharia law
Malak The Atheist JMan 30 minuti fa. Islam is not a religion of peace! It is time to open your eyes and see the true intentions of Muslims following Islam.
Video is not the best quality but you can see what is going on. This is happening in London and all over Europe and if something is not done soon we will loose all our freedoms. If you want to keep your freedom you need to find a way to legally fight this oppression that is happening where ever Muslims go. Video Length 3:37
Wilko Lunenburg 10 minuti fa. They managed to get themselves a new name in the Netherlands: "haatbaarden" with translates into "hate beards". It is easy to see why.
London Muslim Patrol aims impose Sharia law
Malak The Atheist JMan 30 minuti fa. L'Islam non è una religione di pace! E 'ora di aprire gli occhi e vedere le vere intenzioni dei musulmani seguenti dell'Islam.
Il video non è la migliore qualità ma si può vedere cosa sta succedendo. Questo sta accadendo a Londra e in tutta Europa e se qualcosa non è fatto presto ci perderemo tutte le nostre libertà. Se volete mantenere la vostra libertà è necessario trovare un modo per combattere legalmente questa oppressione che sta accadendo in cui i musulmani mai andare. Lunghezza video 03:37 ] Wilko Lunenburg 10 minuti fa. Sono riusciti a farsi un nome nuovo in Olanda: "haatbaarden" con traduce in "barbe odio". E 'facile capire perché. /watch?v=x_NP3o9b2Ng&feature=gp-n-o

Benjamin Netanyahu - tu devi sapere che per il nostro popolo degli ebrei due giorni fa io ho pianto di commozione sull'ultimo capitolo del profeta OSEA dove Dio mi dichiarava i suoi sentimenti per il popolo degli ebrei.. ciao

Benjamin Netanyahu --- Teresa Musco ( è morta a Benevento agosto 1976 ed io avevo 16 anni lei era troppo malata ed infatti poco dopo morì tuttavia lei si affacciò alla finestra e mi guardò come se qualcuno la guidava a cercare qualcosa di particolare ma lei guardava tra tutti proprio me.. questo meravigliò i presenti perché lei era una persona molto discreta! ) Teresa Musco morta nel 1976 all'etá emblematica di trentatré anni é una grande mistica cattolica dell'età contemporanea che si è offerta come anima vittima in riparazione dei peccati dell'umanità.. Teresa nacque il 7 giugno 1943 in una povera casa a Caiazzo in provincia di Caserta.

ADORAZIONE DEL SS. SACRAMENTO con Suor Faustina ] LETTERA IV IL SANTISSIMO SACRAMENTO DELL'ALTARE Gesù confido in Te!
06. 08 1942. Carissime Sorelle in Cristo Visitando otto anni fa la Terra Santa sono rimasto particolarmente impressionato dalla vista sul Monte Tabor del luogo della Trasfigurazione del Signore. Il Signore Gesù consapevole dell'avvicinarsi della Sua passione volle consolidare nella fede nella sua divinità gli apostoli prescelti (Pietro Giacemmo e Giovani) e si manifestò loro in tutto lo splendore della Sua gloria e della maestà. Offrendo in quel luogo a Dio il sacrificio incruento mi sono ricordato o meglio mi sono reso conto che il Cristo Signore fa il miracolo della Trasfigurazione ogni giorno non solo davanti agli Apostoli prescelti ma davanti a tutti i presenti in tutti i nostri santi templi durante la santa messa ove benché non manifesti apertamente lo splendore della Sua gloria e maestà operando la transustanziazione del pane in carne e del vino in sangue risveglia la nostra fede agli stessi sentimenti che ebbero gli apostoli sul Monte Tabor. Il santissimo sacramento è la manifestazione dell'illimitata misericordia di Dio. La misericordia di Dio consiste nel rivolgersi del creatore alle creature allo scopo di farle uscire dalle miserie e cancellare le mancanze. Ebbene nel santissimo sacramento dell'altare la parola eterna "per la quale tutto si è fatto" non solo si rivolge ma si offre come dono perfetto alla gente donandosi continuamente con la Sua somma saggezza potenza e generosità. "Prendete e mangiatene questo è la mia carne" – dice il Salvatore. Com'è straordinaria questa espressione! Nutrirsi di Dio incarnare in sé Dio diventare il tabernacolo vivente di Dio ricevere il corpo di Gesù il quale morì sulla croce giacque nella tomba salì al cielo siede alla destra del Padre ove è la gioia degli angeli la gloria del cielo lo stupore degli spiriti benedetti. Assieme al corpo c'è il sangue l'anima e la divinità che ne sono inseparabili. "Fate questo in memoria di me" – cioè prendete il pane dite come dico io: "Questo è il mio corpo" e in quel momento il pane diventerà il Mio corpo sulle mani di tutti i sacerdoti senza eccezione perché la potenza delle Mie parole non dipende dai meriti di colui che le pronuncia. Questo sarà il Mio corpo per tutti i secoli in tutti i luoghi Mi moltiplicherò su milioni di altari in miliardi di ostie e particelle però in ognuna rimarrò intero vivo presente con umanità e divinità. Come si può estrinsecare la perfezione di quel dono misericordioso come paragonarlo con qualunque altro? Gli altri doni di Dio anche tutti i sacramenti trapassano ma il santissimo sacramento è un dono continuo che dura in ogni momento sia di notte sia di giorno fino alla fine dei tempi. Egli rimane con noi pronto ad ascoltarci continua ad intercedere per noi presso al Padre celeste a contemplare le Sue perfezioni a lodarle si umilia nel nostro nome per dare gloria a Dio continua a ringraziare nel nostro nome implora il perdono dei nostri peccati ricompensa e rende soddisfazione incessantemente si offre come il nostro mediatore davanti
al Padre celeste per allontanare il colpo della giustizia ed ottenere la misericordia. Quando il nostro emisfero è sommerso nel sonno nell'altro emisfero i sacerdoti tengono in mano l'olocausto per i peccati del mondo. In tal modo il nostro mediatore è continuamente sospeso tra il cielo e la terra dinanzi al Padre celeste coprendo il mondo peccaminoso con le sue piaghe come lo vide suor Faustina in un'estasi. Noi lo dimentichiamo Egli non cessa di ricordarsi di noi; noi lo offendiamo Egli persiste ad offrirsi per noi; noi lo attristiamo Egli ci consola; noi cadiamo sotto i colpi delle tentazioni Egli continua ad alzarci ci fortifica e ci chiama: "Venite da me che siete affaticati ed oppressi ed io vi darò sollievo". Possiamo perciò arguire che il Santissimo Sacramento è un dono continuo della misericordia; che il nostro cuore sarebbe duro se non si spronasse all'amore ed alla gratitudine sempre più grande verso Gesù nostro Signore e la santa comunione ricevuta in maniera sempre più dignitosa. Ella è un tesoro infinito di grazie che possiamo ricavare ininterrottamente senza mai diminuire con cui possiamo ripagare i nostri debiti e soddisfare le nostre necessità e quelle del mondo intero.

ADORAZIONE DEL SS. SACRAMENTO con Suor Faustina ] LETTERA IV IL SANTISSIMO SACRAMENTO DELL'ALTARE La misericordiosa offerta da Cristo nostro Signore alla gente nel santissimo sacramento è la manifestazione della saggezza della potenza e della generosità divina. La saggezza sta nel trovare il fine adeguato ed i mezzi che consistono in tutto ciò che troviamo nel sacramento dell'Altare. Il Signore Gesù è tornato al Padre però non ci abbandona ha nascosto il suo splendore sotto il velo eucaristico donandoci la possibilità di esercitarci con fede in ciò che non vediamo ci insegna indossando su di Sè la semplice forma del pane la semplicità e la modestia nel modo di vestirci ci insegna l'umiltà la vita nascosta il distacco dal mondo il sacrificio e il rinnegamento della propria volontà nell'obbedienza il rinnegamento dei beni materiali nella povertà; ricevendoLo sotto la forma di nutrimento c'incoraggia ed esercita non solo a rimanere strettamente uniti a Lui ma a lasciarci costantemente trasformare e edificare. La saggezza eterna ci ha preparato una lezione esplicita sulla misericordia di Dio che continua a persistere a rialzare l'uomo volto a partecipare alla vita divina ed all'unione sempre più stretta col Redentore.
La potenza divina si manifesta nei miracoli che si ripetono continuamente nel santissimo sacramento: il miracolo della trasfigurazione del pane nell'essenza del corpo di Cristo e del vino nell'essenza del Suo sangue il miracolo della presenza Sua sugli altari senza cessare di rimanere nel cielo il miracolo della Sua presenza in ogni particola anzi in ogni particella il miracolo della forma del pane e del vino che mantengono il proprio gusto e colore il miracolo che tutto ciò succede dopo che il sacerdote ha pronunciato sull'altare le parole di consacrazione.
Sant'Agostino riflettendo sulla potenza divina che si manifesta nel sacramento dell'altare esclamò: "Iddio benché Tu fossi il più saggio non potresti fare niente di migliore; sebbene Tu fossi onnipotente non potresti fare niente di più perfetto; ancorché Tu fossi il più ricco non avresti niente di più prezioso che il Santissimo Sacramento". San Giovanni apostolo nel suo Vangelo fin dall'inizio parla della Parola Eterna che si fece carne e venne ad abitare in mezzo noi e cominciando il racconto dell'Ultima Cena in cui fu instaurato il Santissimo Sacramento innanzitutto ricorda che Dio Padre aveva dato nelle mani del Figlio ogni potenza e forza.
Riconosciamo la generosità di uno che ci ama dal dono offertoci particolarmente quando non c'è dovuto e quando non aspettiamo niente da costui. Da Gesù nostro Signore non c'è dovuto niente; nonostante ciò Egli ci dona non solo le grazie ma se stesso. Ci si dona in un modo che rovescia tutte le leggi della natura tramite i miracoli più straordinari umiliandosi per la sua misericordia sopportando disonore insulto sacrilegio come risulta dal giorno in cui ha stabilito il santissimo sacramento. Che cosa aspettava? Sapeva che dalla gran parte della gente avrebbe ottenuto indifferenza tiepidezza abbandono talvolta le peggiori insolenze e bestemmie. Malgrado ciò lo accettò per la sua misericordia. Mediante il sacramento dell'altare continua a mantenersi la relazione tra il cielo ed il purgatorio. Per un verso il Salvatore nell'offerta della santa messa si dona al Padre celeste per l'umanità per alto verso il Padre celeste ci dona il Suo Figlio nella santa comunione la cui l'efficacia si stende su vivi e morti. Ai vivi dà forza consolazione e gioia alle anime sofferenti nel purgatorio tramite le nostre preghiere dà sollievo li addolcisce nelle sofferenza. L'esperienza ci convince
di questa verità. L'anima che vede che Dio le si dona per prima sente come la cosa giusta donarsi a Lui completamente. Non solo lo desidera ma è piena di buona volontà e di santo zelo che la trasformano che le fanno trovare la gioia nei sacrifici e la forza per superare gli ostacoli.
Il Sacramento dell'Altare non solo rialza l'anima ma anche indebolisce il nemico perché come dicono i Padri del Concilio di Trento indebolisce il fuoco della passione e decresce l'impulso della carne. Oh quale tristezza ci sarebbe stata senza il santissimo sacramento! Nelle Chiese niente avrebbe parlato al nostro cuore (come si vede nelle chiese protestanti). Il mondo sarebbe stato un esilio senza la consolazione nelle sofferenze senza la luce nelle tenebre e senza consiglio nei dubbi. Il santissimo sacramento invece cambia tutto in gioia: le chiese diventano il paradiso ove si può pregustare la patria ed ove si può inneggiare con il salmista: "Quanto sono amabili le tue dimore \ Signore degli eserciti! \ Il mio cuore e la mia carne \ esultano nel Dio vivente." (Sal 84 2.3b)
Come siamo felici malgrado le calamità dell'ambiente.
Come siamo sicuri nonostante i pericoli. Come siamo ricchi anche se la miseria ci circonda! Come siamo forti malgrado l'enormità dei nemic!
Come siamo gioiosi a dispetto del fiume di lacrime! Come sono straordinarie la gloria e grandezza in noi nonostante l'umiliazione e il disprezzo. Dio ci rende onore scendendo dalla dimora della Sua gloria per poterci visitare ed esserci compagno nel nostro pellegrinaggio.

Per Sua misericordia ogni giorno si ripetono questa discesa e visita Sua in tutti i templi: anche adesso in vari posti Egli si fa quasi prigioniero solitario perché possiamo avere facile acceso a Lui perché Egli possa ascoltare le nostre richieste. Quale questa gloria è per noi! Tramite il santissimo sacramento si realizza la comunione dei santi sulla terra nel cielo e nel purgatorio. Come due misure equivalenti ad una terza sono uguali tra di loro così tutte le anime che ricevono lo stesso corpo del Salvatore nell'unico amore di un solo sposo si uniscono strettamente nonostante lo spazio terreno ed il diverso stato di vita dopo la morte. In Lui ci uniamo con i santi nel cielo da cui otteniamo aiuto. In Lui ci uniamo anche con le anime del purgatorio ed a loro assicuriamo consolazione e refrigerio. "Per ipsum cum ipso et in ipso" – per Cristo con Cristo ed in Cristo si realizza la comunione dei santi come professiamo nel nostro Credo. I santi nel cielo gioiscono soprattutto per l'umanità di Cristo sempre presente anche nel santissimo sacramento per il Suo dolcissimo volto sorgente di ogni loro bellezza bontà e felicità per il Suo cuore la cui la misericordia essi hanno sperimentato su di sé. Gioiscono delle Sue ferite attraverso le quali leggono con quale prezzo sono stati ripagati i loro tradimenti. Come un naufrago sopravvissuto quando già nel porto con gioia e gratitudine rinfrancato dal timore dei pericoli passatiti si stringe ai piedi di colui che si è gettato nella corrente per salvarlo con lo stesso trasporto essi inneggiano quegli inni di ringraziamento che Giovanni sentì e scrisse nell'Apocalisse: "A Colui che siede sul trono e all'Agnello lode onore gloria e potenza nei secoli dei secoli" (Ap 5 13) "(…) perché sei stato immolato e hai riscattato per Dio con il tuo sangue uomini di ogni tribù lingua popolo e nazione e li hai costituiti per il nostro Dio un regno di sacerdoti e regneranno sopra la terra." (Ap 5 9). Anche noi sulla terra gioiamo della presenza del Cristo-Uomo sui nostri altari e pur non vedendoLo direttamente grazie alla fede vi ritroviamo i Suoi tratti con le perfezioni divino-umane e tramite Lui ci uniamo ai santi nel cielo e alle anime che del purgatorio sotto la sua giustizia e intercediamo per loro alla Sua misericordia. Nel santissimo sacramento veniamo continuamente innondati dalla misericordia di Dio. Ciò ci obbliga a rispettarLo e amarLo a fare la santa comunione di frequente ed in modo degno a visitarLo nella Chiesa. "Quanto è terribile questo luogo!" (Gn 28 17) disse Giaccone dopo essersi svegliato dal sonno in cui aveva visto la scala che univa la terra al cielo. Tanto più può rispettare queste parole un cristiano credente di fronte al tabernacolo in cui viene conservato il santissimo sacramento. "Questa è proprio la casa di Dio" (Gn 28 17) cui si deve la somma gloria. Quanto più il Signor Gesù si umilia nel santissimo sacramento tanto più dobbiamo renderGli onore. Il Padre celeste ce ne diede esempio quando fece scendere gli angeli verso la mangiatoia del figlio perché onorassero il re dei re e perché annunziassero la Sua gloria a quanti abitavano nelle vicinanze. Sulle rive del Giordano aprì il cielo e rese testimonianza ai peccatori del Suo amatissimo figlio di cui si era compiaciuto. Quando la malizia umana Lo inchiodò in croce e Lo coprì di sommo disprezzo il Padre celeste fece oscurare tutta la terra resuscitare i morti mentre un terremoto spezzava le rocce. Questo ci spiega quanto grande dovrebbe essere il nostro amore nei confronti del Signore Gesù che si è umiliato nel santissimo sacramento perché lì davvero si è voluto umiliare. Nella mangiatoia almeno aveva la forma di un neonato sulla croce conservava la forma umana invece qui non ha più niente di simile all'uomo e tanto meno a Dio. Agli occhi umani ha una forma poco pregevole in cui comunque è nascosto un raggio della stessa grandezza che illuminò Mosè sul Monte Sinai ed i discepoli sul Monte Tabor. Questa particola sulla patena contiene Dio infinito che i cieli non sono in grado di racchiudere in se stessi. Quanto grande è la Sua umiliazione per cui tante anime pie tra cui suor Faustina videro gli eserciti degli angeli rendere onore senza sosta al re dei cieli ivi nascosto come san Giovanni Evangelista quando vide ventiquattro vegliardi con quattro esseri viventi di fronte al trono (Apocalisse 4 e 5.6)! Tutto questo ci fa capire quale dovrebbe essere il nostro rispetto nei confronti del santissimo sacramento. Qui davanti al quale tutto il cielo trema e Gli rende onore possiamo noi stare con la mente dispersa ed il cuore indifferente con un vestito inadeguato e futile?. Non siamo soltanto i servi del Signore ma anche debitori di fronte al giudice creature di fronte al creatore. Noi siamo polvere e cenere della terra. Perciò santa Teresa di frequente ripeteva in monastero: "Mie sorelle dovreste essere di fronte al Santissimo Sacramento come le anime benedette nel cielo". Suor Faustina invece di fronte al santissimo sacramento sempre quando nessuno la guardava rimaneva in ginocchio con le mani incrociate. Da un tale rispetto esteriore sgorga l'effusione della pietà interiore perché un atteggiamento esteriore influisce sul raccoglimento e Dio lo ripaga subito e rende in sovrabbondanza all'anima la grazia della pietà e dello zelo. Da un tale rispetto deriva anche l'insegnamento necessario al prossimo un certo tipo di apostolato verso coloro che ci osservano. All'opposto la mancanza di rispetto in chiesa o cappella troppa libertà sussurrio raffreddano ed inibiscono la pietà negli altri e in certi casi causano titubanza nella fede.
Il nostro secondo obbligo verso il santissimo sacramento è l'amore nei confronti di Gesù Cristo ivi presente. Molte le ragioni. Lì è presente il padre della misericordia Dio degno d'amore tanto sulla terra quanto in cielo ove gli angeli ed i santi proprio nell'amarLo trovano la più grande felicità. Lì è presente Dio per la Sua misericordia quale gli angeli non hanno sperimentato su loro stessi come noi per Sua misericordia. La riflessione su questo è il mezzo migliore per risvegliare l'amore. Lì è presente Dio-Uomo il più bello ed il più perfetto tra i figli dell'uomo. Questa presenza di Cristo tra gli uomini ha per alcuni aspetti di più ragione di essere che quella in cielo. Perché nel cielo non viene umiliato si trova al Suo posto all'apice della gloria che riceve dagli angeli e dai santi per i quali come ho già detto la sua umanità è fonte di felicità permette inesprimibile. Qui per sua misericordia discende dall'alto si dona ai peccatori che non lo amano di parlare con Lui di riceverLo pur esposto a disprezzo ingiuria e sacrilegio. Nel cielo è come il re sul suo trono invece qui si fa la vittima per i peccatori per i servi che si sono ribellati; si fa il mediatore che implora la misericordia e li protegge dalle pene divine. Oh come siamo poco o niente riconoscenti se non siamo pieni d'amore verso il nascosto prigioniero eucaristico a cui ci abituiamo e che totalmente dimentichiamo! Per questo bisogna esaminare il proprio comportamento ed imitare Santa Maria Maddalena de Pazzi Santa Catterina di Siena Santa Teresa e gli altri cuori giusti che avevano un grande amore verso il santissimo sacramento.
L'amore dovrebbe dare un valore ad ogni momento che possiamo trascorrere in adorazione
in chiesa oppure almeno col pensiero volto al santissimo sacramento durante il lavoro. L'amore ci spinge a fare un'ora santa durante la giornata o almeno per settimana dove offrire tutte le nostre azioni (preghiere impegni passatempi) al prigioniero eucaristico in espiazione dei peccati. L'amore fa sì che nonostante i lavori più impegnativi l'anima si unisca a Lui con le giaculatorie. Gli offre le sue sofferenze umiliazioni difficoltà e pesi. Prima di tutto l'amore ci prepara ad ascoltare degnamente la santa messa durante la quale viene celebrata l'eucarestia e si compie quella meravigliosa trasfigurazione che ci spinge alla nostra trasfigurazione interiore ad estirpare i vizi le imperfezioni e tanto di più i peccati e ad innestare e praticare le virtù che sono necessarie anzi indispensabili a rinnovare l'immagine e la somiglianza divina. Lo potremo fare esclusivamente in unione con Cristo Signore se Lo riceviamo spesso e devotamente nella santa comunione. Il terzo obbligo nostro verso il santissimo sacramento comporta l'impegno a una frequente
e degna comunione che è un mezzo salvifico sia per l' anima sia per il corpo. Anche se il peccato originale viene tolto con il santo battesimo e i peccati commessi col sacramento della penitenza nella natura umana rimangono le ferite dell'ignoranza la ferita della debolezza e dell'inclinazione al male della volontà le ferite della concupiscenza carnale dei desideri e del disordine in tutta la natura in cui non c'è più armonia tra le facoltà spirituali e corporali: le facoltà corporali disobbediscono alle facoltà spirituali le quali a loro volta disobbediscono alla volontà divina. Nessuno con i propri sforzi è in grado di far ritornare tale armonia. Soltanto la cura divina che agisce piano piano come un rimedio può arrivare a tal fine. Tale cura sta nel ricevere frequentemente la santa comunione perciò il Signor Gesù disse: "Io sono il pane vivo disceso dal cielo. Chi mangia di questo pane vivrà in eterno" vivrà qui sulla terra una vita piena armoniosa divino-umana e dopo la morte nella gloria eterna. "Chi mangia la mia carne e beve il mio sangue anche se muore vivrà in eterno". Tramite la santa comunione ci uniamo in modo il più stretto possibile con il Signor Gesù – Dio abita in noi e noi in Lui noi ci trasformiamo in Lui fino a diventare si può dire un solo corpo ed un solo sangue. Colui che Lo riceve degnamente è come un altro Cristo; non perché Cristo si sia trasformato in noi ma perché noi ci trasformiamo in Lui. RicevendoLo di frequente ci rendiamo conto che non è accettabile che la nostra lingua su cui si poserà il corpo di Gesù sparli oppure dica parole senza pensare; che il nostro corpo che sarà il vivo ciborio del santissimo sacramento sia inquinato dalla lussuria anche se minima; che il cuore che diventerà dimora divina abbia accesso a ciò che non è santo e puro. Perciò si capisce che la santa comunione smorza le concupiscenze estingue il fuoco del desiderio e così guarisce la nostra impotenza spirituale. La donna che soffriva di emorragia era sicura che sarebbe stata guarita dopo aver toccato il lembo del mantello del Salvatore. Quanto di più coloro che non solo ne toccano la veste ma decorosamente ricevono il Corpo ed il Sangue del Signor Gesù. Le parole sono inadeguate e inefficaci bisogna vivere e sperimentare i benefici del frumento degli eletti e del vino che dà la vita alle vergini come dice l'autore ispirato: "Chi mangia di me vivrà per me". Ciò significa che la sua vita non sarà più la vita né terrena né carnale ma la vita di Cristo Gesù; ne imiterà umiltà purezza obbedienza mitezza povertà e pazienza. Potrà ripetere con l'Apostolo Paolo: "Non sono più io che vivo ma è Cristo che vive in me". San Bernardo invece dice: "Se sperimenti meno rabbia invidia impurità e le altre ingiurie ringrazia di tutto ciò il Santissimo Corpo di Cristo Gesù". Per ottenere buoni effetti bisogna ricevere il santissimo sacramento degnamente. Soprattutto bisogna prepararsi bene sia per il Signore sia per noi stessi; per il Signore perché stiamo per ricevere il re dei re per noi stessi invece perché la comunione senza preparazione è causa di condanna. Non è possibile leggere senza tremore la parabola evangelica sul commensale al banchetto nuziale che privo dell'abito nuziale fu gettato fuori con le mani e i piedi legati nelle tenebre ove è pianto e stridore di denti. Questo abito nuziale è per noi la grazia santificante cioè la libertà dal peccato mortale e l'intenzione pura. I peccati veniali che senza la grazia particolare non si possono evitare non sono in sé un ostacolo perché il Signor Gesù li toglie con la Sua presenza. Se non sono volontari commessi con consapevolezza e volontà cattiva (per esempio l'attaccamento alle creature dovuto dalle occasioni liberamente scelte le piccole rabbie maldicenze ecc.) possono talvolta costituire un ostacolo che almeno abbassa se non toglie addirittura gli effetti buoni della santa comunione. Bisogna allora prendere su serio quel grande pensiero: "Mi preparerò alla santa comunione e perciò durante questa preparazione decido di compiere devotamente tutte le mie azioni di sera di notte e di mattino; occorre compiere di frequente atti d'amore verso Dio e chiedere se stessi chi è Colui che verrà a me e perché lo farà? Chi sono io?". Alla fine bisogna risvegliare in sé il desiderio di ricevere il Signore Gesù e quando non lo sentiamo chiedere questa grazia offrendo in cambio l'atteggiamento della Santissima Vergine e di tutti i santi. Ricevendo la santa comunione bisogna risvegliare l' atto di fede di speranza e carità dolore desiderio ed avvicinarsi con la grandissima umiltà piena di rispetto ripetere non solo con e labbra ma con attenzione le parole del centurione oppure quelle del figlio prodigo: "Ho peccato contro il Cielo e contro di te non sono più degno di essere chiamato tuo figlio" (Lc 15 19). L'amore pieno di fiducia sarà il coronamento della preparazione ed accompagnerà lo stesso atto. Talvolta non sperimentiamo tale amore allora possiamo chiederlo con fiducia: "Gesù confido in Te" Tuttavia l'amore di Dio non sta nel sentimento ma si racchiude nella volontà e nella disponibilità a servirLo e dedicarsi totalmente a Lui. Subito dopo la santa comunione evitiamo di parlare e nel raccoglimento ascoltiamo ciò che ci dice Gesù Cristo in un momento così prezioso e seguiamo il movimento della grazia. Dopo risvegliamo in noi l'atto di adorazione di meraviglia e amore. Umiliamoci di fronte all'infinita grandezza del Salvatore offriamo lode agli angeli e ai santi per completare i nostri onori indegni. Restiamo affascinati dalla misericordia di Dio che si abbassa alla miseria della creatura. Desideriamo appartenere solo a Gesù rinneghiamo tutto ciò che è terreno. Successivamente manifestiamo un atto di ringraziamento per quell'inesprimibile misericordia e supplichiamo lo stesso Salvatore affinché ringrazi il Padre celeste da parte nostra che siamo indegni. Chiediamo con semplicità e fiducia presentiamo a Lui sinceramente le nostre miserie e le varie mancanze le necessità del prossimo dei compatrioti dispersi nel mondo intero e dei sofferenti le necessità dei nemici e alla fine quelle di tutto il mondo. Questo è un momento in cui possiamo chiedere e ricevere tutto. Poi possiamo offrire noi stessi tutto ciò che abbiamo e che siamo perché ci guidi secondo la Sua volontà.
Alla fine facciamo un proposito adeguato che dovrebbe essere frutto della santa comunione. Tali atti dovrebbero durare circa mezz'ora. Si può accorciare quel tempo solo in caso di urgenza però anche in tal caso bisogna continuare di ritorno dalla chiesa oppure durante il lavoro o durante un dialogo inevitabile con un'altra persona. Diamo importanza al ringraziamento dopo la santa comunione perché lo esige la religiosità la gratitudine ed il nostro proprio interesse perché in questi momenti l'anima sperimenta la più grande dolcezza nel rapporto col Signore Gesù. Allora Egli è disposto ad illuminarla molto volentieri a riscaldarla commuoverla allora quel sacramento porta i frutti. Chi trascura il ringraziamento ostacola la grazia imita un povero che non vuole accettare l'elemosina che un ricco gli sta per dare. La comunione senza la preparazione e senza il ringraziamento adeguato non solo non porta frutto ma anche danno causando la tiepidezza spirituale volontaria. Allora colui che la riceve non esce dai vizi non fa progresso nel cammino della virtù abusa delle grazie divine di cui dovrà rendere conto. Per tale anima la religione non rappresenta nessun valore diventa fredda come marmo insensibile e dura come una pietra. Tale uomo non fa nessun tipo di penitenza cerca la consolazione nelle creature non pensa alla santificazione ed è incline alla caduta. "Perché tu sei tiepido cioè nè caldo nè freddo" dice lo Spirito Santo (Apocalisse 316). Attualmente tante persone rimangono senza la santa comunione nei luoghi lontani dalle chiese e dai sacerdoti per esempio in prigione in lavoro durante le vacanze ecc. Ciononostante si può usufruire dei frutti buoni di cui parlavo sopra ricevendo la comunione spirituale. Essa consiste nel fervente desiderio di ricevere il Signore Gesù mossi da un amore che ci riempie il cuore. Quella comunione di desiderio chiamata la comunione spirituale è molto utile all'anima perché risveglia l'inclinazione alle cose divine ed il desiderio a una vita perfetta dà la forza di esercitarsi nelle virtù e talvolta porta più profitto della stessa comunione sacramentale se ricevuta con meno amore. Oltre a ciò può essere ricevuta in qualsiasi luogo non solo nelle chiese e nella cappella ma anche a casa durante il lavoro ed in modo particolare durante la visita del santissimo sacramento. Il modo di ricevere la santa comunione è il seguente: in quel momento ci raccogliamo e col pensiero ci mettiamo di fronte al tabernacolo dove è racchiuso il santissimo sacramento. Risvegliamo gli atti di fede di speranza di amore di dolore di lode e di desiderio. Raffiguriamo con il pensiero il sacerdote che ci dà il santissimo sacramento. RiceviamoLo in spirito con grande umiltà rispetto ed amore fiducioso. Rendiamo poi grazie come dopo la Comunione sacramentale. Proprio con la comunione spirituale l'angelo del Signore nutrì suor Faustina tredici volte durante la sua malattia rivelandole come fosse gradita a Dio tale pratica che voi serve della misericordia di Dio praticherete e verso cui incoraggerete altre anime di buona volontà.
La visita al santissimo sacramento è il nostro quarto obbligo verso Gesù prigioniero eucaristico. Se Gesù fosse venuto visibilmente in un luogo sulla terra come fece in Giudea e lì avesse parlato con quelli a cui Egli avesse fatto una visita senza dubbio avremmo considerato obbligo ma anche motivo di gioia poter raggiungerLo. E se si fosse seduto tra di noi nella nostra città ed avesse detto: "Venite a me mi piace molto intrattenermi con voi" sicuramente avremmo considerato degno di pena colui che non Gli fosse andato incontro. La fede però ci assicura che in ogni santissimo sacramento abbiamo lo stesso Gesù davanti al quale si sono presentati i tre magi per prostrarsi alla Sua presenza davanti al quale si inginocchiano tutti gli angeli e che ci invita: "Venite da me tutti" "Chiedete e vi sarà dato" "I miei tesori sono inesauribili". "Qui riceverete le grazie non solo per voi stessi ma anche per i vostri vicini per le anime del purgatorio e per il mondo intero". La chiesa ci incoraggia a tale pratica. il modo presentarci a visitare il Signore Gesù nel santissimo sacramento può variare però sempre deve esserci la pietà esteriore ed interiore. La prima è condizione indispensabile alla seconda
la quale invece condiziona la possibilità di trarre profitto dalla visita. Prima dobbiamo raccoglierci e risvegliare la gioia di poter passare un attimo in compagnia con Signore Gesù. Successivamente rendiamo lode esteriore ed omaggi interiori. Dopo parliamo con Gesù con semplicità di tutto ciò che ci indica il cuore esprimiamo la nostra gioia e tristezza le difficoltà e le preoccupazioni. E se non sappiamo che cosa dire esprimiamoci con semplicità umiliandoci di fronte a Lui nella nostra miseria Gli presentiamo le nostre richieste quali mendicanti ai piedi
di un ricco le nostre necessità e quelle della chiesa quelle della patria del nostro popolo del prossimo e dei nemici. Passiamo di seguito a riflettere sulla vita del Salvatore nel santissimo sacramento sulla lode che Egli rende al Padre sulla Sua misericordia mitezza e pazienza verso gli uomini sulla Sua umiltà povertà e mortificazione e facciamo il proposito di vivere secondo nobili esempi. Allontaniamoci dal santissimo sacramento lasciamo il nostro cuore nel ciborio e controlliamo i sensi per non dissipare e disperdere le grazie ricevute. Se il tempo ce lo permetta recitiamo una decina del rosario. Compiendo i suddetti obblighi verso il santissimo sacramento voi quali serve della misericordia di Dio diventerete sempre più perfette trasformandovi interiormente. A questo invita il Signore Gesù nella Sua trasfigurazione in ogni santa messa.
Vi auguro questo e con questa intenzione prego per voi senza sosta.
Dedicato a Dio da don Michele

una lettera di Suor Faustina ] "Di generazione in generazione la sua misericordia si stende su quelli che lo temono Ha soccorso Israele suo servo ricordandosi della Sua Misericordia" (Lc 1 50.54)
Sulla terra tutto passa: passano irreparabilmente i giorni della vita avvicinandoci a quello della morte con la quale passeremo all'eternità; con la vita passa la gioia terrena che assomiglia vagamente a quella che ci aspetta nell'eternità ove prenderemo parte della pace eterna senza nessun turbamento e smarrimento. Colui che spesso ripeteva durante la vita "Gesù confido in Te" non verrà sorpreso dalla morte addormentato ma vigilante coi fianchi cinti fiducioso quasi come con la fiaccola accesa. Con l'ultimo respiro dirà "Gesù confido in Te" e subito dopo sentirà il richiamo delizioso: "Vieni benedetto alla gioia eterna". Ovviamente la fiducia non può diventare il quietismo oppure la fiducia esagerata. Soltanto se unita con la penitenza vera
e sincera essa diventa una capacità morale giusta.
Senza tale unione può trasformarsi nel peccato contro lo Spirito Santo insolenza che inibisce l'azione della grazia divina nell'anima. Peccare contro la fiducia nella misericordia di Dio è la più gran disgrazia perché come afferma l'autore di "Sì Padre" non tanto il peccato quanto la persistenza in esso è il male peggiore. Il quietismo inclina a tale persistenza. Perciò care sorelle in Cristo pronunciando le parole "Gesù confido in Te" dovremo fare tutto ciò che ci è possibile
al fine di corrispondere alla grazia di Dio e collaborare debitamente con essa. Innanzitutto in conformità con la regola senza una ragione importante non possiamo omettere la riflessione giornaliera che è indispensabile. Mediante essa si allarga e consolida la nostra conoscenza di Dio e della Sua misericordia manifesta a noi soprattutto attraverso la vita passione e morte del Signore Gesù attraverso la vita eucaristica del nostro salvatore nel sua dolcissimo cuore e in quello della Sua dilettissima madre che è la nostra madre di Misericordia. Bisogna comunque sapere che è meglio rimanere nella riflessione una mezz'ora intera senza sosta invece di pregare due volte al giorno quindici minuti. Nel primo caso si approfondisce di più nel secondo si perde tanto tempo per la preparazione e il raccoglimento senza i quali la riflessione solitamente è poco fruttuosa. E' bene conoscere particolarmente all'inizio il metodo di San Ignazio ed esercitarsene. Dopo ogni anima può fare la riflessione secondo il proprio metodo. La preghiera non è l'unico segno della nostra vita pia però rimane il segno sostanziale della nostra vera religiosità. Oltre a ciò bisogna ogni giorno fare l'esame di coscienza sia generale sia particolare la lettura spirituale della Sacra Scrittura e dei libri ascetici lo studio della teologia e del diritto canonico conoscere meglio la storia della nostra Madre Chiesa conversare su temi spirituali con le consorelle e su quelli riguardanti la vita interiore con la maestra rimanendo fedeli allo stesso tempo al compimento dei propri compiti familiari affinché la pace della casa non sia turbata.
Ciò non è facile però con l'aiuto di Dio e la buona volontà tutto si può migliorare lasciandoci guidare dalla prudenza che è la guida di tutte le virtù auriga virtutum. Soprattutto bisogna preoccuparci di realizzare debitamente tutto ciò che ci obblighiamo o ci obbligheremo a compiere attraverso i voti. Questa è l'aspetto più importante che dovrebbe diventare il principale oggetto dei nostri sforzi: "Il Signore Dio smarrirà colui che violenta la Chiesa di Dio" grida il profeta; mediante il voto la nostra anima e il nostro corpo diventano la chiesa di Dio la dimora dello Spirito Santo. Mediante il voto di castità che pronuncerete diventerete il tempio del Signore. Poiché, a Maria tempio vivo Dio diede il privilegio di essere l'Immacolata Concezione pensate quanto voi quali spose del Salvatore dovete cercare di rimanere intatte nei pensieri nelle parole e nelle azioni.
Bisogna rigorosamente evitare le occasioni e le tentazioni e combatterle con tranquillità però con decisione fin dall'inizio dicendo subito: "Gesù confido in Te" nella condizione in cui vi trovate al momento. È difficile precisare l'oggetto dei voti di povertà obbedienza e pratica della misericordia perciò vi basti effondere una promessa. Anch'essa tuttavia deve essere praticata seriamente perché riguarda Dio. Cercherò di delineare il mio parere in proposito. L'oggetto del voto di povertà comporta rispetto ai beni temporali l'atteggiamento di distacco di chi sa di non poter disporre liberamente della proprietà legalmente ottenuta ma sempre in tutto parla con la maestra e chiede l'autorizzazione per attuare i propri progetti. L'oggetto del voto di obbedienza comporta la sottomissione della propria volontà se non in tutte le azioni il che attualmente è impossibile almeno in un ambito preciso scelto in accordo con la maestra. Si può per esempio limitare l'ambito dell'atteggiamento da tenere verso le persone con cui si vive quotidianamente genitori sorelle o fratelli e decidere di non far niente senza averle prima consultate oppure almeno di non fare quello chi a loro dispiace. Ovviamente solo se una tale decisione non coincide con un'altra già precedentemente convenuta. Adesso bisogna soprattutto lottare contro almeno uno dei vizi per esempio contro quello che è più diffuso cioè l' egoismo oppure l' esagerato amor proprio che è la malattia dei nostri tempi malattia individuale nazionale e sociale che è la morte di Dio e del prossimo tomba della pace interiore ed esteriore sorgente di confusione di ogni contesa e guerra seme di peccato e di oltraggio. Questo vizio limita la nostra prospettiva sul mondo diminuendola sempre di più. Rende impossibile la vita comunitaria trasformando a volte il luogo di preghiere e di raccoglimento in una caverna delle iene che si mordono e si odiano reciprocamente. Perciò si deve subito e con forza sradicare quel vizio prendendo come modello il Maestro Divino il quale disse: "Imparate da me che sono mite ed umile di cuore". Solo uno che si sia liberato di se stesso del suo esagerato amor proprio può diventare grande ed aperto ricettivo nei confronti dell'azione della grazia di Dio può dire onestamente e senza ipocrisia: "Gesù confido in Te". Mi è impossibile scrivervi tutto ciò che vorrei mi manca sia il tempo sia lo spazio. Spero che voi stesse con una guida illuminata conosciate capiate e mettiate in pratica tutte le indicazioni di Cristo e della sua sposa la chiesa inerenti ad un fine così nobile quale è la vita religiosa. Spero che la misericordia di Dio non limiti le grazie alle Sue combattive serve. Esse si sono proposte uno solo obiettivo davanti ai loro occhi. Spero che la Madre della misericordia vi prenda sotto il suo mantello in modo particolare e che guidi i vostri passi. Spero che l'angelo custode di ognuna di voi sotto la comando del principe degli spiriti celesti san Michele Arcangelo vi guidi sulla via diritta vi ammonisca con la voce interiore e vi parli mediante la bocca dei confessori e dei padri spirituali vi sostenga con ispirazioni e preghiere al cospetto del trono dell'Altissimo. Auguro a tutte voi ed ad ognuna personalmente che il giorno 11 di questo mese sia il giorno del vostro fidanzamento con Gesù e che nell'anno prossimo esso diventi il giorno delle nozze delle vergini sagge con le lampade accese di amore e di fiducia per far luce agli altri uomini. Prego con fervore ogni giorno con queste intenzioni e specialmente in quel giorno ripeterò le parole del salmista "Mostrami Signore la tua misericordia e donami la tua salvezza!". In Dio don Michele 9.04.1942

LITANIE ALLA DIVINA MISERICORDIA. L'AMORE DI DIO IL FIORE LA MISERICORDIA IL FRUTTO.
"L'anima dubbiosa legga queste considerazioni sulla Misericordia e diventi fiduciosa.
Misericordia di Dio che scaturisci dal seno del Padre confido in Te.
Misericordia di Dio massimo attributo della divinità confido in Te.
Misericordia di Dio mistero inconcepibile confido in Te.
Misericordia di Dio sorgente che scaturisce dal mistero della Santissima Trinità
confido in Te.
Misericordia di Dio che nessuna mente umana né angelica può comprendere
confido in Te.
Misericordia di Dio da cui scaturisce ogni vita e felicità confido in Te.
Misericordia di Dio al di sopra dei cieli confido in Te.
Misericordia di Dio sorgente di miracoli e di eventi eccezionali confido in Te.
Misericordia di Dio che abbracci tutto l'universo confido in Te.
Misericordia di Dio venuta nel mondo nella persona del Verbo Incarnato confido in Te.
Misericordia di Dio che sei sgorgata dalla ferita aperta nel Cuore di Gesù confido in Te.
Misericordia di Dio rinchiusa nel Cuore di Gesù per noi e specialmente per i peccatori confido in Te.
Misericordia di Dio imperscrutabile nell'istituzione della Santa Eucaristia
confido in Te.
Misericordia di Dio nell'istituzione della santa Chiesa confido in Te.
Misericordia di Dio nel sacramento del santo battesimo confido in Te.
Misericordia di Dio nella nostra giustificazione per mezzo di Gesù Cristo confido in Te.
Misericordia di Dio che ci accompagni per tutta la vita confido in Te.
Misericordia di Dio che ci abbracci specialmente nell'ora della morte confido in Te.
Misericordia di Dio che ci doni la vita immortale confido in Te.
Misericordia di Dio che ci segui in ogni momento della vita confido in Te.
Misericordia di Dio che ci difendi dal fuoco dell'inferno confido in Te.
Misericordia di Dio che converti i peccatori induriti confido in Te.
Misericordia di Dio meraviglia per gli angeli incomprensibile ai santi confido in Te.
Misericordia di Dio insondabile in tutti i misteri di Dio confido in Te.
Misericordia di Dio che ci sollevi da ogni miseria confido in Te.
Misericordia di Dio sorgente della nostra felicità e della nostra gioia confido in Te.
Misericordia di Dio che ci hai chiamati dal nulla all'esistenza confido in Te.
Misericordia di Dio che abbracci tutte le opere delle Sue mani confido in Te.
Misericordia di Dio che coroni tutto ciò che esiste ed esisterà confido in Te.
Misericordia di Dio in cui tutti siamo immersi confido in Te.
Misericordia di Dio dolce sollievo dei cuori affranti confido in Te.
Misericordia di Dio unica speranza delle anime disperate confido in Te.
Misericordia di Dio riposo dei cuori e serenità in mezzo alla paura confido in Te.
Misericordia di Dio delizia ed estasi delle anime sante confido in Te.
Misericordia di Dio che infondi speranza contro ogni speranza confido in Te.
O Dio Eterno la cui Misericordia è infinita ed il tesoro della compassione è inesauribile guarda benigno a noi e moltiplica su di noi la Tua Misericordia in modo che nei momenti difficili non disperiamo né ci perdiamo d'animo ma con grande fiducia
ci sottomettiamo alla Tua santa volontà che è amore e la stessa Misericordia"
(Diario 949).

PREGHIERE DI SANTA FAUSTINA. "Amore eterno fiamma pura ardi incessantemente nel mio cuore e divinizza tutto il mio essere in forza della Tua eterna predilezione per la quale mi hai dato l'esistenza chiamandomi a partecipare alla Tua eterna felicità..." (Diario 1523). "O Dio misericordioso che non ci disprezzi ma ci colmi continuamente delle Tue grazie ci rendi degni del Tuo regno e nella Tua bontà riempi con gli uomini i posti che furono abbandonati dagli angeli ingrati. O Dio di grande Misericordia che hai distolto il Tuo sguardo santo dagli angeli ribelli e l'hai rivolto all'uomo pentito sia onore e gloria alla Tua insondabile Misericordia.." (Diario 1339). "O Gesù disteso sulla croce Ti supplico concedimi la grazia di adempiere fedelmente la santissima volontà del Padre Tuo sempre ovunque ed in tutto. E quando la volontà di Dio mi sembrerà pesante e difficile da compiere Te ne supplico Gesù scenda allora su di me dalle Tue Piaghe la forza ed il vigore e le mie labbra ripetano: Signore sia fatta la Tua volontà...Gesù pietosissimo concedimi la grazia di dimenticare me stessa in modo che viva totalmente per le anime collaborando con Te all'opera della salvezza secondo la santissima volontà del Padre Tuo..." (Diario 1265). "...O Signore desidero trasformarmi tutta nella Tua Misericordia ed essere il riflesso vivo di Te. Che il più grande attributo di Dio cioè la Sua incommensurabile Misericordia giunga al mio prossimo attraverso il mio cuore e la mia anima. Aiutami o Signore a far sì che i miei occhi siano misericordiosi in modo che io non nutra mai sospetti e non giudichi sulla base di apparenze esteriori ma sappia scorgere ciò che c'è di bello nell'anima del mio prossimo e gli sia di aiuto. Aiutami o Signore a far sì che il mio udito sia misericordioso che mi chini sulle necessità del mio prossimo che le mie orecchie non siano indifferenti ai dolori ed ai gemiti del mio prossimo. Aiutami o Signore a far sì che la mia lingua sia misericordiosa e non parli mai sfavorevolmente del prossimo ma abbia per ognuno una parola di conforto e di perdono. Aiutami o Signore a far sì che le mie mani siano misericordiose e piene di buone azioni in modo che io sappia fare unicamente del bene al prossimo e prenda su di me i lavori più pesanti e più penosi. Aiutami o Signore a far sì che i miei piedi siano misericordiosi in modo che io accorra sempre in aiuto del prossimo vincendo la mia indolenza e la mia stanchezza (...)
Aiutami o Signore a far sì che il mio cuore sia misericordioso in modo che partecipi a tutte le sofferenze del prossimo (...) Alberghi in me la Tua Misericordia o mio Signore..." (Diario 163). "O Re di Misericordia guida la mia anima" (Diario 3). "...Ogni battito del mio cuore sia un inno di ringraziamento per Te o Dio. Ogni goccia del mio sangue circoli per Te o Signore. La mia anima sia tutta un cantico di ringraziamento alla Tua Misericordia. Ti amo o Dio per Te stesso" (Diario 1794). "O Gesù desidero vivere nel momento presente vivere come se questo giorno fosse l'ultimo della mia vita: utilizzare scrupolosamente ogni attimo per la maggior gloria di Dio sfruttare per me ogni circostanza in modo che la mia anima ne ricavi un profitto. Guardare ad ogni cosa da questo punto di vista e cioé che nulla avviene senza il volere di Dio. O Dio d'insondabile Misericordia abbraccia il mondo intero e riversati su di noi per mezzo del Cuore pietoso di Gesù" (Diario 1183). "O Dio di grande Misericordia bontà infinita ecco che oggi tutta l'umanità grida dall'abisso della sua miseria alla Tua Misericordia alla Tua compassione o Dio e grida con la voce potente della propria miseria. O Dio benigno non respingere la preghiera degli esuli di questa terra. O Signore bontà inconcepibile che conosci perfettamente la nostra miseria e sai che non siamo in grado di innalzarci fino a Te con le nostre forze Ti supplichiamo previenici con la Tua grazia e moltiplica incessantemente su di noi
la Tua Misericordia in modo che possiamo adempiere fedelmente la Tua santa volontà durante tutta la vita e nell'ora della morte. L'onnipotenza della Tua Misericordia
ci difenda dagli assalti dei nemici della nostra salvezza in modo che possiamo attendere con fiducia come figli Tuoi la Tua ultima venuta..." (Diario 1570).

IMPORTANZA DELLA PREGHIERA DEI SALMI E DEI LIBRI DI RE SALOMONE ] Né le grazie né le rivelazioni né le estasi né alcun altro dono ad essa elargito la rendono perfetta ma l'unione intima della mia anima con Dio. I doni sono soltanto un ornamento dell'anima ma non ne costituiscono la sostanza né la perfezione. La mia santità e perfezione consiste in una stretta unione della mia volontà con la volontà di Dio (Diario p. 380). Il Signore aveva scelto Suor Faustina come segretaria e apostola della Sua misericordia per trasmettere mediante lei un grande messaggio al mondo.
Nell'Antico Testamento mandai al Mio popolo i profeti con i fulmini. Oggi mando te a tutta l'umanità con la Mia misericordia. Non voglio punire l'umanità sofferente ma desidero guarirla e stringerla al Mio Cuore misericordioso (D. p. 522). La missione di Suor Faustina consiste in tre compiti: - Avvicinare e proclamare al mondo la verità rivelata nella Sacra Scrittura sull'amore misericordioso di Dio per ogni uomo. [[Santa Faustina Kowalska l'apostola della Divina Misericordia appartiene oggi al gruppo dei santi della Chiesa più conosciuti. Attraverso lei il Signore manda al mondo il grande messaggio della misericordia Divina e mostra un esempio di perfezione cristiana basata sulla fiducia in Dio e sull'atteggiamento misericordioso verso il prossimo. ]] Il Signore Gesù diceva a Faustina: Segretaria del Mio mistero più profondo ...il tuo compito più profondo è di scrivere tutto ciò che ti faccio conoscere sulla Mia misericordia per il bene delle anime che leggendo questi scritti proveranno un conforto interiore e saranno incoraggiate ad avvicinarsi a Me (D. p. 557). FRUTTI DELLA PREGHIERA (Il DIARIO di santa Faustina) "Con la preghiera l'anima si prepara ad affrontare qualsiasi battaglia. In qualunque condizione si trovi un'anima deve pregare. Deve pregare l'anima pura e bella poiché diversamente perderebbe la sua bellezza. Deve pregare l'anima che tende alla purezza altrimenti non vi giungerà. Deve pregare l'anima che si è appena convertita diversamente cadrebbe di nuovo. Deve pregare l'anima peccatrice immersa nei peccati per poter risorgere. E non c'è anima che non abbia il dovere di pregare poiché ogni grazia arriva tramite la preghiera" (Diario 146). "L'anima deve essere fedele alla preghiera nonostante le tribolazioni l'aridità e le tentazioni poiché dalla preghiera in prevalenza dipende talvolta la realizzazione dei grandi progetti di Dio e se noi non perseveriamo nella preghiera mettiamo degli impedimenti a ciò che Iddio voleva compiere per mezzo nostro oppure in noi. Ogni anima ricordi queste parole: e trovandosi in una situazione difficile pregava più a lungo..." (Diario 872). "La pazienza la preghiera ed il silenzio rafforzano l'anima. Ci sono momenti nei quali l'anima deve tacere non è conveniente che parli con le creature. Sono i momenti d'insoddisfazione di se stessa (...) In quei momenti vivo esclusivamente di fede..." (Diario 944). "Il silenzio è una spada nella lotta spirituale (...) L'anima silenziosa è idonea alla più profonda unione con Dio; essa vive quasi di continuo sotto il soffio dello Spirito Santo. In un'anima silenziosa Iddio opera senza impedimenti..." (Diario 477). "Dobbiamo pregare spesso lo Spirito Santo per ottenere la grazia della prudenza. La prudenza si compone di: riflessione ragionevole considerazione e fermo proposito. L'ultima decisione appartiene sempre a noi..." (Diario 1106). "Il Signore stesso che mi spinge a scrivere le preghiere e gli inni sulla Sua Misericordia..." (Diario 1593).
"Desidero che tu conosca più a fondo l'amore di cui arde il Mio Cuore verso le anime e lo comprenderai quando mediterai la Mia Passione. Invoca la Mia Misericordia per i peccatori; desidero la loro salvezza. Quando reciterai questa preghiera con cuore pentito e con fede per qualche peccatore gli concederò la grazia della conversione.
La breve preghiera è la seguente: O Sangue e Acqua che scaturisti dal Cuore di Gesù come sorgente di Misericordia per noi confido in Te" (Diario 187).

my JHWH -- ovviamente 50anni fa al tempo di: Aleksandr Solzenitsyn Bush 322 Kerry 666 Rothschild loro si vergognavano: di andare in giro dicendo in giro: a dire in giro: " si è vero noi siamo i sacerdoti di satana Baal Peor!"

IMPORTANTE! ] cosa Aleksandr Solzenitsyn: ha detto circa Ucraina 50 anni fa? "Forse sarà necessario un plebiscito in ogni provincia". "Puntare i piedi e gridare: 'è mio!' sarebbe la via più facile mentre è immensamente più complicato dire 'ognuno viva come gli pare!'."] [ Elezioni ucraine i conti in sospeso della storia ascoltando Solzenitsyn ] [ Meditando su queste incertezze nel "tritacarne" del Gulag sovietico già mezzo secolo fa il grande scrittore Aleksandr Solzenitsyn aveva previsto tutto. Nel suo "Arcipelago Gulag" (parte quinta capitolo 2) egli scrive: "Con l'Ucraina le cose saranno eccezionalmente dolorose... Forse sarà necessario un plebiscito in ogni provincia. Mi fa male scriverne perché l'ucraino e il russo si mescolano dentro di me nel sangue nel cuore e nei pensieri. Ma la grande esperienza di amicizia con gli ucraini nei lager mi ha fatto capire quanto profonda sia per loro la ferita. La nostra generazione non potrà esimersi dal pagare gli errori di chi ci ha preceduto... Puntare i piedi e gridare: 'è mio!' sarebbe la via più facile mentre è immensamente più complicato dire 'ognuno viva come gli pare!'. Non sorprende che non si siano realizzate le profezie della Dottrina Progressista secondo la quale il nazionalismo sarebbe scomparso. Nel secolo dell'atomo e della cibernetica al contrario per qualche motivo esso è rifiorito e arriverà per noi il tempo ci piaccia o no che dovremo pagare tutte le cambiali dell'autodeterminazione dell'indipendenza: pagare di persona senza aspettare che ci mandino al rogo ci anneghino nel fiume o ci taglino la testa. Se vogliamo essere una grande nazione lo dobbiamo dimostrare non con le misure degli enormi territori non con la quantità dei popoli sottomessi ma con la grandezza delle nostre azioni. E con il solco profondo con cui sapremo arare la terra che ci rimarrà dopo che ci avranno lasciati coloro che non intendono vivere con noi".
Il testimone dei lager sovietici aveva proposto un intero piano su "come ricostruire la Russia" ancora ai tempi di Eltsyn e Gorbacev facendo attenzione proprio alle aspirazioni dei vari popoli e territori.

04/06/2009. veramente CHI HA IL POTERE IN USA SONO I SATANISTI! QUESTO NON è UN EUFEMISMO! LORO SONO SATANISTI VERAMENTE! tutto questo discorso del 2009 Obama attore burattino? Satana non avrebbe saputo fare di meglio! VERAMENTE GLI AMERICANI DEVONO ESSERE CACCIATI IMMEDIATAMENTE DA TUTTE LE NAZIONI DEL MONDO: immediatamente oppure moriranno velocemente 6milirdi di persone! ] ISLAM - EGITTO - USA
Barack Obama per "un nuovo inizio" nel rapporto con l'Islam
Applausi al discorso del presidente Usa che domanda la fine del "ciclo di sospetti e discordie" per aprire un nuovo capitolo di collaborazione. Affrontati con schiettezza i temi scottanti: l'estremismo violento; la convivenza fra Israele e Palestina; la guerra in Afghanistan e Iraq; l'escalation nucleare dell'Iran; i diritti delle donne; la democrazia; la libertà religiosa. Il Cairo (AsiaNews) – Con un discorso di oltre 35 minuti il presidente Usa Barack Obama ha lanciato la proposta di "un nuovo inizio" e di una "nuova era" nei rapporti fra America e Islam. Parlando nella capitale egiziana ad un incontro voluto dall'università del Cairo e di Al-Azhar egli ha detto che "il ciclo di sospetti e discordie" fra il mondo musulmano e gli Stati Uniti deve finire e dar luogo a "mutuo interesse e rispetto".
http://www.asianews.it/notizie-it/Barack-Obama-per-%E2%80%9Cun-nuovo-inizio%E2%80%9D-nel-rapporto-con-l%E2%80%99Islam-15431.html
Barack Obama for a "new beginning" with Islam ] The speech by the US leader is met with rounds of applause. The president calls for an end to "suspicion and discord" do that a new chapter of cooperation can start. He takes on several hot issues like violent extremism Israeli-Palestinian coexistence the wars in Afghanistan and Iraq the nuclear escalation with Iran women's rights democracy and religious freedom.
Cairo (AsiaNews) – In a 35-minute speech US President Barack Obama spoke of a "new beginning" and a "new age" in relations between the United States and Muslims around the world. The venue was Cairo's al-Azhar University where he insisted that the "cycle of suspicion and discord [between the two] must end" and be replaced by a world based "upon mutual interest and mutual respect." In his address which he elegantly adorned with quotes from the 'Holy Qur'an' the use of Arabic words and blessings as well as Muslim phrases regarding Muhammad (like Peace Be Upon Him) to convey great respect for Islam President Obama tried to show that he and the United States consider Islam a great source of culture and civilisation. At the same time he called on the Muslim world not to look upon America through the "crude stereotype of a self-interested empire". Indeed in praising the United States he highlighted the freedom Muslims enjoy in his country and their contribution to its life in areas like sport science and politics. On a personal note he said "I am a Christian but my father came from a Kenyan family that includes generations of Muslims." In a place like America he found the space that enabled him to rise to the presidency. "But my personal story is not so unique" he explained noting how people from different backgrounds can have opportunities in the United States.

io non sapevo che anche Solzenitsyn lui era del mio stesso parere!
24/05/2014. UCRAINA-RUSSIA. Elezioni ucraine i conti in sospeso della storia ascoltando Solzenitsyn. Il più favorito alla presidenza è il magnate Petro Poroshenko già oligarca già collaboratore di Timoshenko e poi di Janoukovich. E' urgente aprire un dialogo con la Russia e prospettare alcune vie per l'autonomia delle regioni ucraine. La profezia di Aleksandr Solzenitsyn sul risorgente nazionalismo. OVVIAMENTE I SACERDOTI DI SATANA KERRY 322 ROTHSCHILD ( OBAMA è SOLO UN MANICHINO GENDER ) VOGLIONO OTTENERE LA GUERRA MONDIALE E LA DISTRUZIONE DELLA EUROPA!

oVVIAMENTE NOI CI TROVIAMO DI PRONTE ALLA VERA GENESI (nascita) di questa giovane NAZIONE ( composta di molte anime diverse)! QUINDI IO CREDO che sia anocrostico per la UCRAINA di Kiev rivendicare una sua Costituzionale identità terrotoriale! LA SOLUZIONE è SEMPLICE ED ONESTA QUINDI I SATANISTI MERKEL TROIKA Rothschild OBAMA NATO NON LA ACCETTERENNO MAI! è INDISPENSABILE CONSENTIRE LA AUTONOMIA DI QUESTE REGIONI NON AVENDO PAURA DI APRIRE UN DIALOGO DEMOCRATICO critico problematico A TUTTO CAMPO! E SOPRATTUTTO CONCEDENDO ALLA UCRAINA TUTTA IL RUOLO DI NEUTRaLITà MILITARE! SOLTANTO I CRIMINALI POSSONO VEDERE INTEGRATA LA UCRAINA NELLA NATO] La nuova realtà che si è creata non ha ancora avuto modo di consolidarsi e i volti "ad interim" del presidente Turchinov e del premier Yatsenjuk non sono in grado di rappresentare in modo esplicito e autorevole le dimensioni reali della vita del popolo ucraino. Non si possono spiegare le violenze di Slovjansk Donetsk e Odessa soltanto come provocazione delle milizie spontanee in cui certamente agiscono numerosi spetsnaz provenienti dalla Russia o come eccessi d'interventismo del governo provvisorio di Kiev deciso a imporre un ordine nuovo ancora piuttosto improbabile. Sono scontri d'identità in cerca della propria ipostasi di anime in cerca del corpo sia esso lo stato della Russia o dell'Ucraina la mitica Rus' del passato o una nuova federazione di regioni più o meno autonome. Non serve gettare la croce sull'uno o sull'altro governante neanche sulle FINTE minacciose espressioni di Putin o sulla politica delle sanzioni di Obama che appaiono più che altro mosse scontate di un gioco delle parti operato da potenze mondiali ancora piuttosto incapaci di comprendere gli eventi ucraini. Ancor più smarrita appare la comunità europea timorosa di dover pagare uno scotto troppo alto per una crisi che non riesce veramente a sentire come propria pur essendo sul nostro territorio continentale.
http://www.asianews.it/notizie-it/Odessa-non-%C3%A8-la-Crimea:-questa-guerra-riguarda-l%27Europa-30999.html

open letter to IRAN --- [ questo attacco è stato rinviato troppe volte l'ultima volta due settimane fa è stato rinviato per merito mio perché io non voglio farti morire per la mani di un satanista qualunque: Rothschild ma io soltanto ti devo uccidere cioè se tu non mi darai lo Stato laico che è tutto il contrario dello Stato secolare poi io ti ucciderò! VERAMENTE IO HO AVUTO COMPASSIONE DI TE PERCHé IO HO PENSATO CHE TU ERI UN RAGAZZO INTELLIGENTE E NON ERI TU COME QUELLA CAPRA DEL KING SAUDI ARABIA! ] 02/06/2009. ISRAELE - USA. Israele si prepara alla guerra con l'Iran mentre Obama giunge in Medio oriente. Esercitazioni di guerra e di emergenza per tutta la popolazione e tutte le scuole. Ci si esercita a attacchi missilistici da nord e da sud. L'aviazione israeliana ha fatto esercizi per bloccare bombe e missili da Siria e Iran. Obama sembra essere divenuto "impaziente" con l'Iran.

PAKISTAN – ITALY [ sharia Ummah e blasfemia - apostasia sono un atto ideologico di imperialismo di genocidio del GENERE UMANO Israele non potrebbe mai sopravvivere a tutto questo dogmatismo fanatico religioso che è peggio del nazismo prima o poi: soccomberà! Dopo Israele sarà il nostro turno! Questo è il male che i sacerdoti di satana i mostri cannibali Obama 322 Kerry 666 Rothschid hanno voluto fare contro il mondo degli uomini! ]
Europe and West should help Pakistan repeal blasphemy legislation
In a press conference organised by AsiaNews Pakistani Christian activists launch an international campaign to raise awareness about the problem. Their goal is to have blasphemy laws repeal in their home country because they have caused too much violence and discrimination against religious minorities. Pakistan's civil society wants changes too unlike the empty promises of the government and the ideology of extremists.
PAKISTAN – ITALY
Pakistan the only country in the world with a blasphemy law
Peter Jacob NCJP executive secretary slams the creation of an "Islamic State" based on a law that strikes mino
è MOLTO GRAVE CHE UN PATRIOTA CHE SI ACCINGE A FARE UN BUoN LAVORO PER LO STATO O PER IL SIGNORE SUO ONNIPOTENTE POI DEVE ESSERE PERSEGUITATO ATTRAVERSO LA DIFFAMAZIONE! ma proprio questo rivela i figli delle tenebre predestinati alla distruzione loro sono sempre stati così: " futile paglia che deve bruciare!" ] Edelstein told Channel 10 Saturday it was impossible that prominent politicians who have served at the highest levels of government over the last 30 years could coincidentally be facing a rash of allegations precisely as the presidential race gathered pace. "It would be naive to think that just in the last three weeks all these troubles befell them" he said. Last month Energy Minister Silvan Shalom chose not to run for the presidency after allegations of sexual impropriety surfaced; the allegations were not substantiated. A number of Israeli politicians and presidential candidates lamented on Saturday the way the presidential race has progressed under a cloud of scandal. Kadima MK Shaul Mofaz called for the public to choose the president rather than the current Knesset voting. "It hurts me to see that involvement with the office of the presidency has gone from being about national values to a political battle that has gotten personal and ugly" he said according to Walla news portal.

June 7 2014 [ c'è chi non si accorge della accelerazione: dei processi storici e politici come avviene sempre prima di una tragedia catastrofe mondiale! la diplomazia ipocrita dei farisei salafiti che ha giocato in questi 66anni cosa ha risolto? un qualsiasi palestinese è sempre pronto ad uccidere un qualsiasi ebreo ecc.. LA VERITà è CHE ANCORA OGGI NESSUNO HA ANCORA UNA VERA PATRIA GLI EBREI PER COLPA DI ROTHSCHILD sPA FMI TALMUD AGENDA 322 NWO E DEL SISTEMA MASSONICO BILDENBERG (IL NEMICO) I PALESTINESI PER COLPA DELLA SHARIA OCI CALIFFATO UMMAH WORLDWIDE! NON HA PIù SENSO CERCARE AMICI FINTI OGGI IN QUESTA CONDIZIONE SPECIFICA ROTHSCHILD E SAUDI ARABIA CI HANNO COSTRETTI TUTTI A COMBATTERE! ... A MENO CHE: TUTTI I GOVERNI DEL MONDO NON DICONO A UNIUS REI TU FAI COME VUOI TU NOI UBBIDIAMO perché noi abbiamo fiducia della tua onestà! ] Hatnua MK Amram Mitzna said Saturday that he will make every effort to convince his party members to leave the coalition and bring an end to the government of Prime Minister Benjamin Netanyahu. "I will do everything in my power to convince my colleagues in the government to leave the [coalition] and bring about the end of this government" he said at an event in Kfar Saba. "If it were up to me Hatnua would leave the government today." Mitzna said that it had become clear that Netanyahu would not lead Israel to a political agreement with the Palestinians and that the country is well on its way to becoming isolated.

Wilko Lunenburg one third. Well that is a minority..... At my work I know two muslims and they do not want the sharia. So there is hope.
roberto abrams If these Islamist don't like they way Westerners are living why don't they just simply go back to their own Country where they can live under that awful pathetic Sharnia Law...to their hearts content? 
Wilko Lunenburg un terzo https://www.youtube.com/watch?v=x_NP3o9b2Ng
Bene questa è una minoranza ..... A mio lavoro lo so due musulmani e loro non vogliono la sharia. Quindi c'è speranza.
roberto abrams. Se questi islamista non piace il loro modo gli occidentali stanno vivendo perché non hanno semplicemente tornare al proprio paese dove possono vivere sotto quel terribile patetico legge Sharnia ... ai loro cuori contenuti?
/watch?v=x_NP3o9b2Ng

Over 360 prophecies foretold Jesus/Yeshua as the Jewish Messiah (Mashiach ben David) Satan's purpose has always been to obscure, and falsify the simplicity of the cross in its
application to our sin problem.

The Son of the Eternal Father's substitutional death on the cross stands at the heart of all other salvation truths revealed in the Bible. Jesus willingly took our place in suffering the penalty for sin. The demands of the Law against the transgressor were fully satisfied by His voluntary acceptance of our punishment that holy day in Jerusalem, when hanging on the cross He said; "it is finished".

It was the Savior's incarnate entrance into the human family which laid the foundation for the entire redemptive process. According to the Scriptures, He had to be born of a virgin in Bethlehem, live a sinless life, ride into Jerusalem on a foal of a donkey precisely on April 6, 32 A.D., exactly 173,880 days after the command to rebuild Jerusalem by the
Babylonian king Artaxerxes
http://www.bibleprobe.com/over-300-prophecies.pdf

Jewish Messiah ("Mashiach ben David") & Savior of All
Read Torah, Isaiah 53 3-6: "He is despised and rejected by men, a man of sorrows and acquainted with grief. And we hid, as it were, our faces from Him; He was despised, and we did not esteem Him. Surely He has borne our griefs and carried our sorrows; yet we esteemed Him stricken, smitten by God, and afflicted. But He was wounded for our transgressions, He was bruised for our iniquities; the chastisement for our peace was upon Him, and by His stripes we are healed. All we like sheep have gone astray; we have turned, every one to his own way; and the Lord has laid on Him the iniquity of us all." Written: 712 BC (Before Christ)
Isaiah 42:1 - Isaiah 42:9
Here is my servant! I have made him strong. He is my chosen one; I am pleased with him. I have given him my Spirit, and he will bring justice to the nations.
He won't shout or yell or call out in the streets.
He won't break off a bent reed or put out a dying flame, but he will make sure that justice is done.
He won't quit or give up until he brings justice everywhere on earth, and people in foreign nations long for his teaching.
I am the LORD God. I created the heavens like an open tent above. I made the earth and everything that grows on it. I am the source of life for all who live on this earth, so listen to what I say.
I chose you to bring justice, and I am here at your side. I selected and sent you to bring light and my promise of hope to the nations.
You will give sight to the blind; you will set prisoners free from dark dungeons.
My name is the LORD!
I won't let idols or humans share my glory and praise.
Everything has happened just as I said it would; now I will announce what will happen next.
To assume human nature, the sinless Savior had to choose between the only two things available. He could of either chosen the Holy, unfallen nature of Adam, or the fallen nature of Adam and all of Adam's descendants. If He had taken any other kind, it would not have been human nature at all.
Jesus rose again to sit with the Eternal Father, as one with the Father. It's the greatest miracle God has ever performed. God's Son who once was dead, has risen to new life forever. This great miracle is the joyous hope for humanity. Satan thought he was the winner. While Jesus hung on the cross outside of Jerusalem, Demons were roaring in triumph... only to realize to their horror that Jesus was the winner after all. Jesus descended into the demonic world and took the keys of death and life back from Satan's own claws. Jesus gave Himself to be killed, so that He could take away the authority of Satan over mankind.
For those who teach that the Bible should not be interpreted literally. Explain the below if you can. All were prophecies Jesus fulfilled to the "letter/iota"....
Below from the King James version of the Holy Bible.
Look at the below in totality! The odds against the below being fulfilled by the only person who claimed to be the Son of God, and who died on a "tree" on Calvary, and who rose the 3rd day are astronomical! In totality--these are no longer "vague"! Now remember, that all these were written hundreds of years before the birth of Christ and were documented. Isaiah & Micah wrote their prophecies below about 700 years before Christ... Zechariah wrote about 500 years before Christ. The Psalms were written over 1000 years before Christ.
It is still under construction....Many more will be added.
The marvelous Trinity
Three Divine Persons unified in one Divine Will is God and is all Love.
The Will of the Father gives Life to Love and eternally generates His Only-Begotten Son. Through Jesus, the Father may see and know Himself.
Genesis 1:26 (4000 B.C.): "And God said, Let us make man in our image.."
Proverbs 30:4 (700 B.C.): "Who hath ascended up into heaven or descended? Who hath gathered the wind in His fists? Who hath bound the waters in a garment? Who hath established all the ends of the Earth? What is His name, and what is His son's name, if thou canst tell?"
Psalm 2:11-12 (1000 B.C.): Serve the LORD with fear, and rejoice with trembling. Kiss the Son, lest he be angry, and ye perish from the way, when his wrath is kindled but a little. Blessed are all they that put their trust in him.
Bible Code discoveries
---Messianic Jew, Yacov Rambsel found in Torah:
Every 12th Letter in Hebrew spells "JESUS IS MY NAME" via Bible codes
In answer to the question in Proverbs 30:4 above. What is His son's name? Starting with the first yod, counting every 22nd letter spells " you guessed it " Yeshua shai," which means "Yeshua, the Gift." Yeshua means Jesus in Hebrew.
Zechariah 13:6 written: 487 BC (Before Christ)"And one shall say unto him, What are these wounds in thine hands? Then he shall answer, Those with which I was wounded in the house of my friends."
(Proverbs 30:4)
"Who hath ascended up into heaven or descended? Who hath gathered the wind in His fists? Who hath bound the waters in a garment? Who hath established all the ends of the Earth? What is His name, and what is His son's name, if thou canst tell?"
John 9:35-38 35Jesus heard that they had cast him out; and when he had found him, he said unto him, Dost thou believe on the Son of God? 36He answered and said, Who is he, Lord, that I might believe on him? 37And Jesus said unto him, Thou hast both seen him, and it is he that talketh with thee. 38And he said, Lord, I believe. And he worshipped him.
The Son of Jehovah God, Himself God, One with the Father
Psalm (2,7): "The Lord said to me, 'You are my son; this day I have begotten you'"
Jeremiah 23:5-6 - "Behold, the days are coming," says the LORD, "That I will raise to David a Branch of righteousness; a King shall reign and prosper, and execute judgment and righteousness in the earth. In His days Judah will be saved, and Israel will dwell safely; now this is His name by which He will be called: THE LORD OUR RIGHTEOUSNESS.
New Covenant:
Jeremiah 31:31-33 "Behold, the days are coming, says the LORD, when I will make a new covenant with the house of Israel and with the house of Judah-- "not according to the covenant that I made with their fathers in the day that I took them by the hand to lead them out of the land of Egypt, My covenant which they broke, though I was a husband to them, says the LORD. "But this is the covenant that I will make with the house of Israel after those days, says the LORD: I will put My law in their minds, and write it on their hearts; and I will be their God, and they shall be My people.
He who brought the New Covenant:
Isaiah 35:5-6 written: 712 BC (Before Christ) - Then the eyes of the blind shall be opened, and the ears of the deaf shall be unstopped. Then the lame shall leap like a deer, and the tongue of the dumb sing. For waters shall burst forth in the wilderness, and streams in the desert.
Isaiah 9:6 written: 712 BC (Before Christ) - For unto us a Child is born, unto us a Son is given; and the government will be upon His shoulder. And His name will be called wonderful, Counselor, Mighty God, everlasting Father, Prince of Peace.
Isaiah 42:1 written: 712 BC (Before Christ) - "Behold! My Servant whom I uphold, my Elect One in whom My soul delights! I have put My Spirit upon Him; he will bring forth justice to the Gentiles.
Isaiah 11:10 written: 712 BC (Before Christ) "And in that day there shall be a Root of Jesse, who shall stand as a banner to the people; for the Gentiles shall seek Him, and His resting place shall be glorious."
John 8:24 "Therefore I said to you that you will die in your sins; for if you do not believe that I Am, you will die in your sins."
John 8:58 Jesus said to them, "Most assuredly, I say to you, before Abraham was, I AM."
Numbers 24:17 "I see him, but not now; I behold him, but not near. A star will come out of Jacob; a scepter will rise out of Israel."
Luke 3:34 "The son of Jacob, the son of Isaac, the son of Abraham, the son of Terah, the son of Nahor."
the virgin birth, and his name...
Isaiah 7:14 written: 758 BC (Before Christ)
Isaiah 7:14 "Therefore the Lord Himself will give you a sign: Behold, the virgin shall conceive and bear a Son, and shall call His name Immanuel. Word "Immanuel" means: God with us. In the Old Testament it occurs only in Isaiah. 7:14 and 8:8.
Isaiah 8:8 written: 758 BC (Before Christ) "And he shall pass through Judah; he shall overflow and go over, he shall reach even to the neck; and the stretching out of his wings shall fill the breadth of thy land, O Immanuel."
Matthew 1:18 "This is how the birth of Jesus Christ came about. His mother Mary was pledged to be married to Joseph, but before they came together, she was found to be with child through the Holy Spirit."
Luke 1:34-35 Then Mary said to the angel, "How can this be, since I do not know a man?" And the angel answered and said to her, "The Holy Spirit will come upon you, and the power of the Highest will overshadow you; therefore, also, that Holy One who is to be born will be called the Son of God.

Matthew 1:23 Behold, a virgin shall be with child, and shall bring forth a son, and they shall call his name Emmanuel, which being interpreted is, God with us.
his place of birth...
Micah 5:2 written: 710 BC (Before Christ)
"But thou, Bethlehem Ephratah, though thou be little among the thousands of Judah, yet out of thee shall he come forth unto me that is to be ruler in Israel; whose goings forth have been from of old, from everlasting."
Luke 2:4-6 Joseph also went up from Galilee, out of the city of Nazareth, into Judea, to the city of David, which is called Bethlehem, because he was of the house and lineage of David, to be registered with Mary, his betrothed wife, who was with child. So it was, that while they were there, the days were completed for her to be delivered.
Matthew 2:1 "After Jesus was born in Bethlehem in Judea, during the time of King Herod..."
Isaiah 9: 6-7: written: 712 BC (Before Christ) "For unto us a Child is born, Unto us a Son is given; And the government will be upon His shoulder.
And His name will be called Wonderful, Counselor, Mighty God, Everlasting Father, Prince of Peace. Of the increase of His government and peace There willbe no end, Upon the throne of David and over Hiskingdom, To order it and establish it with judgment and justice. From that time forward, even forever"
The Christmas Story
Mary (Mariam) was miraculously with child;
simply by God's Will--as prophesized
Click link below to see this 3.03 min Movie Clip

Written: 758 BC (Before Christ)
Isaiah 7:14"Therefore the Lord Himself will give you a sign: Behold, the virgin shall conceive and bear a Son, and shall call His name Immanuel.
Word "Immanuel" means: God with us. In the Old Testament it occurs only in Isaiah. 7:14 and 8:8.

What year this occurred remains uncertain. Astronomers do know, however, that in June, 2 B.C. a very rare event occurred in the western skies (in relation to the Magi). Two of the brightest stars emerged in the sky. Venus came in front of Jupiter. A June birth would also fit with the Gospels, as shepherds would be in the fields in June, but not in the late fall or winter months.
Jeremiah 31:15 "This is what the Lord says: 'A voice is heard in Ramah, mourning and great weeping, Rachel weeping for her children and refusing to be comforted, because her children are no more.'"
Matthew 2:16 "When Herod realized that he had been outwitted by the Magi, he was furious, and he gave orders to kill all the boys in Bethlehem and its vicinity who were two years old and under, in accordance with the time he had learned from the Magi."
Hoseah 11:1 "When Israel was a child, I loved him, and out of Egypt I called my son."
Matthew 2:14 "So he got up, took the child and his mother during the night and left for Egypt."
Genesis 49:10 written: 1689 BC (Before Christ)
"The sceptre shall not depart from Judah, nor a lawgiver from between his feet, until Shiloh come; and unto him shall the gathering of the people be."
Speaking about Jesus/Yeshua:Luke 3:33 "The son of Amminadab, the son of Ram, the son of Hezron, the son of Perez, the son of Judah."
Jesus is born of the House of David (Jesse is the
father of David)...
Isaiah 11:1 & 11:10 written: 713 BC (Before Christ)
"And there shall come forth a rod out of the stem
of Jesse, and a Branch shall grow out of his
roots:"
"And in that day there shall stand for an ensign of
the people; to it shall the Gentiles seek: and his
rest shall be glorious."
Isaiah 28:16 written: 712 BC (Before Christ)
Therefore thus saith the LORD GOD,Behold, I lay in Zion for a foundation a stone, a tried stone, a precious corner stone, a sure foundation: he that believeth shall not make haste.
Isaiah 53:2 written: 712 BC (Before Christ)
"For he shall grow up before him as a tender plant,
and as a root out of dry ground: he hath no form nor
comeliness; and when we shall see him, there is no
beauty that we should desire him."
John the Baptist prepares the way...
Isaiah 40:3 written: 712 BC (Before Christ)
"The voice of him that crieth in the wilderness,
Prepare ye the way of the Lord, make straight in
the desert a highway for our God."Isaiah 11:2 written: 712 BC (Before Christ)"The Spirit of the Lord willrest on him--the Spirit of wisdom and of understanding,the Spirit of counsel and of power, the Spirit of knowledgeand of the fear of the Lord."
Jesus Comes from Galilee and teaches in Caparnum
Isaiah 9:1-2 written: 712 BC (Before Christ)
"Nevertheless, the dimness shall not be such as was in her vexation, when at first he lightly afflicted the land of Zebulun and the land of Naphtali, and afterward did more grievously afflict her by the way of the sea, beyond Jordan, in Galilee of the nations. The people that walked in darkness have seen a great light: they that dwell in the land of the shadow of death, upon them hath the light shined."
Matthew 4:12-16 "Now when Jesus had heard that John was cast into prison, he departed into Galilee; And leaving Nazareth he came and dwelt in to Galilee. Leaving Nazareth, he went and dwelt in Capernaum, which is upon the sea coast, in the borders of Zebulon and Nephthalim: That it might be fuslfilled which was spoken by Esaias the prophet, saying, The land of Zabulon and the land of Nephthalim, by the way of the sea, beyond Jordan, Galilee of the Gentiles; The people which sat in darkness saw great light; and to them which sat in the region and shadow of death light is sprung up."
Luke 2:52 "And Jesus grew in wisdom and stature, and in favor with God and men."
Jesus Teaching in Capurnum:
12 When Jesus heard that John had been put in prison, he went to Galilee. 13 But instead of staying in Nazareth, Jesus moved to Capernaum. This town was beside Lake Galilee in the territory of Zebulun and Naphtali. 14 So God's promise came true, just as the prophet Isaiah had said, 15 "Listen, lands of Zebulun and Naphtali,
lands along the road to the sea and east of the Jordan! Listen Galilee, land of the Gentiles!
16 Although your people live in darkness, they will see a bright light. Although they live in the shadow of death, a light will shine on them." 17 Then Jesus started preaching, "Turn back to God! The kingdom of heaven will soon be here."
Jesus Fulfills the Prophecy of the Tzit-Tzit
"But unto you that fear my name shall the Sun of righteousness arise with healing in his wings," Malachi 4:2
According to Jewish sages and tradition, this Sun of Righteousness referred to in Malachi's prophecy was understood to be the Messiah, who would have the power to heal who ever touched the tzit-tzit (fringes) on his garment. One of the best known miracles of healing that Jesus performed was the occasion when a woman who had suffered from a hemorrhage for twelve years came up behind him and touched the hem of his garment. Both Matthew and Mark tell us about this incident below. Mark further tells us, that wherever the Lord went whomever merely touched the border of his garment "were made whole".
Matthew 9:20-22
20 And, behold, a woman, which was diseased with an issue of blood twelve years, came behind him, and touched the hem of his garment: 21 For she said within herself, If I may but touch his garment, I shall be whole. 22 But Jesus turned him about, and when he saw her, he said, Daughter, be of good comfort; thy faith hath made thee whole. And the woman was made whole from that hour.
In Jesus' day, Jewish men wore a simple tunic both at home and at work. When appearing in public, they would cover their tunic with a large rectangular cloth which draped over the shoulder and fell to the ankles. This cloth was called a tallit and served as protection from cold and rain. Hanging from the end of each of its four corners (wings) was a tzitzit in obedience to the biblical command. The hem of this garment is actually made with fringes, or tassels (called tzitziyot, in Hebrew). These were required to be on the four corners of all clothing of Jewish men, in accordance with God's instruction. These tassels were to remind each Jewish man of his responsibility to fulfill God's commandments in Deuteronomy 22 :12 and Num.15:37-40. In fact, these tassels are tied into 613 knots to constantly remind Jewish men of the 613 laws of Moses, of which there are 365 prohibitions (The "thou shalt not" laws), and 248 affirmations (the "thou shall" laws). The knots also correspond with the ineffable name of God, the unspoken yod-hey-vav-hey, Yahweh.
Isaiah 9:1-2 written: 712 BC (Before Christ) "Nevertheless, there will be no more gloom for those who were in distress. In the past he humbled the land of Zebulun and the land of Naphtali, but in the future he will honor Galilee of the Gentiles, by the way of the sea, along the Jordan--The people walking in darkness have seen a great light; on those living in the land of the shadow of death a light has dawned."
Matthew 4:12-16 "Jesus...returned to Galilee. Leaving Nazareth, he went and lived in Capernaum, which was by the lake in the area of Zebulun and Naphtali--to fulfill what was said through the prophet Isaiah: Land of Zebulun and land of Naphtali, the way to the sea, along the Jordan, Galilee of the Gentiles--The people living in darkness have seen a great light; on those living in the land of the shadow of death a light has dawned."
Daniel predicts below the exact timetable that pinpoints the very day (69 weeks) that Jesus rode into Jerusalem (Psalm Sunday) on a colt. He said it would be exactly 69 sabbatical years from the edict permitting the Israelites to return from their Babylon exile to rebuild Jerusalem and the temple until the Messiah would appear as their Prince.
Zechariah 9:9 - written: 520 BC (Before Christ)
"Rejoice greatly, O daughter of Zion; shout, O
daughter of Jerusalem: behold, thy King cometh
unto thee: he is just, and having salvation;
lowly, and riding upon an ass, and upon a colt
the foal of an ass."
John 12:13-15 [they] Took branches of palm trees, and went forth to meet him, and cried, Hosanna: Blessed is the King of Israel that cometh in the name of the Lord. And jesus, when he had found a young ass, sat thereon; as it is written, Fear not, daughter of Sion: behold, thy King cometh, sitting on an ass's colt
This edict to rebuild Jerusalem was issued in 444 BC by Artaxerxes Longimanus of Persia. Exactly 173,880 days later Jesus rode into Jerusalem on a donkey. This was the first time Jesus allowed Himself to be publicly proclaimed as the Messiah and King.
Daniel 9:25:
Know, therefore and understand, that from the going forth of the commandment to restore and to build Jerusalem unto the Messiah the Prince shall be seven weeks, and threescore and two weeks: the street shall be built again, and the wall, even in troublous times.
Matthew 21:2-3 2 saying to them, "Go into the village opposite you, and immediately you will find a donkey tied, and a colt with her. Loose them and bring them to Me. 3 "And if anyone says anything to you, you shall say, `The Lord has need of them,' and immediately he will send them."
Daniel also says below that two startling historical things would follow Messiah's appearance. First, Messiah would be cut off. Second, the city of Jerusalem and the temple would be destroyed shortly thereafter.
Daniel 9:26
And after threescore and two weeks shall Messiah be cut off, but not for himself: and the people of the prince that shall come shall destroy the city and the sanctuary; and the end thereof shall be with a flood, and unto the end of the war desolations are determined.
Here Daniel talks of the Messiah being killed. He also says the same thing that Jesus said - that Jerusalem would be shortly destroyed. It happened in 70 A.D. and Josephus and others spoke of the "flood" of Jewish blood in the streets of Jerusalem...
What about the 70th Week Daniel Spoke of? Many Evangelicals and other Christians and Christian book writers are also deluded to think the 70th week of Daniel went on hold for 2000 years. When it fact it happened just like clockwork and ended when Stephen was stoned by the Jews at the end of the 70th week (3.5 yrs after Christ's crucifixion). Immediately the 70th week ended, and the Gospel then went to the Gentiles. You will recall also, that Paul was "recruited" at the end of this 7 years to minister to the Gentiles. His name was changed from the Jewish Saul to the Gentile Paul (Romans 11:13) which signified the new focus. Also, at this time God gave Peter a vision indicating it was now time to preach to the Gentiles (Acts 10:1-28)

This prophesy refers to weeks of years, or 483 biblical years. Beginning with the exact day on which Persian King Artaxerxes gave the decree to rebuild the walls of Jerusalem (March 14, 445), exactly 173,880 days later--Palm Sunday, April 6, 32 A.D. --Christ rode into Jerusalem the week before he was 'cut off' (crucified). This is the precise number of days spanning 483 biblical years, which were then measured as 12 months of 30 days each.
Judas gives up Jesus to Temple authorities after
eating bread with Jesus
Psalm 41:9 written: 1023 BC (Before Christ)
"Yea, mine own familiar friend, in whom I trusted, which did eat of my bread, hath lifted up his heel
against me."
Judas gives up Jesus to Temple authorities for 30
pieces of silver...
Zechariah 11:12 written: 487 BC (Before Christ)
"And I said unto them, If ye think good, give me my price; and if not, forbear. So they weighed for
my price thirty pieces of silver."
Matthew 26:15 "And asked, 'What are you willing to give me if I hand him over to you?' So they counted out for him thirty pieces of silver."
Judas gives up Jesus to Temple authorities for 30
pieces of silver....
Zechariah 11:13 written: 487 BC (Before Christ)
"And the Lord said unto me, Cast it unto the potter: a goodly price that I was prized at of
them. And I took the thirty pieces of silver, and cast them to the potter in the house of the
Lord."
Matthew 27:6-7 "The chief priests picked up the coins and said, 'It is against the law to put this into the treasury, since it is blood money.' So they decided to use the money to buy the potter's field as a burial place for foreigners."
The false accusation....
Psalm 35:11 written: 1042 BC (Before Christ)
"False witnesses did rise up; they laid to my charge things that I knew not."
The Jewish Messiah was to come first as a Suffering Servant
His Own Disciples Forsake Him
the forsaking of the disciples through being offended
at him.....Psalm 31:11 written: 1042 BC (Before Christ)
Zecheriah 13:7 - "Awake, O sword, against My Shepherd, against the Man who is My Companion," says the LORD of hosts. "Strike the Shepherd, and the sheep will be scattered; then I will turn My hand against the little ones.
Matthew 26:31 - Then Jesus said to them, "All of you will be made to stumble because of Me this night, for it is written: `I will strike the Shepherd, and the sheep of the flock will be scattered.'
"I was a reproach among all mine enemies, but especially among my neighbors, and a fear to
mine acquaintance: they that did see me without fled from me".
FIRST HE WAS BEATEn
Isaiah 50:6 - I gave My back to those who struck Me, and My cheeks to those who plucked out the beard; I did not hide My face from shame and spitting.
Matt 26:67 - Then they spat in His face and beat Him; and others struck Him with the palms of their hands,
the mockery of the spectators...
Psalm 109:25 written: 1023 BC (Before Christ)
"I became a reproach unto them: when they looked upon me they shaked their heads."
being crucified....
Psalm 22:16 written: 1018 BC (Before Christ)
"For dogs have compassed me: the assembly of the wicked have enclosed me: they pierced my hands and my feet."
John 20:27 "Then he said to Thomas, 'Put your finger here; see my hands. Reach out your hand and put it into my side. Stop doubting and believe.'
Jesus bears our sins at Calvary...
Isaiah 53:4 written: 712 BC (Before Christ)
"Surely he hath borne our griefs, and carried our sorrows: yet we did esteem him stricken, smitten
of God, and afflicted."
Isaiah 53:5 (Suffering Servant Passage) written: 712 BC (Before Christ)
"But he was wounded for our transgressions, he was bruised for our iniquities: the chastisement of our peace was upon him; and with his stripes we are healed."
Matthew 8:16-17 "When evening came, many who were demon-possessed were brought to him, and he drove out the spirits with a word and healed all the sick. This was to fulfill what was spoken through the prophet Isaiah: 'He took up our infirmities and carried our diseases."
Isaiah 50:6 written: 712 BC (Before Christ)
"I gave my back to the smiters, and my cheeks to them that plucked off the hair: I hid not my
face from shame and spitting."
Being crucified between two thieves was a fulfillment of prophecy (numbered with the transgressors) also.
Mark:15:27-28: And with him they crucify two thieves; the one on his right hand, and the other on his left. And the scripture was fulfilled, which saith, And he was numbered with the transgressors.
Isaiah 53:12: Therefore will I divide him a portion with the great, and he shall divide the spoil with the strong; because he hath poured out his soul unto death: and he was numbered with the transgressors; and he bare the sin of many, and made intercession for the transgressors.
Luke 23:34: Then said Jesus, Father, forgive them; for they know not what they do. And they parted his raiment, and cast lots.
Messiah will be Rejected in Israel:
Isaiah 8:14 written: 742 BC (Before Christ)
"And he shall be a sanctuary; but for a stone of stumbling and for a rock of offence to both the houses of Israel, for a gin and a snare to the inhabitants of Jerusalem."
Isaiah 53:3 written: 712 BC (Before Christ)
"He is despised and rejected of men; a man of sorrows, and acquainted with grief: and we hid as it were our faces from him; he was despised, and we esteemed him not.

Psalm 22: 14-19, written 1000 BC - I am poured out like water, and all my bones are out of joint: my heart is like wax; it is melted in the midst of my bowels. 15My strength is dried up like a potsherd; and my tongue cleaveth to my jaws; and thou hast brought me into the dust of death. 16For dogs have compassed me: the assembly of the wicked have inclosed me: they pierced my hands and my feet. 17I may tell all my bones: they look and stare upon me. 18They part my garments among them, and cast lots upon my vesture. 19But be not thou far from me, O LORD: O my strength, haste thee to help me.
Psalm 118:22-23 - The stone which the builders refused is become the head stone of the corner. This is the LORD'S doing; it is marvellous in our eyes.
Isaiah 28:16 - Therefore thus says the Lord GOD: "Behold, I lay in Zion a stone for a
foundation, a tried stone, a precious cornerstone, a sure foundation; whoever believes will not act hastily.
John 1:11 "He came to that which was his own, but his own did not receive him."
Jesus bears our sins at Calvary...
Isaiah 53:4 written: 712 BC (Before Christ)
"Surely he hath borne our griefs, and carried our sorrows: yet we did esteem him stricken, smitten
of God, and afflicted."
Isaiah 53:6 written: 712 BC (Before Christ)
"All we like sheep have gone astray; we have turned every one to his own way; and the Lord hath laid on him the iniquity of us all."
Psalm 22:6-8: written: 1018 BC (Before Christ)But I am a worm, and no man; a reproach of men, and despised of the people. All they that see me laugh me to scorn: they shoot out the lip, they shake the head saying, He trusted on the Lord that he would deliver him: let him deliver him, seeing he delighted in him.
Matthew 27:39-40 "Those who passed by hurled insults at him, shaking their heads and saying, 'You who are going to destroy the temple and build it in three days, save yourself! Come down from the cross, if you are the Son of God!'"
Above is exactly what happened at Calvary that day whenthe people gathered to wag their heads at Jesus and laughHim to scorn. Matthew recorded the account:"And they that passed by reviled him, wagging their heads;...He trusted in God; let him deliver him now, if he will have him:for he said, I am the Son of God" (Matthew 27:39,43)
the silence before his judges...
Isaiah 53:7 written: 712 BC (Before Christ)
"He was oppressed, and he was afflicted, yet he opened not his mouth: he is brought as a lamb to the slaughter, and as a sheep before her shearers is dumb, so he openeth not his mouth."
Matthew 26:62-63 "Then the high priest stood up and said to Jesus, 'Are you not going to answer? What is this testimony that these men are bringing against you?' But Jesus remained silent. The high priest said to him, 'I charge you under oath by the living God: Tell us if you are the Christ, the Son of God.'"
Isaiah 53:8 written: BC (Before Christ)
"He was taken from prison and from judgment: and who shall declare his generation? for he was cut off out of the land of the living: for the transgression of my people was he stricken."
Zechariah 12:10 written: 487 BC (Before Christ)
"And I pour upon the house of David, and upon the inhabitants of Jerusalem, the spirit of grace and of
supplications: and they shall look upon me whom they have pierced, and they shall mourneth for his only
son, and shall be in bitterness for him, as one that is in bitterness for his firstborn."
John 19:34 "Instead, one of the soldiers pierced Jesus' side with a spear, bringing a sudden flow of blood and water."
Isaiah 53:10 written: 712 BC (Before Christ)
"Yet it pleased the Lord to bruise him; he hath put him to grief: when thou shalt make his soul an offering for sin, he shall see his seed, he shall prolong his days, and the pleasure of the Lord shall prosper in his hand."
Isaiah 53:11 written: 712 BC (Before Christ)
"He shall see of the travail of his soul, and shall be satisfied: by his knowledge shall my righteous servant justify many; for he shall bear their iniquities."
the taunt of nondeliverance...
Psalm 22:7-8 written: 1018 BC (Before Christ)
"All they that see me laugh me to scorn: they shoot out the lip, they shake the head, saying,"
"He trusted on the Lord that he would deliver him: let him deliver him, seeing he delighted in him."
Soldiers gave Jesus vinegar to drink as he hung on the cross Psalm 69:21 written: 1018 BC (Before Christ)
"They put gall in my food and gave me vinegar for my thirst."
John 19:29 "A jar of wine vinegar was there, so they soaked a sponge in it, put the sponge on a stalk of the hyssop plant, and lifted it to Jesus' lips."
none of his bones were broken...
Psalm 34:20 written: 1042 BC (Before Christ)
"He keepeth all his bones: not one of them is broken."
John 19:33 "But when they came to Jesus and found that he was already dead, they did not break his legs."
the gambling for his garments...
Psalm 22:18 written: 1018 BC (Before Christ)
"They part my garments among them, and cast lots upon my vesture."
Mark 15:24 "And they crucified him. Dividing up his clothes, they cast lots to see what each would get."
being forsaken by God...
Psalm 22:1 "My God, my God, why hast thou forsaken me? why art thou so far from helping me, and the words of my roaring?" "Eli, Eli, lama sabachthani"
Mathew 27:46 - And about the ninth hour Jesus cried with a loud voice, saying, Eli, Eli, lama sabachthani? that is to say, My God, my God, why hast thou forsaken me?
the yielding of his spirit into the hands of his
Father...
Psalm 31:5 written: 1042 BC (Before Christ)
"Into thine hand I commit my spirit: thou hast redeemed me, O Lord God of truth."
Luke 23:46 - And when Jesus had cried with a loud voice, he said, Father, into thy hands I commend my spirit: and having said thus, he gave up the ghost.
being included with sinners....and prayer for
his enemies...
Isaiah 53:12 written: 712 BC (Before Christ)
"Therefore will I divide him a portion with the great, and he shall divide the spoil with the strong; because he hath poured out his soul unto death: and he was numbered with the transgressors; and he bare the sin of many, and made intercession for the transgressors."
Matthew 27:38 "Two robbers were crucified with him, one on his right and one on his left."
Darkness reported at Christ's Crucifixion
Amos 8:9 written: 787 BC (Before Christ)
"And it shall come to pass in that day, saith the Lord of God, that I will cause the sun to go down at noon, and I will darken the earth in the clear day:"
Matthew 27:50-54
50 Jesus, when he had cried again with a loud voice, yielded up the ghost. 51 And, behold, the veil of the temple was rent in twain from the top to the bottom, and the earth did quake, and the rocks rent; 52 And the graves were opened; and many bodies of the saints which slept arose, 53 And came out of the graves after his resurrection, and went into the holy city, and appeared to many. 54 Now when the centurion, and they that were with him, watching Jesus, saw the earthquake, and those things that were done, they feared greatly, saying, Truly this was the Son of God.
Luke 23:45-46 And the sun was darkened, and the veil of the temple was rent in the midst. 46 And when Jesus had cried out with a loud voice, he said, Fathey into thy hands I commend my spirit: and having said thus, he gave up the ghost.
Coincidence? A pagan historian by the name of Thallus, who lived shortly after the resurrection of Christ (about A.D. 52) wrote concerning a miraculous darkness that covered the earth at the Passover of A.D. 32 and attempted to explain it as an eclipse of the sun. There was no eclipse of the sun that year.
being proven guiltless...buried in a rich man's
tomb...
Isaiah 53:9 written: 712 BC (Before Christ)"And he made his grave with the wicked, and with the rich in his death; because he had done no violence, neither was any deceit in his mouth."
Matthew 27:57-60 "As evening approached, there came a rich man from Arimathea, named Joseph, who had himself become a disciple of Jesus. Going to Pilate, he asked for Jesus' body, and Pilate ordered that it be given to him. Joseph took the body, wrapped it in a clean linen cloth, and placed it in his own new tomb that he had cut out of the rock. He rolled a big stone in front of the entrance to the tomb and went away."
Isaiah 9:2 written: 740 BC (Before Christ)
"The people that walked in darkness have seen a great light: they that dwell in the land of the shadow of death, upon them hath the light shined."
Psalm 18.5: The grave wrapped its ropes around me; death itself stared me in the face.
Psalm 139.8: If I go up to heaven, you are there; if I go down to the place of the dead, you are there.
The resurrection of Jesus/Yeshua
Psalm 16:10 written: 1018 BC (Before Christ)
"For thou wilt not leave my soul in hell; neither wilt thou suffer thine Holy One to see corruption."
Matthew 28:9 "Suddenly Jesus met them. 'Greetings,' he said. They came to him, clasped his feet and worshiped him."
Jesus Christ is crucified outside Jerusalem on Golgotha. A Roman centurion, possibly Gaius Cassius, pierces Christ's side with a spear, and in doing so, fulfills an ancient Jewish prophesy describing the Messiah. Gaius Cassius is said to have converted to Christianity on the spot and becomes known to the early Christians as Longinus (the Spearman).
Ezekiel written: 587 BC (Before Christ)
33:30 Also, thou son of man, the children of thy people still are talking against thee by the walls and in the doors of the houses, and speak one to another, every one to his brother, saying, Come, I pray you, and hear what is the word that cometh forth from the LORD.
33:31 And they come unto thee as the people cometh, and they sit before thee as my people, and they hear thy words, but they will not do them: for with their mouth they shew much love, but their heart goeth after their covetousness.
33:32 And, lo, thou art unto them as a very lovely song of one that hath a pleasant voice, and can play well on an instrument: for they hear thy words, but they do them not.
33:33 And when this cometh to pass, (lo, it will come,) then shall they know that a prophet hath been among them.
Psalm 47:5
God has ascended with a mighty shout. The LORD has ascended with trumpets blaring.
Jesus Ascended into Heaven - witnessed by many:
Psalm 68:18 "When you ascended on high, you led captives in your train; you received gifts from men, even from the rebellious--that you, O Lord God, might dwell there."
Luke 24:50-51 - "When he had led them out to the vicinity of Bethany, he lifted up his hands and blessed them. While he was blessing them, he left them and was taken up into heaven."
Acts 1:9 - Now when He had spoken these things, while they watched, He was taken up, and a cloud received Him out of their sight.
His Victory over death
Isaiah 25:8 written: 712 BC (Before Christ) - He will swallow up death forever, and the Lord GOD will wipe away tears from all faces; the rebuke of His people he will take away from all the earth; for the LORD has spoken.
Hebrews 2:14 Inasmuch then as the children have partaken of flesh and blood, He Himself likewise shared in the same, that through death He might destroy him who had the power of death, that is, the devil,
John 19:30 So when Jesus had received the sour wine, He said, "It is finished!" And bowing His head, He gave up His spirit.
A priest like Melchizedek
Psalm 110:4 - The LORD has sworn and will not relent, "You are a priest forever according to the order of Melchizedek."
Hebrews 5:5-6 - So also Christ did not glorify Himself to become High Priest, but it was He who said to Him: "You are My Son, today I have begotten You." As He also says in another place: "You are a priest forever according to the order of Melchizedek"
Miraculous darkness when Christ died for our sins
* A pagan historian by the name of Thallus, who lived shortly after the resurrection of Christ. In about A.D. 52 he wrote concerning a miraculous darkness that covered the earth at the Passover of A.D. 32 and attempted to explain it as an eclipse of the sun. Julius Africanus, a Christian teacher in North Africa in A.D. 215, wrote concerning this historian's assertions, "Thallus, in the third book of his histories, explains away this darkness as an eclipse of the sun - unreasonably as it seems to me." Julius contends, and modern astronomers confirm, that the Paschal full moon in which the Passover occurred (the Passover in which Christ was crucified) could not have been eclipsed. Thus, no known natural explanation can be presented to explain the darkness referred to in the Bible as occurring during Christ's crucifixion.
PHLEGON, A FIRST CENTURY HISTORIAN
[As quoted by Philopon]:
"And about this darkness...Phlegon recalls it in the Olympiads (the title of his history)." He says that "Phlegon mentioned the eclipse which took place during the crucifixion of the Lord Christ, and no other (eclipse), it is clear that he did not know from his sources about any (similar) eclipse in previous times...and this is shown by the historical account itself of Tiberius Caesar."
"And then the Jews drew the nails from the hands of the Lord and laid him on the earth. And the whole earth shook and there came a great fear."
- Gospel of Peter 6:1
The Father turned His face (probably in great discomfort) as His Son Jesus took our sins fully upon Himself:
Matthew 27:45-46:
45 Now from ths sixth hour there was darkness over all the land unto the ninth hour. 46 And about the ninth hour Jesus cried with a loud voice, saying, Eli, Eli, lama sabachthani? That is to say, My God, my God, why hast thou forsaken me?
Read the words of Psalm 22, written by King David, one of Jesus' ancestors: "My God, My God, why have you forsaken me?" This psalm is a clear prophecy of the death of Christ, written hundreds of years before His birth. They were the last recorded words that He spoke before he died, nailed to the cross.
Some more Collateral (external) evidence of Jesus/Yeshua
The Jewish Babylonian Talmud (Sanhedrin 43a) from the Tannaitic Period recorded: "On the eve of the Passover Yeshu [the Nazarene] was hanged"....
On the eve of the Passover Yeshu [the Nazarene] was hanged. For forty days before the execution took place a herald went forth and cried, "He is going forth to be stoned because he has practiced sorcery and enticed Israel to apostasy. Anyone who can say anything in his favor, let him come and plead on his behalf." And since nothing was brought forward in his favor, he was hanged on the eve of Passover." Babylonian Talmud (Sanhedrin 43a)
The emperor Tiberius reigned from 14-37A.D. This is the period during which Jesus the Christ died on the cross . Tacitus wrote about how the beliefs of this group (Christians) "Broke out not only in Judaea, the first source of (these ideas), but even in Rome", and he goes on to describe how the Christians were widely hated, and many put to death in Rome. All this accords with the New Testament record of Jesus, the disciples and the apostles first spreading their teaching in Judaea, and then throughout the Roman world, including Rome, with great opposition to them.
Suetonius, another Roman historian, commented on the reign of Claudius (41-54 AD): "Because the Jews at Rome caused continuous disturbances at the instigation of Chrestus, he (Claudius) expelled them from the city". "Chrestus" is another spelling of "Christ". Incidentally, Acts 18:2 describes how a Jewish couple named Aquila and Priscilla had to leave Rome because of the persecution of the Jews.
Josephus (born in Jerusalem 37 A.D.) the First Century Jewish General, Traitor, and excellent historian wrote the following about Jesus in his Antiquities (18:63), while writing for the Romans:
About this time there lived Jesus, a wise man if indeed one ought to call him a man. For he was one who wrought surprising feats and was a teacher of such people as accept the truth gladly. He won over many Jews and many of the Greeks. He was the Messiah. When Pilate, upon hearing him accused by men of the highest standing among us, had condemned him to be crucified, those who had in the first place come to love him did not cease. On the third day he appeared to them restored to life. For the prophets of God had prophesied these and myriads of other marvellous things about him. And the tribe of the Christians, so called after him, has still up to now, not disappeared.
This above passage is known as the Testimonium Flavianum. The "Testimonium" is found in every copy of Jesusphus in existence.
In book 20, Josephus also wrote the following:
Second, in Book 20 there is what could be called a passing reference to Jesus in a paragraph describing the murder of Jesus' brother, James, at the hands of Ananus, the High Priest.
But the younger Ananus who, as we said, received the high priesthood, was of a bold disposition and exceptionally daring; he followed the party of the Sadducees, who are severe in judgment above all the Jews, as we have already shown. As therefore Ananus was of such a disposition, he thought he had now a good opportunity, as Festus was now dead, and Albinus was still on the road; so he assembled a council of judges, and brought before it the brother of Jesus the so-called Christ, whose name was James, together with some others, and having accused them as lawbreakers, he delivered them over to be stoned.
In the British Museum an interesting manuscript preserving the text of a letter written some time later than A.D. 73, but how much later we cannot be sure. This letter was sent by a Syrian named Mara Bar-Serpion to his son Serapion. Mara Bar-Serapion was in prison at the time, but he wrote to encourage his son in the pursuit of wisdom, and pointed out that those who persecuted wise men were overtaken by misfortune. He instances the deaths of Socrates, Pythagoras and Christ:
What advantage did the 'Athenians gain from putting Socrates to death? Famine and plague came upon them as a judgment for their crime. What advantage did the men of Samos gain from burning Pythagoras? In a moment their land was covered with sand. What advantage did the Jews gain from executing their wise King? It was just after that that their kingdom was abolished...the Jews, ruined and driven from their land, live in complete dispersion..."
Tacitus was a Roman historian wrote two major books about the first century ("Annals" and the "Histories"). In both of these books, Jesus and Christianity are mentioned. In about 115 A.D. Tacitus wrote the following in his "Annals":
"A class hated for their abominations, called Christians by the populace. Christus, from whom the name had its origin, suffered the extreme penalty during the reign of Tiberius at the hands of one of our procurators, Pontius Pilate".
Prophecy of the Second Coming of Jesus Christ (He will return from exactly the same place He ascended into heaven):
Only in Jesus is there a promise of life. Allah makes no such promise.
Jesus said; "I am the resurrection and the life. The one who believes in Me, even if he dies, will live" (John 11:25)
"Truly, truly, I say to you, he who hears My word, and believes Him who sent Me, has eternal life, and does not come into judgment, but has passed out of death into life." -John 5:24
For God so loved the world, that he gave his only begotten Son, that whosoever believeth in him should not perish, but have everlasting life. (John 3:16)
"And his feet shall stand in that day upon the mount of Olives, which is before Jerusalem on the east, and the mount of Olives shall cleave in the midst thereof toward the east and toward the west, and there shall be a very great valley; and half of the mountain shall remove toward the north, and half of it toward the south. And ye shall flee to the valley of the mountains; for the valley of the mountains shall reach unto Azal: yea, ye shall flee, like as ye fled from before the earthquake in the days of Uzziah king of Judah: and the Lord my God shall come, and all the saints with thee" (Zechariah 12:4-5)
THE RELIABILITY OF THE NEW TESTAMENT
Liberal scholars have long argued that the New Testament cannot be considered reliable as it was, in their opinion, written over 100 years after the events it described. If this were true, considering that the authors claims to have personally witnessed their accounts, the Scriptures must be false, or at least unreliable. So widespread were these sentiments, and so loudly and publicly proclaimed, that even today, after overwhelming documentary evidence proves that these texts were written within 30-35 years of the actual events, many still believe them to be historically inaccurate. Capitalizing on this feeling, many scholars now claim that these Scriptures, while accurate historically, must have been contaminated over the years with additional and erroneous information, accounts and statements by well-meaning believers during the last few decades of the first century.
Consider that the modern scholars now possess over 5000 manuscript copies of the New Testament in the original Greek, as well as over 15,000 manuscripts in other languages, all from the first few centuries of this era. No other important historical or religious text has more than a few dozen copies surviving from this time. These 20,000 different texts can be shown to contain some minor differences, in spelling for example, but no difference in even one small fact or single doctrine. These documents give scholars the strongest possible evidence to confirm the accuracy of the New Testament text as well as confirming their widespread distribution among the churches during the last four decades of the first century. That is, within 30-35 years of the actual events. Simply put, if the liberal scholars claims are true, how were ALL these copies of Scripture altered in exactly the same way within only a few decades without any of the devout Christians noticing?
In order to counter the assertion that changes had been introduced into the Scriptures during this time, consider a few points:
-These Scriptures had been, and were still being, widely distributed throughout the churches during the few years after their being written by the apostles.
-Many of the Christians hearing or reading these Scriptures in the churches had personally known the apostles, or Christ Himself, or at least heard them minister.
-These Christians would have been keenly aware of any changes in the basic truths these Scriptures presented.
One of Christ's original apostles, John, was still alive during this time and was bishop over the seven churches in Turkey until the first few years of the next century. He certainly would have instantly recognized any "new" or altered portions of the Scriptures that came before him.
-The Greek originals of the Scriptures were widely copied into a variety of languages and distributed widely in Hebrew, Syriac, Latin, Coptic, etc. to churches in surrounding areas many years before the turn of the century. These would certainly have proven as impossible to influence as the original Greek.
Furthermore, consider the significance of the fact that no Jew or Roman alive at the time ever openly denied the Scriptural record of Jesus Christ's life, death, ministry or resurrection. Certainly, with the Christian "cult" growing so rapidly throughout the regions and even into nearby countries in those early days, anyone having evidence to contradict the Scriptural account would certainly have likely been compelled to present it publicly.
A great luminous cross appeared in the heavens over Golgotha
A great sign appeared during the first year of Bishop Cyril's (born at/near Jerusalem in 315 A.D.) episcopate in Jerusalem, in the year 351, at nine o'clock in the morning of May 7. This was in the era of the "Arian heresy", in which the relationship of Christ to God the Father had been placed in question
In a letter to the Roman Emperor Constantius, Bishop Cyril wrote; "on the nones of May, about the third hour, a great luminous cross appeared in the heavens, just over Golgotha, reaching as far as the holy mount of Olivet, seen, not by one or two persons, but clearly and evidently by the whole city. This was not, as might be thought, a fancy-bred and transient appearance: but it continued several hours together, visible to our eyes and brighter than the sun. The whole city, penetrated alike with awe and with joy at this portent, ran immediately to the church, all with one voice giving praise to our Lord Jesus Christ, the only Son of God." Cyril continued; "Everyone saw that the pious Christian faith consisted not in the disputable words of human wisdom." Thus Cyril gave an account of it to the emperor, and the faithful regarded it as a presage of victory over the Arian heretics. Church historians Socrates, Sozomen, and others also wrote of this apparition.

Also, while Cyril was Bishop of Jerusalem, the apostate emperor Julian resolved to defy the words of Our Lord (Luke 21:6) by rebuilding the ancient temple of Jerusalem. He employed the power and resources of a Roman emperor; the Jews thronged enthusiastically to him and gave munificently. But Cyril was unmoved. "The word of God abides," he said; "one stone shall not be laid on another." History records that The combination of an earthquake in Jerusalem, Julian's death, and opposition from the rabbis (who were now the Jews' spiritual leaders in place of the former temple priesthood) put an end to the project shortly after work on it had begun. Another report by a pagan writer tells us that horrible flames came forth from the earth, rendering the place inaccessible to the scorched and frightened workmen. The attempt was made again and again, and then abandoned in despair. Soon after, the emperor perished miserably in a war against the Persians, and the Church had rest..
Bishop Cyril died in peace in 386, leaving behind his Catechetical Lectures (systematic teaching of the Church on the Creed and Sacraments), which are a precious monument of Christian antiquity. He lived to see the suppression and condemnation of Arianism at the end of his life.

The Azazel (Scapegoat) - While the First and Second Temples in Jerusalem were standing, the Jewish high priest would go out into the Temple court and lay his hands over the head of the scapegoat, confessing over it the sins of the people of Israel. Then the goat would be taken outside the city and released into the wilderness. This symbolized the removal (carrying away) of the sins from the people of Israel. According to the Talmud, a scarlet cord was tied around the neck of the scapegoat. The cord was reported to have turned white as the goat was led away from the city.

The Babylonian Talmud records that for the last forty years before the destruction of the Second Temple in 70 A.D. - that would have been just about the time Yeshua was offered up as the final sacrifice - the scarlet cord around the neck of the scapegoat failed to turn white.

In Yeshua, all our sins are carried away "as far as east is from west" (Psalm 103:12). Yeshua is not only our High Priest, but He is also the final sacrifice who takes away our sins.
Because of Yeshua/Jesus's sacrifice, Your Name is Written in the Book of Life.
Order "He Chose The Nails" "What God did to Win Your Heart at Amazon

Visit the site Jews for Jesus and learn more
Question to Jewis Rabbis?
Why have you rabbis lawlessly wrested authority from the kohanim (priests) and are now missionizing Jewish people away from a faith squarely founded on true Biblical apocalyptic Torah Judaism as taught by the Jewish Bible?"
A Rabbi may answer: "Because the priesthood became corrupted by the Romans, and then the Temple was destroyed in 70 C.E."
Have you considered this?
"One kohen (priest) was not corrupted and his temple was not destroyed."
A Rabbi may ask: "Which one was that?"
The Truth is: "The Messiah-Priest that King David foretold in Psalm 110,[1] the portentous priest Zechariah also identified with the name of Moshiach (Messiah) in Zechariah[2] [3]--the very name Ezra called Yeshua (Aramaic form of Yehoshua) in the book of Ezra!"[4]
The history of the Exodus is given to us in the Torah of Moses. There we read that a whole rebellious generation passed away leaving only a righteous remnant of two holy survivors of the Exodus to inherit the promised life in the Holy Land: Yehoshua (or Joshua--the Aramaic form is Yeshua--see Nehemiah 8:17) and Caleb. This is paradigmatic history, for it provides a prophetic model as a sign of things to come, as does the prophecy about Moshiach found in the reference to the two ominous olive trees in the book of Zechariah 4.[5] In fact, Yehoshua (or Joshua) is himself a sign of the Moshiach, as we shall see. The fact that the Aramaic form of Yehoshua or Joshua is Yeshua [see Nehemiah 8:17] when we see that the Tanakh teaches this name is to become Moshiach's personal name. "Joshua/Yeshua" is indeed one of the portentous and ominous names of "anshei mofet" ("sign-men) in the Hebrew Scriptures.[2]"
And, in the Jewish Bible, Yeshayah (Isaiah) 49:8 [6] infers that Yehoshua or Joshua/Yeshua is in fact a sign of the Moshiach. Therefore, if anyone wants to argue, let him argue with G-d and his holy Word in the writing of his holy prophet, Isaiah. It was Joshua who assigned the land of the promised inheritance to the individual tribes and families. Isaiah 49:8 alludes to this activity. This key verse infers that King Moshiach, the Servant of the L-rd, is the new Joshua, for in his own person the Moshiach will bring the promised new life for the people, which is their covenant inheritance.
A Rabbi may ask: If Moshiach is the one who is the Prince of Peace, the new Joshua, as it were, to bring the people out of the Golus (Exile) and into the land of eternal Sabbath rest, then where is all the world peace the Prophets said the Moshiach would bring?"
Answer: G-d did not promise peace to a world that rejects him, Rabbi. But those who receive the spiritual bris milah (covenant of circumcision) and the justification peace the Moshiach brings are in actuality raised to a new spiritual existence with Moshiach in anticipation of the Olam haBa (the World to Come), and in anticipation of the Resurrection Age and its peace. But how can we have the latter if we refuse the former? How can we have the Olam haBa of Moshiach if we reject Moshiach's New Covenant life in the Ruach haKodesh (Holy Spirit)?
To continue, Bamidbar (Numbers) 34:19 [7] tells us that Caleb was from the Moshiach's tribe, the tribe of Judah. Caleb in the history of the Torah is thus a continuing sign-man or mofet man (mofet is Hebrew for sign or omen or portent [2]) of the remnant of one, the King Moshiach of the tribe of Judah, indicated before Caleb in places like Bereshis (Genesis) 49:10 [8] and after Caleb in several places in the Jewish Bible. This righteous-remnant-of-one motif reappears later in the Servant Songs of Yeshayah (Isaiah) chapters 42-53, where an idealized Israel is called Yeshurun [9] and then is seen in counterpoint to a suffering, dying and death-conquering Moshiach, the Servant of the L-rd.
`A prophet will the L-rd thy G-d raise up unto thee, from the midst of thee, of thy brethren, like unto me (Moses)."[14] That Deuteronomy 18:15, then, is a Messianic prophecy fulfilled ultimately in the Moshiach, the Son of David, should be clear enough. Confirmation comes in II Samuel [16] and in Isaiah,[17] which tell us that David's "house" will bring the Moshiach, and also in Ezekiel, which gives us the title of Moshiach, "David my Servant". [18]
Moses did speak of a deliverer to come.
Tucked into the midst of the summary of the Law in the eighteenth chapter of Devarim (Deuteronomy), talking about the punishment of false prophets, Moses made a remarkable prophecy:
"The Lord your God will raise up for you a Prophet like unto me from the midst, of your brethren. Him you shall hear."
http://www.bibleprobe.com/300great.htm
Buddha prophesized about Jesus!
In the Buddhist Scriptures of Cambodia, there is a prophecy from approx. 500 B.C. of the "Holy One" who would come. One who would lead the people away from the old way, and introduce a new way. The Buddha described the "Holy One" by saying; "in the palm of his hands and in the flat of his feet will be the design of a disk, in his side will be a stab wound; and his forehead will have many marks like scars...."
See Scriptures pointing to
Jesus as God also - here
http://www.bibleprobe.com/300great.htm
JEWS for JESUS (Yeshua)
Jews always remain Jews by birth. A Jew will never be a Gentile. Yeshua was born a Jew in Bethlehem, and all His first followers were all Jews. A Jew does not have to convert to Christianity to be saved. A Jewish man or womansimply needs to accept Yeshua as your Mashiach (Messiah), as promised in your own Torah.
Rothschild ( volpe ); KING SAUDI ARABIA ( gatto ) --- se, 1. Gesù di Betlemme, fosse vero, come, voi potreste salvarvi? 2. e se, lui non fosse vero, come, mai un Dio di Giustiazia, potrebbe accogliervi, nel suo regno, per avere fatto del male, a perone pacifiche? LA MERDA talud coraano, CHE, VOI AVETE NEL CERVELLO? è TROPPA! tutto il tuo potere? non potrà mai giustificare l'Inferno!