MERKEL TR0IKA a puttane

IN CUL0 A DARWIN













IN CUL0 A DARWIN ORMA FOSSILE DI UOMO IN ORMA DI DINOSAURO! IO PROPONGO L'ERGASTOLO, E LA CONFISCA DELLE PROPRIETà, PER ALTO TRADIMENTO DELLA SCIENZA! CERTO DEVONO RESTITUIRE TUTTI I SOLDI CHE HANNO RUBATO ALLO STATO!




in cul0 a Darwin






















Califfato Mondiale. Pubblicato il 6 gennaio 2012| di Bat Ye'Or , interessante prefazione del libro dell'autrice. [ compra libro ] La maggior parte degli europei non ha ancora compreso che le loro strutture nazionali e sovrane si sono già disintegrate nel multilateralismo e il multiculturalismo. Essi credono ancora di poter agire sul proprio destino nazionale restando nella sfera democratica che si sono creati. In realtà, il potere decisionale a livello nazionale relativo alla politica interna ed estera è sfuggito loro di mano. Oggi le popolazioni dell'UE sono gestite da organizzazioni internazionali, come le Nazione Unite, la Fondazione Anna Lindh, l'Alleanza delle Civiltà, l'Organizzazione della Conferenza Islamica (OCI) e la sua filiale l'ISESCO, interconnesse in reti che diffondono la governance mondiale in cui predomina l'influenza dell'OCI sull'ONU. Il trasferimento del potere fuori dai confini nazionali dei singoli stati membri dell'Unione Europea verso le organizzazioni internazionali avviene attraverso strumenti detti «dialogo» e «multilateralismo» legati a reti designate dagli stati: Dialogo Euro-Arabo, Medea, Processo di Barcellona, Unione per il Mediterraneo, Fondazione Anna Lindh, Alleanza delle Civiltà, Parlamento Euro-Mediterraneo (PEM) ecc. Queste reti trasmettono direttive a delle sotto-reti, a miriadi di ONG e ai rappresentanti delle «società civili» che scelgono essi stessi, attivisti dell'immigrazione e del multiculturalismo. La rete delle istituzioni politiche, i cosiddetti «think tank», spesso finanziata dalla Commissione europea, trasforma tali direttive in opinione pubblica mescolandole sulla stampa, nelle pubblicazioni, nei film, veri e propri inghiottitoi di miliardi. Le popolazioni europee sono chiuse in un gioco di specchi che si rinviano, a tutti i livelli sino all'infinito, le opinioni prefabbricate in base ad agende politiche e culturali che esse ignorano e spesso disapprovano. Questa trasformazione «di un'Europa delle Nazioni» in un'Europa unificata e integrata alle organizzazioni internazionali, come l'ONU, l'UNESCO, l'OCI, ecc., risponde alla strategia dell'UE in particolare nella sua dimensione mediterranea. Una tale ottica motiva le politiche sia dell'UE che dell'OCI, che si oppongono entrambe – per interessi diversi – ai nazionalismi culturali e identitarie locali in Europa. Questo movimento promuove il multiculturalismo e l'internazionalismo di una popolazione europea destinata a trasformarsi e a sparire in virtù dell'unione delle due rive del Mediterraneo e di una immigrazione dell'Africa e dell'Asia incoraggiata dalla Dichiarazione Durban 2. Questa Dichiarazione è in conformità alla politica dell'OCI in riguardo all'emigrazione. A tale scopo, la nozione stessa e la coscienza di una civiltà europea peculiare e specifica, nel corso di millenni, si dissolve mentre si continuano a combattere con accanimento le identità culturali europee assimilate al razzismo. L'OCI segue un percorso simile all'Unione europea, organizzandosi come forza transnazionale, ma, contrariamente all'UE, si afferma grazie al radicamento della ummāh nella sfera della religione, della storia e della cultura coranica. Cosa è l'OCI? Questa è un'organizzazione centrale creata nel 1969 per distruggere Israele. Essa riunice 56 stati membri (musulmani o a maggioranza musulmana) e l'autorità Palestinese. Questi stati sono in Asia, Africa et Europa con l'Albania, la Bosnia Herzegovina e il Kossovo. L'OCI è la seconda organizzazione intergovernativa dopo le Nazioni Unite e rappresenta un miliardo trecento milioni di musulmani. Al l'11° Vertice islamico svoltosi a Dakar il 13 e 14 marzo 2008, l'OCI ha adottato una Carta che ne sancisce i principi e gli obiettivi, il primo dei quali consiste nell'unificazione della ummāh (la comunità islamica mondiale) attraverso il suo radicamento nel Corano e nella Sunna, e la difesa solidale delle cause e degli interessi musulmani sulla pianeta. Questa politica spiega la recrudescenza di religiosità musulmana in generale, inclusa l'Europa, e di odio contro Israele e l'Occidente. I suoi organi principali sono: 1) il Vertice islamico, che rappresenta l'istanza suprema di decisione ed è composto dai re e dai capi di stato; 2) il Consiglio dei ministri degli esteri; 3) il Segretariato generale, che costituisce l'organo esecutivo dell'OCI e 4) la Corte islamica internazionale di Giustizia, che diventerà l'organo giuridico principale dell'organizzazione (articolo 14) e giudicherà in conformità con i valori islamici. (art. 15). L'OCI è dotata di una struttura unica fra le Nazioni e le società umane. In effetti, il Vaticano e le varie Chiese non hanno un potere politico, anche se in concreto fanno politica, poiché nel cristianesimo come nel giudaismo funzioni religiose e politiche devono restare rigorosamente separate. Lo stesso vale anche per le religioni asiatiche, i cui sistemi non riuniscono in un'unica struttura organizzativa religione, strategia, politica e sistema giuridico. Non solo l'OCI gode di un potere illimitato grazie all'unione e alla coesione di tutti i poteri, ma a questi aggiunge anche l'infallibilità conferita dalla religione. Riunendo sotto un solo capo 56 paesi, alcuni fra i più ricchi del pianeta, l'organizzazione controlla la maggior parte delle risorse energetiche mondiali. L'OCI è un'organizzazione religiosa e politica che appartiene alla sfera di influenza dei Fratelli Musulmani con cui condivide in tutti i casi la visione strategica e culturale di una comunità religiosa universale, la ummāh, ancorata al Corano, alla Sunna e all'ortodossia canonica della shari'a. Che la religione sia un fattore prioritario per l'OCI si evidenzia dal suo linguaggio e dai suoi obiettivi. Così la conferenza di Dakar (marzo 2008) prende il titolo di Conferenza del Vertice islamico, Sessione della ummāh islamica del XXI secolo. Nel preambolo della Carta dell'OCI, gli stati membri confermano la loro unione e la loro solidarietà ispirate dai valori islamici al fine di rafforzare nell'arena internazionale i loro interessi comuni e la promozione dei valori islamici. Essi s'impegnano a rivitalizzare il ruolo di pioniere dell'islam nel mondo, a sviluppare la prosperità negli stati membri e, al contrario degli stati europei, ad assicurare la difesa della loro sovranità nazionale e della loro integrità territoriale. Dichiararono che la vera solidarietà implica necessariamente il consolidamento delle istituzioni e la profonda convinzione di un destino comune in base a valori comuni definiti nel Corano e nella Sunna (§ 4) che stabiliscono i parametri della buona governando islamica. Essi raccomandano che i mezzi di informazione contribuissero a promuovere e sostenere le cause della ummāh e i valori dell'islam mentre l'OCI si impegna in forme di solidarietà con le minoranze musulmane e le comunità di immigrati nei paesi non musulmani e collabora con le organizzazioni internazionali e regionali per garantire i loro diritti nei paesi stranieri. L'OCI si impegna inoltre a stimolare i nobili valori dell'islam, a preservarne i simboli e la loro eredità comune e a difendere l'universalità della religione islamica, in termini più chiari, la diffusione universale dell'islam (da'wah). Si impegna a inculcare i valori islamici nei bambini musulmani e a sostenere le minoranze e le comunità di immigrati musulmani all'esterno degli stati membri al fine di preservarne la loro dignità, identità culturale e religiosa e i loro diritti. Affermano il loro sostegno alla Palestina con capitale Al-Quds, Al-Sharif, il nome arabizzato di Gerusalemme. L'OCI sostiene tutti i movimenti musulmani di lotta come quello del popolo turco di Cipro, in Sudan, in Cina, dei Palestinesi, condanna l'occupazione dell'Armenia in Azerbaigian, del Jammu e Kashmir, l'oppressione dei musulmani in Grecia, in Myanmar, in Caucasia, in Thailandia, in India e nelle Filippine. Sulla scena della politica internazionale, l'OCI ha creato vari comitati per coordinare le iniziative e la politica in campo politico, economico, sociale, religioso, mediatico, educativo e scientifico sul piano interstatale degli paesi musulmani e internazionale. Gli obiettivi strategici della Carta sono tesi a: «Assicurare una partecipazione attiva degli stati membri [dell'OCI]al processo mondiale di presa di decisione nei campi della politica, dell'economia e del sociale, al fine di garantire i loro interessi comuni» (I-5); e a «promuovere e difendere posizioni unificate sulle questioni di interesse comune nei forum internazionali». Fra i suoi obiettivi, la Carta dell'OCI elenca la diffusione, la promozione e la preservazione degli insegnamenti e dei valori islamici, la diffusione della cultura islamica e la salvaguardia del patrimonio islamico (I-11); la lotta alla diffamazione dell'islam, la preservazione dei diritti, della dignità e dell'identità religiosa e culturale delle comunità e delle minoranze musulmane negli stati non membri (I-16). Questo punto indica la tutela sugli immigrati musulmani all'estero e le pressioni esercitate dall'OCI, attraverso il canale dei dialoghi e dell'Alleanza delle Civiltà, sui governi dei paesi di accoglienza non musulmani. Essendo un'organizzazione musulmana religiosa, come lo dice pure essa stessa, l'OCI dichiara essere l'organo rappresentativo del mondo musulmano. Rivendica la sua solidarietà con tutte le minoranze musulmane che abitano negli stati non membri dell'OCI (vale a dire i paesi non musulmani). Per queste minoranze, l'OCI domanda il godimento degli diritti dell'uomo elementari, fra cui la protezione dell'identità culturale, il rispetto delle loro leggi in modo da proteggersi contro qualsiasi forma di discriminazione, oppressione ed esclusione, il salvataggio del patrimonio culturale dei musulmani negli stati non musulmani. L'OCI considera suo compito proteggere il diritto alla cultura, alla religione e all'identità culturale degli immigrati musulmani e di promuoverli nelle sfere del potere, di autorità e di influenza. Onde assicurare la protezione delle minoranze musulmane immigrate e stabilite in Occidente, e preservarne l'identità, l'OCI ha deciso di internazionalizzare la lotta all'islamofobia attraverso la cooperazione fra l'OCI e le altre organizzazioni internazionali come le Nazioni Unite, l'Unione Europea, il Consiglio d'Europa, l'OSCE, l'Unione africana e così via. Anche in questo caso la politica dell'Unione Europea intesa a sostenere «la legalità internazionale» dell'ONU rinforza in realtà il controllo mondiale dell'OCI che predomina in tutte le istituzioni internazionali. Ma la priorità politica dell'OCI è naturalmente la distruzione di Israele e l'islamizzazione di Gerusalemme. L'OCI prevede di trasferire la sua sede da Gedda (Arabia Saudita) a al-Kuds, la Gerusalemme islamizzata. Come l'OCI ha i caratteri di uno califfato universale, la Gerusalemme ebraica e cristiana diventata al Kuds e sarà la sede dove la sharia governerà, come a La Mecca, Gaza e i luoghi tenuti dai Talebani. Questa strategia si sviluppa in associazione con molte chiese e l'Europa. L'OCI vuole che l'eliminazione di Israele sia fatto come un atto di profondo odio dall'insieme del pianeta, ma specialmente dagli Occidentali. In altre parole vuole che siano i Cristiani che distruggano la radice della loro spiritualità. Questo sarebbe un altro parricidio dopo la Shoah. La propaganda globale di odio contro Israele che si manifesta nei canali occidentali con l'argomento della vittimologia e l'innocenza palestinese proviene dell'OCI. L'Europa palestinizzata, e volontariamente colpevolizzata, continua a dare sostegno, finanziario, diplomatico, politico e mediatico alla Palestina e a promuovere l'emergenza del Califfato universale a al-Kuds sulle rovine dell'antica Gerusalemme.
http://perilmioquartiere.wordpress.com/2012/01/06/il-califfato-mondiale/
Perilmioquartiere Comitato Riprendiamoci il quartiere. Il primo quotidiano on-line del 2° Municipio – Roma info: perilmioquartiere@hotmail.it

jhwhpantocrator

MERKEL TROIKA -- LA TUA Timoshenko, manderà a puttane, il vostro complotto CIA cecchini NATO spa NwO FMI Bildenberg WWIII! .. rimettetela subito in galera!

jhwhpantocrator

Il purgatorio raccontato da chi ci è stato [ ma, i cristiani biblici fondamentalisti, nati di nuovo, hanno la loro posizione nella Trinità, e questa posizione, impedisce loro di andare in Purgatorio, a prescindere dal GRANDE, numero dei loro peccati, CHE NON SONO STATI ESPIATI! TUTTAVIA, TUTTE LE PERSONE RELIGIOSE SANTE, ANDRANNO IN PURGATORIO! ] Varie persone hanno vissuto questa esperienza e l'hanno raccontata in modo dettagliato. Portaluz. 12.05.2014 // STAMPA. La tradizione liturgica ha esposto fin dall'inizio dei tempi l'esistenza di una condizione in cui le anime si trovano dopo la morte e si purificano per poter raggiungere in seguito la gloria piena. È il Purgatorio, termine che deriva dal latino "purgare" e che è definito nel Catechismo della Chiesa Cattolica come uno stadio intermedio in cui si trovano "coloro che muoiono nella grazia e nell'amicizia di Dio, ma sono imperfettamente purificati" (n. 1030). Questa purificazione che perfeziona la liberazione è una realtà escatologica, verità di fede proclamata fin dai primi tempi del cristianesimo, affermata da santi, papi e dalla testimonianza della Vergine Maria in alcune delle sue apparizioni. [[ Un "fuoco d'amore". ]] Benedetto XVI ha affrontato questo dogma di fede in una catechesi del gennaio 2011 in cui ha precisato che il Purgatorio non è tanto uno "spazio", ma un "fuoco interiore", che purifica la persona e la rende capace di contemplare Dio. In quella occasione, il pontefice si è avvalso delle parole pronunciate secoli prima da Santa Caterina da Genova, che trasmette nella sua opera "Trattato del Purgatorio" una rivelazione particolare; esperienza mistica in cui descrive che "l'anima separata dal corpo, non trovandosi in quella purezza nella quale fu creata, e vedendo in sé l'impedimento che non le può essere levato se non per mezzo del Purgatorio, presto vi si getta dentro". Con straordinaria precisione, questa donna vissuta nel XVI secolo descrive questa esperienza che l'ha portata a rinnegare la vita mondana che aveva condotto fino a quel momento, iniziando un apostolato di cura dei malati per amare in loro Cristo. "Non credo esista felicità paragonabile a quella di un'anima del Purgatorio, tranne quella dei santi del Paradiso. E ogni giorno questa gioia aumenta per influsso di Dio nelle anime e tende ad aumentare, perché ogni giorno consuma ciò che impedisce tale influsso". [[ Dottrina di fede ]] La certezza del Purgatorio nasce nella Sacra Scrittura, e in seguito i Dottori della Chiesa – come Sant'Agostino, Gregorio Magno e San Crisostomo – hanno formulato un'estesa e arricchente dottrina di fede. Queste posizioni sul Purgatorio sono state sostenute dai sacri concili di Firenze, del 1439, e di Trento, del 1563, ma sono anche corroborate dalle testimonianze di decine di persone che parlano dell'esistenza di anime che cercano la piena comunione con Dio. Una di queste preziose testimonianze è quella di Santa Maria Faustina Kowalska, religiosa polacca canonizzata nel 2001 da papa Giovanni Paolo II. Visse la sua vocazione all'inizio degli anni Trenta del Novecento ed è stata testimone di varie apparizioni di Gesù nell'invocazione della Misericordia. È stato lo stesso Figlio di Dio a rivelarle ciò che la santa narra nel suo diario. Faustina riferisce di aver visitato il Purgatorio guidata dal suo angelo custode: "Mi trovai in un luogo nebbioso, invaso dal fuoco e, in esso, una folla enorme di anime sofferenti. Queste anime pregano con grande fervore, ma senza efficacia per se stesse: soltanto noi le possiamo aiutare. Le fiamme che bruciavano loro, non mi toccavano. Il mio Angelo Custode non mi abbandonò un solo istante. E chiesi a quelle anime quale fosse il loro maggior tormento. Ed unanimemente mi risposero che il loro maggior tormento è l'ardente desiderio di Dio. Scorsi la Madonna che visitava le anime del purgatorio. Le anime chiamano Maria 'Stella del Mare'. Ella reca loro refrigerio. Avrei voluto parlare più a lungo con loro, ma il mio Angelo Custode mi fece cenno d'uscire. Ed uscimmo dalla porta di quelle prigione di dolore. Udii nel mio intimo una voce che disse: 'La mia Misericordia non vuole questo, ma la giustizia lo esige'". L'amico di padre Pio che è stato in Purgatorio. Fra' Daniele Natale era un sacerdote cappuccino che si dedicava alla missione in terre ostili durante la II Guerra Mondiale. Soccorreva i feriti, seppelliva i morti e metteva in salvo gli oggetti liturgici. Svolgeva in questo contesto la sua missione quando nel 1952, nella clinica "Regina Elena", gli venne diagnosticato un cancro alla milza. Con questa triste notizia andò da padre Pio, suo amico e guida spirituale, che lo spinse a curarsi. Fra' Daniele si recò a Roma e incontrò lo specialista che gli avevano raccomandato, il dottor Riccardo Moretti. Il medico all'inizio non voleva operarlo, perché era sicuro che il paziente non sarebbe sopravvissuto. Alla fine, tuttavia, spinto da un impulso interiore, decise di ricoverarlo. L'intervento si svolse la mattina dopo. Fra' Daniele, pur essendo stato sottoposto ad anestesia, rimase cosciente. Provava un grande dolore, ma non lo manifestava. Al contrario, era contento di poter offrire la propria sofferenza a Gesù. Allo stesso tempo, aveva l'impressione che il dolore che stava soffrendo stesse purificando sempre più la sua anima dai peccati. In un attimo sentì che si stava addormentando. I medici, però, affermarono che dopo l'intervento il paziente era entrato in come ed era rimasto in quello stato per tre ore, dopo le quali era morto. Venne emesso il certificato medico della sua morte e i familiari accorsero per pregare per il defunto. Dopo qualche ora, tuttavia, per lo stupore di tutti coloro che si trovavano lì, tornò improvvisamente in vita. [ Tre ore di Purgatorio ] Cosa era successo a fra' Daniele in quel lasso di tempo? Dov'era stata la sua anima? Il religioso cappuccino avrebbe raccontato la propria esperienza del Purgatorio in un libro, del quale riportiamo alcuni passaggi: "Mi presentai dinanzi al trono di Dio. Vedevo Dio, ma non come giudice severo, bensì come Padre affettuoso e pieno di amore. Allora capii che il Signore aveva fatto tutto per amor mio, che si era preso cura di me dal primo all'ultimo istante della mia vita, amandomi come se io fossi l'unica creatura esistente su questa terra. Mi resi anche conto però che, non solo non avevo ricambiato questo immenso amor divino, ma l'avevo del tutto trascurato. Fui condannato a due/tre ore di purgatorio. 'Ma come?, mi chiesi, solo due/tre ore? E poi potrò rimanere per sempre vicino a Dio eterno Amore?'. Feci un salto di gioia e mi sentii come un figlio prediletto. (…) Erano dolori terribili che non si sapeva da dove venissero, però si provavano intensamente. I sensi che più avevano offeso Dio in questo mondo: gli occhi, la lingua... provavano maggior dolore ed era una cosa da non credere perché laggiù nel purgatorio, uno si sente come se avesse il corpo e conosce/riconosce gli altri come avviene nel mondo". "Intanto, non erano passati che pochi momenti di quelle pene e già mi sembrava che fosse un'eternità. Quello che più fa soffrire nel purgatorio non è tanto il fuoco, pur tanto intenso, ma quel sentirsi lontani da Dio, e quel che più addolora è di aver avuto tutti i mezzi a disposizione per la salvezza e di non averne saputo approfittare. Pensai allora di andare da un confratello del mio convento per chiedergli di pregare per me che ero nel purgatorio. Quel confratello rimase meravigliato perché sentiva la mia voce, ma non vedeva la mia persona, e chiese: 'Dove sei? perché non ti vedo?'. Io insistevo e, vedendo che non avevo altro mezzo per raggiungerlo, cercai di toccarlo; ma le mie braccia si incrociavano senza toccarsi. Solo allora mi resi conto di essere senza corpo. Mi accontentai di insistere perché pregasse molto per me e me ne andai. 'Ma come? - dicevo a me stesso - non dovevano essere solo due/tre ore di purgatorio?... e sono trascorsi già trecento anni?'. Almeno così mi sembrava. Ad un tratto mi apparve la Beata Vergine Maria e la scongiurai, la implorai dicendole: 'O santissima vergine Maria, madre di Dio, ottienimi dal Signore la grazia di tornare sulla terra per vivere ed agire solo per amore di Dio!'. Mi accorsi anche della presenza di Padre Pio e supplicai anche lui: 'Per i tuoi atroci dolori, per le tue benedette piaghe, Padre Pio mio, prega tu per me Iddio che mi liberi da queste fiamme e mi conceda di continuare il purgatorio sulla terra'. Poi non vidi più nulla, ma mi resi conto che il Padre parlava alla Madonna. Dopo pochi istanti mi apparve di nuovo la Beata Vergine Maria (…) Ella chinò il capo e mi sorrise. In quel preciso momento ripresi possesso del mio corpo, aprii gli occhi e stesi le braccia. Poi, con un movi­mento brusco, mi liberai del lenzuolo che mi copriva. (…) Subito dopo, quelli che mi vegliavano e pregavano, spaventatissimi, si precipitarono fuori dalla sala per andare in cerca di infermieri e di dottori. In pochi minuti la clinica era in subbuglio. Credevano tutti che io fossi un fantasma". Al mattino seguente, fra' Daniele si alzò da solo dal letto e si sedette in poltrona. Erano le sette. I medici passavano in genere per le visite verso le nove, ma quel giorno il dottor Moretti, lo stesso che aveva stilato il certificato di morte di fra' Daniele, era arrivato prima in ospedale. Si mise davanti a lui e con le lacrime agli occhi gli disse: "Sì, adesso credo: credo in Dio, credo nella Chiesa, credo in Padre Pio...". Fra' Daniele ha avuto l'occasione di condividere il volto di Cristo sofferente per più di quarant'anni, fino al 6 luglio 1994, quando è morto all'età di 75 anni nell'infermeria del convento dei frati cappuccini di San Giovanni Rotondo. Nel 2012 si è aperta la sua causa di beatificazione, e oggi è considerato Servo di Dio. [Traduzione a cura di Roberta Sciamplicotti]

CHI NON COSTRUiSCE, IL SUO EDIFICIO: IDEOLOGICO, POLITICO O RELIGIOSO, sulla LEGGE NATURALE: è UN SATANISTA CRIMINALE, LA CUI VITA DEVE ESSERE SUBITO TERMINATA! la legge naturale dice che: 1. "tutti gli uomini, solo la immagine di Dio, 2, "tutti gli uomini, sono uguali, con uguali diritti ed uguali doveri! [ conclusione ] Colui che contraddice questi principi deve essere messo a morte!

Si converte al cristianesimo, condannata a morte cristiana incinta [ PERCHé, ONU CIA OCI, è DIVENTATA UNA MINACCIA, PER LA SOPRAVVIVENZA, DEL GENERE UMANO? PERCHé HANNO RINNEGATO I DIRITTI UMANI? ALLA LUCE DI QUESTA SENTENZA, CHE TIPO, DI DEMONIO CRIMINALE, è UN CRISTIANO PER LA SHARIA? ]. In cella con il primogenito. Secondo la legge islamica il suo matrimonio non è valido e la sua adesione al cristianesimo è "apostasia" Azri Alhaq. 15.05.2014 // STAMPA. In Sudan, un giudice ha condannato a morte per apostasia una donna cristiana incinta all'ottavo mese. Meriam Yeilah Ibrahim, 27 anni, ha gia' un figlio di 20 mesi che si trova con lei in carcere. Il magistrato di un tribunale di Khartum ha stabilito che la donna ha abbandonato la sua fede, in quanto il padre era musulmano, e l'ha anche condannata a 100 frustate per adulterio in quanto sposata con un cristiano con un matrimonio che non e' considerato valido dalla 'sharia'. Il giudice le aveva chiesto di rinunciare alla fede per evitare la pena di morte: "Ti abbiamo dato tre giorni di tempo per rinunciare, ma insisti nel non voler ritornare all'Islam. Ti condanno a morte per impiccagione", ha detto il giudice Abbas Mohammed Al-Khalifa rivolgendosi alla donna con il suo nome musulmano, Adraf Al-Hadi Mohammed Abdullah. La giovane ha reagito senza tradire emozione quando la sentenza e' stata letta. Poco prima, un imam era entrato nella gabbia degli accusati e le aveva parlato per circa 30 minuti. Al termine, lei si e' rivolta al giudice e con calma ha detto: "Sono cristiana e non ho mai commesso apostasia". Secondo quanto ricostruito da un gruppo a tutela dei diritti umani, Christian Solidarity Worldwide, la donna e' nata da padre sudanese musulmano e madre etiope ortodossa; abbandonata dal padre quando aveva 6 anni, Meriam e' stata cresciuta nella fede cristiana. Ma poiche' il padre e' musulmano, e' considerata tale dal diritto sudanese, il che rende nullo il matrimonio con chi non e' musulmano. Secondo il portavoce del gruppo, Kiri Kankhwende, nei casi analoghi di donne incinte, il governo sudanese ha atteso che le donne partorissero prima di eseguire la sentenza capitale. Amnesty International ha definito "ripugnante" che una donna possa essere cnodannata a morte per la sua fede religiosa, o frustata perche' sposata a un uomo di religione diversa. A difesa di Meriam, in attesa della sentenza, erano gia' scese in campo alcune ambasciate occidentali a Khartum. "Chiediamo al governo del Sudan - si legge in un comunicato diffuso in maniera congiunta dalle rappresentanze di Usa, Gb, Canada e Olanda - di rispettare il diritto di liberta' di religione, compreso il diritto di ciascuno di cambiare la propria fede o le proprie credenze, un diritto che e' sancito dal diritto internazionale e dalla stessa Costituzione ad interim sudanese, del 2005". Nel comunicato, si chiedeva anche "alla magistratura sudanese di affrontare il caso della signora Meriam con giustizia e compassione, in linea con i valori del popolo sudanese". http://www.aleteia.org/it/dal-mondo/contenuti-aggregati/si-converte-al-cristianesimo-condannata-a-morte-cristiana-incinta-in-cella-con-il-primogenito-5776525676773376

AL CORSO DI FORMAZIONE SULLA SICUREZZA, SUL POSTO DI LAVORO, CHE, IO HO FREQUENTATO, HANNO DETTO, CHE, IL GOVERNO TURCO SI DOVREBBE DIMETTERE! ] Turchia, un incendio nella miniera ha interrotto i lavori di salvataggio. I lavori di salvataggio nella miniera in Turchia, dove oggi è avvenuta un'altra esplosione, sono stati sospesi a causa dell'incendio nel tunnel, comunicano i media, citando il ministro dell'Energia Taner Yildiz. Secondo il ministro, sotto le macerie ci sono tre minatori, ma le probabilità che siano ancora vivi è molto piccola. In precedenza, il ministro ha confermato che l'incidente nella miniera ha ucciso 299 persone. Il più grande incidente nella storia della Turchia si è verificato il 13 maggio. Secondo i dati preliminari, un corto circuito ha provocato l'incendio e poi un'esplosione. Al momento dell'esplosione nella miniera si trovavano 787 persone. Continuano le operazioni di salvataggio. http://italian.ruvr.ru/news/2014_05_17/Turchia-un-incendio-nella-miniera-ha-interrotto-i-lavori-di-salvataggio-8063/
QUESTO ARTICOLO, RIVELA DUE CONCLUSIONI, 1. Timoshenko, lei sa in anticipo, il risultato delle elezioni truffa! 2. nessuna persona piena di odio, e di risentimento personale e vendicativa, può fare il politico.. io ordino al NWO, di rimettere in galera questo criminale! ] Timoshenko: l'Ucraina dopo le elezioni deve aderire all'UE e alla NATO. La candidata presidenziale ucraina e leader del partito "Patria" Yulia Timoshenko ritiene che l'Ucraina dopo le elezioni presidenziali deve presentare domanda di adesione all'UE e deve essere tenuto il referendum sulla adesione del paese alla NATO. A sua volta il facente funzione del Primo ministro dell'Ucraina Arseniy Yatsenyuk durante un discorso in occasione della celebrazione della Giornata dell'Europa a Kiev ha detto che il governo raccomanda al futuro Presidente di visitare immediatamente Bruxelles e firmare la parte economica dell'accordo d'associazione con l'UE. La Verkhovna Rada dell'Ucraina ha rimosso dal potere il Presidente Viktor Yanukovich, ha cambiato la Costituzione e ha nominato le elezioni presidenziali il 25 maggio. http://italian.ruvr.ru/news/2014_05_17/Timoshenko-lUcraina-dopo-le-elezioni-deve-aderire-allUE-e-alla-NATO-0787/

OCI SHARIA ONU NATO UE USA, SONO CRIMINALI SATANISTI, SENZA NESSUNA POSSIBILITà DI REDENZIONE! ] Op-Ed: The Ability to Go Back is Almost Impossible [ non c'è una opzione alternativa! TUTTI I PALESTINESI DEVONO ESSERE DEPORTATI SUBITO IN SIRIA! ] Published: Tuesday, February 11, 2014 12:00 AM. Is an Israeli Prime Minister going to run over and kill US or NATO peacekeeping troops as Israel tries to re-invade after a rocket attack into Tel Aviv? The deterioration in this region is just astounding; Israel is surrounded by regimes falling apart on all sides.
Generations of Israeli left-wing general military "experts" have based their entire notion of "Peace Process" military strategy on the totally unfounded assumption that if anything goes wrong in the "Palestinian State-to-be", Israel, being "stronger," can re-invade the area. Acccording to these generals' thinking, Israel can expose itself to existential risks from a withdrawal because "Israel can re-invade any time it wants to," suggested as if that would be a simple, clean operation. It's like a medical expert surgeon saying, "I'll cut your leg off to cure your cold, and if it doesn't work, I can always sew it back on." Well, here comes United States Senator Lindsey Graham on January 3, 2014 speaking truth-to-power at a news conference in Jerusalem at the King David Citadel after speaking with Prime Minister Netanyahu. Senator Graham stated the following: "Once you withdraw [from the 'West Bank'], the ability to go back is almost impossible, I really do believe that the idea of withdrawing [from the 'West Bank'] has to be considered in light of Gaza." Senator Graham didn't stop with his security critique there, he continued: "The deterioration in this region is just astounding; Israel is surrounded by regimes falling apart on all sides. The Iranians are marching toward a nuclear capability. Syria is becoming a cancer infecting the whole region. And I yearn for peace. But more than anything else, I yearn for leadership – leadership for my country to be accounted for at a time when the world needs American leadership." Senator Graham is publicly telling Israel what I have privately heard from congressmen, senators, and their staffs for 25 years: "Once Israel retreats from the 'West Bank', Israel can never re-invade the 'West Bank', because the United States and Europe will never let them ever re-invade. If re-invading Gaza is impossible, reinvading the 'West Bank' would be 100 times more impossible. And by the way, Obama is a thousand times worse for Israel than Carter was." How are the US and the EU going to stop the IDF from re-invading? First, of course, there are going to be the US and UN peacekeeping troops in the new "Palestinian State" ostensibly to "protect" Israel. Obama and Kerry aren't telling you is that those troops are really there to "protect" the Palestinians from Israel, not Israel from Palestinian terrorists. Little noticed in Abbas' recent February 2, 2014, "NATO West Bank troops" balloon in the New York Times, was that Abbas wants the NATO troops to protect him, and 'Palestine' against Israel. The Times article stated the following of Abbas' interview about the NATO troops: "'For a long time, and wherever they want, not only on the eastern borders, but also on the western borders, everywhere,' Mr. Abbas said of the imagined NATO mission. 'The third party can stay. They can stay to reassure the Israelis, and to protect us.'"
Why does Abbas want the NATO troops "also on the western borders," of the PA State he is planning? As Abbas said, "To protect us," and stop Israel from re-invading after a terrorist katyusha rocket attack or a 'Gilad Shalit' type kidnapping, that's why! So, the NATO "peacekeeping" troops are at best a double-edged sword for Israel and at worst a one-edge sword to Israel's jugular vein. On a moment's notice, those NATO "friendly" smiling troops can redeploy inside Judea and Samaria and become highly-armed lines of "enemy" troops along the Green line. Is an Israeli Prime Minister going to run over and kill US or NATO peacekeeping troops as Israel tries to re-invade after a rocket attack into Tel Aviv? And to make matters worse, the same EU countries who are threatening Israel with an "EU boycott" are the countries that make up NATO, whose troops would be guarding the Green Line from an Israeli re-invasion. So, if the EU is inimical to Israel now with their "boycott," imagine what boycott the EU will impose on Israel when their troops are killed in an Israeli re-invasion of Judea and Samaria. By hawking the "boycott" threat, the Livnis and Lapids of the world are playing with virulent anti-Israel chess players! Then there is, of course, the UN Security Council. If Israel is even mobilizing in a day, or two, for re-invasion, then in hours, if not minutes, the UNSC will fire off explicit enforceable sanction resolutions. Can Israel rely on Obama or any other US president to protect them in the UNSC against a post-retreat Chapter VII Resolution with a veto? In fact, based on Obama's inglorious and virulent anti-Israel record, Israel can rest assured the US will vote for the anti-Israel UNSC Chapter VII resolution along with paralyzing sanctions. Now, one can argue that if Israel doesn't cave now, or soon, the US will ultimately agree to impose UN Chapter VII actions anyway. I don't think so because all hell would break loose with US Jews. But, okay; let's compare apples-to-apples. Let's compare a pre-retreat UN Chapter VII, and post-retreat UN Chapter VII scenarios against Israel. Would Israel rather have to deal with a Chapter VII UN action scenario with the militarily-inert 'West Bank' under its current pre-retreat status quo control, or with a post-retreat Palestinian State that is loaded with Katyushas and anti-tank missiles,actively firing them into Tel Aviv and Jerusalem? In a pre-retreat Chapter VII context, Israel has breathing room, and its economy isn't paralyzed with ball-bearing war-headed Katyushas blowing up El Al 747s parked on the tarmac of Ben Gurion. In the post-retreat Chapter VII crisis with rockets falling everywhere, and the UNSC enacting an anti-Israel SWIFT sanction resolution, it would be game-over for Israel. As a tragicomic example of the left-wing generals "re-invasion" plan, take General Amos Yadlin, former head of Israeli Military Intelligence, current head of INSS, Israel's pre-eminent "think-tank." About two years ago Gen. Yadlin was just finishing his stint at the Washington Institute. I entered his office akimbo, with my shoulders full of maps and plopped my 3d topographic map down between us. I didn't waste time. I took out my neon Katyushas rocket piece and said in effect, "a demilitarized Palestinian state is a military fraud because with one Katyushas rocket from the West Bank into Tel Aviv, Israel's finished." Yadlin waved me away as if I was a gnat and proclaimed, "One Katyusha rocket into Tel Aviv, and we'll re-invade the whole West Bank." I smilingly responded, "So, you think just like that Israel can re-invade the entire West Bank? Hmm." I continued, "You're very, very brave, general!! But general, if you're so brave, why don't you schlep with me to the US Senate and we'll both show pro-Israel senators the maps and the Katyushas, and you can tell them that you are going to re-invade the entire West Bank if the Palestinians fired some Katyushas into Tel Aviv. I've been telling senators and congressmen for 25 years that Israeli generals think they can reinvade the West Bank if a rocket is fired or 'something goes wrong,' and for 25 years they have told me one way or the other that the 'US will never let them reinvade if they leave.'" The "brave" Gen. Yadlin paused, and responded, "So, we'll reinvade a part." To which I responded, "Which part, while the rockets are falling?" Yadlin saw he wasn't going to convince me, so we parted amicably. As I left, I said to myself, "Yadlin wasn't a general of Israel, he was a general of Chelm. Only a general of Chelm could say that." In conclusion, Israeli left-wing generals' stated delusions that Israel can retreat from the 'West Bank' are inextricably based solely on the delusion that if something bad happens from the 'West Bank', Israel can always reinvade. Senator Graham has put a stake through the heart of that delusion. Hopefully, Israeli politicians will understand what Senator Graham said and base their policies on the real world, not on delusion. But realistically, the Dracula of the left-wing "re-invasion" delusion controls the entire Israeli opposition's "peace" cultism. Until this delusion is totally eradicated, Israel is at risk of national suicide. For more information, please visit www.marklangfan.com

my JHWH -- nessuno, in tutto il mondo, riesce ad esprimere la sua gratitudine, verso di me, come, gli ebrei riescono a fare: " siano benedetti! "

jhwhpantocrator

Netanyahu Warns of Iran- N. Korea Nuclear Cooperation! Netanyahu tells Japanese press root cause of PA conflict is recognition of Jewish state, 'no new settlements in 20 years.' By Ari Yashar 5/14/2014, Binyamin Netanyahu and Japanese PM Shinzo Abe. ] Prime Minister Binyamin Netanyahu warned that Iran "would share whatever (nuclear) technology it acquired with North Korea," in an interview with one of Japan's leading newspapers on Tuesday. Speaking to Mainichi Shimbun during his visit to the country, Netanyahu remarked that in the ongoing negotiations with world powers, Iran is seeking "the capacity to make nuclear weapons. ...The outcome, if that happens, would be very bad, and it would be like North Korea." When asked about the sharing of intelligence material between Israel and Japan regarding Iran and North Korea, Netanyahu acknowledged "we have close consultations, I would say, and I think that's only natural."
jhwhpantocrator

Livni Meets Abbas in London [ i farisei anglo-americani, FMI 322 NWO, hanno messo Israele sotto l'ombra della morte! UNIUS REI, HA LA MISSIONE, divina, DI SOLLEVARE LA CAUSE DISPERATE! ] Justice Minister Tzipi Livni meets PA Chairman, expresses Israel's dissatisfaction with the unity pact he reached with Hamas.By Elad Benari, Canada: 5/16/2014, Justice Minister Tzipi Livni, who is in charge of the negotiations with the Palestinian Authority (PA), met in London with PA Chairman Mahmoud Abbas, Channel 2 News reported on Friday. According to the report, the meeting between the two took place on Thursday, and Livni expressed to Abbas Israel's dissatisfaction with the unity pact he reached with Hamas. The meeting was the first between Abbas and a senior Israeli official since Israel pulled out of the peace talks in response to the Hamas-Fatah unity pact. According to Channel 2 News, Prime Minister Binyamin Netanyahu was informed in advance about the meeting and was unhappy about it. On Thursday, Livni had also met with U.S. Secretary of State John Kerry, who brought the two sides together for talks last July. Officials in Washington emphasized the surprise meeting happened because Kerry and Livni both happened to be in London at the same time and that it "provided an opportunity for them to catch up since the pause in the negotiations." Kerry's meeting with Livni came one day after he met PA Chairman Mahmoud Abbas in London for what was described as "informal talks". Despite the talks breaking down, Kerry has always remained optimistic that they will restart. His spokeswoman has denied that Kerry's efforts to secure a peace treaty had failed, saying instead that the talks are in a "moment of transition". Secondo il rapporto , l'incontro tra i due ha avuto luogo il Giovedi , e Livni ha espresso insoddisfazione di Abbas, Israele con il patto di unità ha raggiunto con Hamas. L'incontro è stato il primo tra Abbas e un alto funzionario israeliano da quando Israele ha tirato fuori dei colloqui di pace in risposta al patto di unità Hamas - Fatah . Secondo Channel 2 News, primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu è stato informato in anticipo la riunione ed era infelice su di esso. Giovedi ', Livni aveva anche incontrato con il segretario di Stato americano John Kerry , che ha portato le due parti insieme per i colloqui dello scorso luglio. I funzionari di Washington hanno sottolineato l' incontro a sorpresa avvenuto perché Kerry e Livni sia capitato di essere a Londra , allo stesso tempo , e che " ha fornito l'occasione per loro di recuperare il ritardo in quanto la pausa nei negoziati. " Incontro di Kerry con Livni è venuto un giorno dopo incontrò PA Presidente Mahmoud Abbas a Londra per quello che è stato descritto come "colloqui informali" . Nonostante i colloqui abbattere , Kerry 322 satanista, è sempre rimasto ottimista, che verrà riavviato. Il suo portavoce ha negato che gli sforzi di Kerry per garantire un trattato di pace avevano fallito , dicendo invece che i colloqui sono in un " momento di transizione " .

ONU, ipocrita, nazi Sharia OCI, truffa sharia diritti umani ] preoccupata per la violenza contro le donne nella PA L'organizzazione delle Nazioni Unite per le donne il Venerdì denigrato i tassi crescenti di violenza contro le donne in dell'Autorità palestinese, dopo che una donna è stato ucciso questa settimana, portando il totale dell'anno finora a 14. Women in Palestina ha detto in un comunicato citato dall'agenzia di stampa Ma'an che l'organizzazione è "seriamente preoccupata" per l'uccisione, sottolineando che "il preoccupante aumento del tasso di femminicidio, da 13 nel 2012 a 28 nel 2013, dimostra un diffuso senso di impunità a uccidere le donne. " UN Concerned Over Violence Against Women in the PA
The UN organization for women on Friday decried the rising rates of violence against women in the Palestinian Authority, after a woman was slain this week, raising the year's total so far to 14. UN Women in Palestine said in a statement quoted by the Ma'an news agency that the organization is "seriously concerned" about the killing, highlighting that the "worrying increase in the rate of femicide, from 13 in 2012 to 28 in 2013, demonstrates a widespread sense of impunity in killing women."

NON CI PUò ESSERE UN ACCORDO CON I NAZISTI SHARIA OCI ONU! ] perché, un accordo, sia, o possa essere, legalmente valido, le due parti contraenti, devono avere il principio della reciprocità, dignità, diritti umani, libertà di religione! quindi, gli insediamenti continueranno, finché, JHWH stabilirà chi deve vivere, e chi deve morire! ] In an unusually blunt speech to the Washington Institute for Near East Policy, Indyk insisted that both sides were "not serious" about peace, but went on to say blame Israel for purposely torpedoing the talks by announcing new construction.

U.S. President Barack Obama, TRADITORE, sees Israel as being responsible for the failure of the recent peace talks with the Palestinian Authority (PA), according to a senior official in Washington who was quoted by the New York Times on Friday. [ answer ] non verranno rilasciati più, mai più, prigionieri palestinesi, finché, non verranno rilasciati, i due soldati israeliani, che loro hanno catturato! NESSUN ACCORDO è GIURIDICAMENTE POSSIBILE, SE, ISRAELE NON VIENE RICONOSCIUTO GIURIDICAMENTE

invito tutti i Governi del mondo, a fornire punti di approvvigionamento alle navi militari Russe! ] La Russia non ha intenzione di creare basi navali in America Latina, ha dichiarato il ministro degli Esteri russo Sergej Lavrov nell'intervista ai giornalisti televisivi russi. "Non ci saranno basi, non ci servono. La nostra flotta deve navigare tutti gli oceani esistenti e prevedere punti d'assistenza e manutenzione, dove è possibile rifornirsi di carburante, rilassarsi, fare alcune piccole riparazioni", ha detto Lavrov. In precedenza, il ministro della Difesa russo Sergej Shoigu ha dichiarato che Mosca sta discutendo con il Nicaragua, i partner venezuelani e cubani le prospettive per la conclusione degli accordi sui punti di logistica della Marina russa sul loro territorio. http://italian.ruvr.ru/news/2014_05_17/Lavrov-la-flotta-russa-deve-navigare-lungo-tutti-gli-oceani-6233/

FARNETICANTE CRIMINALITà, MENZOGNA ASSOLUTA! ECCO COSA SIGNIFICA GODERE DEL MONOPOLIO DEL DENARIO, POI, SI OTTIENE OGNI ALTRO MONOPOLIO, E DI CONSEGUENZA IL MONOPOLIO DELLA VERITà! hanno fatto dei delitti immensi contro, la democrazia e poi, supportano i fascisti di Maidan, questa CIA USA UE Bildenberg Merkel, è un crimine assoluto.. la distorsione pervertita di ogni verità! ] Obama e Hollande minacciano la Russia di nuove sanzioni. Il Presidente degli Stati Uniti Barack Obama e il suo collega francese Francois Hollande nel corso di una conversazione telefonica si sono espressi a favore dell'introduzione di ulteriori misure restrittive nei confronti della Russia in relazione alla situazione in Ucraina."Il Presidente Obama GENDER ha elogiato il governo ucraino ( di nazi fascisiti cecchini CIA ) per, i suoi sforzi nell'unire il Paese, attraverso, le elezioni presidenziali libere e disoneste del 25 maggio, che, porterà ad un processo globale di riforma costituzionale", si dice nel comunicato della Casa Bianca. [[ COME UN GOVERNO DI MAIDAN KIEV, PUò PREPARARE CREDIBILI CONSULTAZIONI ELETTORALI, PER IL 50% DEL PAESE, CHE ESCLUSO dal Governo, E CHE HA REPRESSO, FINAnCO, AD ABOLIRE LA LINGUA RUSSA? QUALE DEMOCRAZIA è possibile, CON LA CENSURA SULLE TV RUSSE?]]
Gli Stati Uniti hanno avvertito la Russia che le sanzioni possono essere imposte contro i singoli settori dell'economia russa, se Mosca cercherà di far fallire le elezioni presidenziali in Ucraina.
http://italian.ruvr.ru/news/2014_05_17/Obama-e-Hollande-minacciano-la-Russia-di-nuove-sanzioni-0193/

poiché, voi avete già deciso per la guerra mondiale, perché, voi cecchini CIA Maidan Merkel TROIKA, voi non fate entrare l'Ucraina anche nella NATO? ]
Commissario l'UE: l'Ucraina potrà completare l'associazione con l'Unione Europea.
L'Ucraina può firmare la parte economica dell'accordo dell'associazione con l'Unione Europea dopo la firma di tali accordi tra l'UE, la Georgia e la Moldavia del 27 giugno, ha comunicato ai giornalisti alla conferenza stampa a Kiev il commissario europeo per l'Allargamento Stefan Fule. novembre 2013 il Consiglio dei ministri dell'Ucraina ha sospeso la preparazione dell'accordo dell'associazione con l'UE. Dopo il cambio di potere in Ucraina il summit dell'UE ha deciso di dividere l'accordo dell'associazione in 2 parti. A marzo 2014 le parti hanno firmato la sua parte politica e la parte economica Kiev spera di firmar la dopo le elezioni presidenziali in Ucraina che si terranno il 25 maggio.
http://italian.ruvr.ru/news/2014_05_17/Commissario-lUE-lUcraina-potra-completare-lassociazione-con-lUnione-Europea-4614/

my JHWH -- anni fa, io ho difeso, questo Il principe Harry, da qualcuno, che, in internet, lui diceva che, Il principe Harry era l'Anticristo! ma, tutti coloro che, tacciono, di fronte alla perdita della nostra sovranità monetaria e di fronte al complotto del regime massonico, sono come tanti anticristi, realmente!
Il principe Harry HA DETTO CHE NON è UN SUO PROBLEMA IL REGIME MASSONICO BILDENBERG, E LA SCHIAVIZZAZIONE DEI POPOLI A MOTIVO DELLA PERDITA TRUFFA, CRIMINE DI ALTO TRADIMENTO, DELLA NOSTRA SOVRANITà MONETARIA! ]] visiterà le esercitazioni militari della NATO in Estonia. Il principe Harry, che si trova in Estonia, in chiave anti Russia
jhwhpantocrator

Il principe Harry HA DETTO CHE NON è UN SUO PROBLEMA IL REGIME MASSONICO BILDENBERG, E LA SCHIAVIZZAZIONE DEI POPOLI A MOTIVO DELLA PERDITA TRUFFA, CRIMINE DI ALTO TRADIMENTO, DELLA NOSTRA SOVRANITà MONETARIA! ]] visiterà le esercitazioni militari della NATO in Estonia. Il principe Harry, che si trova in Estonia, visiterà oggi le più grandi esercitazioni militari della NATO, svolte nel territorio del Paese. Alle manovre parteciperanno 6 mila soldati provenienti da Paesi membri della NATO, tra cui 100 britannici.
Il viaggio del principe Harry in Estonia è considerato come un segno di sostegno da parte dell'Occidente sullo sfondo delle preoccupazioni, nate negli Stati baltici, in relazione alla crisi in Ucraina. Il principe precedentemente ha visitato il monumento della Vittoria nella Guerra di Indipendenza (Guerra estone di indipendenza), ha anche incontrato i soldati estoni e le vittime della missione della NATO in Afghanistan. http://italian.ruvr.ru/news/2014_05_17/Il-principe-Harry-visitera-le-esercitazioni-militari-della-NATO-in-Estonia-3847/

NAZI TRUPPEN MERKEL, E L'ORMAI, IMPOSSIBILE GOVERNO DI UNITà NAZIONALE.. I NAZI FASCISTI CIA TROIKA MAIDAN, SONO PARTITI CON IL PIEDE NAZISTA SBAGLIATO! ] Le truppe ucraine hanno distrutto il ponte a Slavyansk. Durante la notte le truppe ucraine hanno distrutto il ponte ferroviario nel centro abitato Andreevka nella periferia di Slavyansk, ha comunicato ai giornalisti il "Sindaco del Popolo" della città Vyacheslav Ponomarev. "Di notte i militari ucraini hanno eseguito un massiccio bombardamento di mortai e di shrapnel del centro abitato Semenovka, inoltre è stato bombardato e distrutto il ponte ferroviario ad Andreevka", ha detto Ponomarev. Nel frattempo a Kramatorsk, controllata dai sostenitori della federalizzazione dell'Ucraina, la situazione rimane stabile.
Kiev sta svolgendo una massiccia operazione militare nella parte orientale dell'Ucraina, dove continuano le proteste dei sostenitori della federalizzazione del Paese. http://italian.ruvr.ru/news/2014_05_17/Le-truppe-ucraine-hanno-distrutto-il-ponte-a-Slavyansk-1328/

jhwhpantocrator

GMOS MICRO-CHIP, satanisti CIA 322 FARISEI NWO, ONU SHARIA ed islamici, SALAFITI, OCI LEGA ARABA, questa è l'era dei mostri.. LA FINE DELLA CIVILTà EBRAICO-CRISTIANA! ] 9 febbraio, Ibridi tra esseri umani e animali sono una catastrofe dei nostri giorni. scienziati in diversi paesi stanno creando fantasiosi ibridi tra esseri umani e animali che possono seminare il panico nella società. Soltanto negli ultimi 10 anni il progresso nel campo dell'ingegneria genetica ha sbalordito gli scienziati e i semplici osservatori. Oggi la creazione delle nuove forme di vita è a portata di mano perfino per gli studenti a casa. Le leggi non fanno in tempo a seguire i giochi degli scienziati. Tuttavia gli scienziati di tutto il mondo aspettano soltanto il momento opportuno per svelare al mondo la loro nuova creatura – scoprire ciò che fino a poco tempo fa sembrava una pura fantasia.
Nello stesso tempo queste nuove forme di vita non sono illegali, ma possono rappresentare un pericolo per la società. E' impossibile prevedere ciò che accadrà se cominceranno a moltiplicarsi. A modo d'esempio si può citare il seguente caso: gli scienziati hanno creato topi con cromosoma umano artificiale.
http://italian.ruvr.ru/2014_02_09/Ibridi-tra-esseri-umani-e-animali-sono-una-catastrofe-dei-nostri-giorni-2583/
jhwhpantocrator

Per un islam tollerante [ tutte le criminali menzogne dell'ONU, OCI CIA nazi sharia, ipocrisie menzogne per preparare lo sterminio del genere umano, infatti nessuna parola è detta contro il nazismo della Sharia! ]
A Fes i sufi celebrano il duecentesimo della morte del fondatore della confraternita Tariqa Tijania. 17 maggio 2014. Più di un migliaio di seguaci della confraternita sufi "Tariqa Tijania", provenienti da una cinquantina di Paesi, si sono incontrati a Fes, in Marocco, per celebrare il 200° anniversario della morte del fondatore della confraternita, Sheikh Sidi Ahmed Tijani, e promuovere "un Islam tollerante". La capitale spirituale del regno ospita il mausoleo di Sheikh Sidi Ahmed Tijani, fondatore nel XVIII secolo di questa confraternita che vanta milioni di seguaci in tutto il mondo, in particolare in Africa. Per la terza volta — dopo il 2007 e il 2009 — al forum Tariqa Tijania, hanno preso parte centinaia di persone, tra cui maestri sufi, studiosi e ricercatori. Secondo il quotidiano marocchino "Economist" si tratta «probabilmente del più grande pellegrinaggio che sia mai avvenuto a Fes». L'incontro è stato caratterizzato dalla recita dei versetti del Corano e da conferenze e laboratori per lo sviluppo di un programma pedagogico, educativo e sociale. «Da questo incontro — ha detto in apertura dei lavori Ahmed Tijani Cherif, sceicco della confraternita — ci aspettiamo che i partecipanti sviluppino una visione chiara per un programma di azione». In un messaggio rivolto ai seguaci, il re del Marocco Mohammed VI, in qualità di "comandante dei credenti", ha elogiato «il ruolo del sufismo nella diffusione della sicurezza spirituale e dei valori dell'amore e della concordia. Bisogna sbarrare la strada ai sostenitori del radicalismo, del terrorismo, del dissenso, dello smembramento e delle dottrine mistificatrici».

jhwhpantocrator

open letter to: OCI, Onu, Arab League -- se, la donna musulmana, che, sposa un cristiano, è dichiarata adultera, e, per questo, merita la pena di morte, sia, per adulterio, che per apostasia. Poi, la donna musulmana per essere adultera, deve intendersi sposata, in precedenza: al vostro satanAllah, o al vostro pedofilo profeta, che, successivamente, loro possono prestare, la donna musulmana, ad un altro musulmano, ma, non la presterebbero mai, di certo, ad un cristiano bastardo dhimmi, destinato all'estinzione? ] La sentenza contro Meriam Yahya Ibrahim Ishaq, la giovane cristiana condannata all'impiccagione perché ritenuta colpevole di apostasia, sta suscitando una mobilitazione internazionale fino ai più alti livelli. Il personale impegno sulla vicenda da parte del segretario generale delle Nazioni Unite, Ban Ki-moon, è stato riferito ieri dal ministro degli Esteri italiano, Federica Mogherini, che lo ha incontrato a New York. Intanto, l'appello contro la sentenza è stato confermato oggi in un'intervista alla Cnn dall'avvocato della donna. Il legale non ha tuttavia potuto precisare i tempi del procedimento, ma ha ricordato che saranno chiamate a pronunciarsi sia la Corte suprema che la Corte costituzionale, come previsto nei casi di condanna capitale.

jhwhpantocrator

cretina Merkel Troika CRIMINALE -- in Ucraina voi avete sbagliato tutto! [ voi non avete protestato quando, il governo Golpe di fascisti, HA MANDATO L'ESERCITO A REPRIMERE, E PUNIRE IL SUO POPOLO, PER SOFFOCARE LA SUA SOVRANITà E PER RIDURLO IN SCHIAVITù.. è VERO CHE VOI BILDENBERG, VOI AVETE FATTO QUESTO IN EUROPA, MA, CI AVETE MESSO 50 ANNI, PERCHé, VOLEVATE SCHIAVIZZARE IL POPOLO DEI RUSSOFONI IN POCHI GIORNI? ] la situazione ora, non è più rimediabile! ma, se, poi è la guerra mondiale che, tu cerchi, " fatti avanti! "

jhwhpantocrator

cretina Merkel Troika CRIMINALE -- in Ucraina voi avete sbagliato tutto! [ voi non avete protestato quando, il governo Golpe di fascisti, NON ha FATTO UN GOVERNO DI UNITà NAZIONALE, ED HA INIZIATO A FARE LA REPRESSIONE DEL 50% DELLA SUA NAZIONE. ] la situazione ora, non è più rimediabile! ma, se, poi è la guerra mondiale che, tu cerchi, " fatti avanti! "

jhwhpantocrator

cretina Merkel Troika PIDOCCHIOSA -- in Ucraina voi avete sbagliato tutto! [ voi non avete protestato quando, il governo Golpe di fascisti, ha NEGATO L'ACQUA ALLA CRIMEA, MENTRE, NON VUOLE PAGARE 3,5 MILIONI DI EURO DI DEBITI DEL GAS. ] la situazione ora, non è più rimediabile! ma, se, poi è la guerra mondiale che, tu cerchi, " fatti avanti! "

jhwhpantocrator
cretina Merkel Troika -- in Ucraina voi avete sbagliato tutto! [ voi non avete protestato quando, il governo Golpe di fascisti, ha fatto la persecuzone del popolo dei russofoni, con il proibire, chiudere, impedire, criminalizzare tutte le televisioni russe, in violazione del pluralismo! voi questo non lo dovevate permettere ma, questo, non lo stanno facendo i russofoni del sud, loro non hanno abolito le televisioni ucraine. ] la situazione ora, non è più rimediabile! ma, se, poi è la guerra mondiale che, tu cerchi, " fatti avanti! "

jhwhpantocrator

cretina Merkel Troika -- in Ucraina voi avete sbagliato tutto! [ voi non avete protestato quando, il governo Golpe di fascisti, ha iniziato a fare la persecuzone del popolo dei russofoni con l'abolire la lingua russa! ma, questo, non lo stanno facendo i russofoni del sud, loro non hanno abolito l'ucraino. ] la situazione ora, non è più rimediabile! ma, se, poi è la guerra mondiale che, tu cerchi, " fatti avanti! "

jhwhpantocrator

cretina Merkel Troika -- in Ucraina voi avete sbagliato tutto! [ voi non avete protestato quando, il governo Golpe ha iniziato a fare i suoi omicidi di Stato! e le sue operazioni ai danni della opposizione! ma, questo, non lo stanno facendo i russofoni del sud, loro hanno portato tutti ai seggi elettorali! ] la situazione ora, non è più rimediabile! ma, se, poi è la guerra mondiale che, tu cerchi, " fatti avanti! "

jhwhpantocrator

cretina Merkel Troika -- in Ucraina voi avete sbagliato tutto! [ voi avete fatto cadere il Governo legittimo, mentre, i fascisti di Maidan? voi non potevate non sapere che loro erano fascisti, che avrebbero escluso dal vostro Governo CIA Golpe un 50% della Nazione!! ma, questo non lo stanno facendo i russofoni del sud, loro hanno portato tutti ai seggi elettorali! ] la situazione ora, non è più rimediabile! ma, se, poi è la guerra mondiale che, tu cerchi, " fatti avanti! "

cretina Merkel Troika -- in Ucraina voi avete sbagliato tutto! [ voi avete fatto cadere il Governo legittimo, mentre, i fascisti di Maidan e la CIA, cercavano i loro 100 cadaverei in ogno modo, sparando sia sulla polizia e sia sui manifestanti!! ma, questo non lo stanno facendo i russofoni del sud! ] la situazione ora, non è più rimediabile! ma, se, poi è la guerra mondiale che, tu cerchi, " fatti avanti! "

cretina Merkel Troika -- in Ucraina voi avete sbagliato tutto! [ voi avete legato le mani al Governo legittimo, mentre, i fascisti di Maidan versavano la benzina, con le catapulte contro la polizia! questo non lo stanno facendo i russofoni del sud! ] la situazione ora, non è più rimediabile! ma, se, poi è la guerra mondiale che, tu cerchi, " fatti avanti! "

cretina Merkel Troika -- in Ucraina voi avete sbagliato tutto! [ voi avete legato le mani al Governo legittimo, mentre, i fascisti di Maidan incendiavano edifici, spaccavano pulman, e valdalizzavano tutto! questo non lo stanno facendo i russofoni del sud! ] la situazione ora, non è più rimediabile! ma, se, poi è la guerra mondiale che, tu cerchi, " fatti avanti! "

Merkel Troika -- in Ucraina voi avete sbagliato tutto! scema, la situazione ora, non è più rimediabile! ma, se, poi è la guerra mondiale che, tu cerchi, " fatti avanti! "
jhwhpantocrator
kerry 322 Bush, farisei rothschild, sono i più grandi criminali della storia del genere umano, per troppi motivi, ( come, avere sostituito il denaro vero di Saddam Hussein, con i dollari falsi, la moneta del debito, così hanno sterminato, 1milione di cristiani in Iraq, e cosa oggi l'Iraq è diventato? ) ma, tutti i loro crimini non sono così gravi, come avere messo Israele, sullo stesso livello della sharia palestinese! ] Actual And Literal Islamic Human Slaughterhouses For Christians Discovered. March 19, 2014/1 Comment/in Christian Persecution /by rcorg. EXCLUSIVE
By Walid Shoebat and Theodore Shoebat. Saif Al-Adlubi told the story when the Egyptian butcher would examine the row of people who were waiting their execution. Al-Adlubi witnessed at least two Armenians who were waiting their turn to be slaughtered since no one paid their ransom, the sum of $100,000 each. "He grabbed the neck of one elderly Armenian Christian", says Al-Adlubi, which the Egyptian butcher was about to slaughter. The Egyptian butcher felt the neck of the Christian Armenian saying "you're an aged man and your neck is soft and I don't have to sharpen my knife for you". Others might be more difficult depending on their physique. Saif Al-Adlubi tells of his miraculous escape to the Turkish village of Rehaniyeh from Syria. He was probably one of the few survivors who sounded the alarm on one of the gruesome systematic human extermination centers carried out by the Takfiri Jihadist group ISIS.
Rescue Christians translated an interview with Al-Adlubi:
(Also see references [here] and from Al-Jazeera [here] and others [here])
The prison centers where the ISIS (Da'ish) controls have become miniatures of what was during the Nazi SS extermination camps, except the ISIS carries out the extermination in a much more horrific way. Da'ish transforms the prisons into kangaroo courts with systematic slaughterhouses and killing centers to exterminate Christians and Muslims who disagree with the Takfiri ideology. Once they are found guilty, the way they deal with the victims was as if they were cattle.
The ISIS stands for The Islamic group of Iraq and Syria. ISIS is also known in Middle East circles as Da'ish. Rescue Christians obtained footage of another slaughterhouse from one Syrian Christian named Kamil Toume to confirm the claims. It all adds up. Toume confirmed what was told by Al-Adlubi and he provided some leaked footage to prove it:
http://www.liveleak.com/view?i=c1c_1395018660
This is the Siba' District Human Slaughterhouse in Homs, Syria.
Rescue Christians aided Toume's plight to escape the fate of his father and sister after they were ritually sacrificed and cremated by Al-Nusra Islamist rebels in Duwair near Homs. We also work in order to rescue Christians from this horror in Syria. Please donate to save the lives of Christians in Iraq and Syria from this unbearable brutality and evil. When you donate, you save a life and fight evil. "You never heard of Umm Muhammad slaughterhouse?" Kamil told us when we asked him to comment on the story of Saif Al-Adlubi. "What do you mean by Umm Muhammad Slaughterhouse"? We asked in unbelief. The footage is from two separate slaughterhouses, one in Bayyada and the other is even 3 years old in Al-Siba'. Slaughterhouses has been going on for 3 years in Syria. Al-Adlubi is Muslim fundamentalist who joined the FSA (Free Syrian Army) and was a militant and a media agent for the FSA. He was captured by Da'ish and tells his horrific tale explaining how he has never experienced or seen such horror under the Assad Regime. He was one of few that made it out when the Syrian militia finally defeated the Da'ish rebels in that specific prison center. "How could I be considered Kafir (heathen) if I pray and fast?" he asked the prison official as he tells his story to several Arabic news agencies. "you are "murtad" [apostate]" answered the official. "I asked him, what is my destiny. I want to get a closure. What is it, a year two years in prison?" "He said in Arabic "Abshir Bithabih", in English, "Rejoice, you will be sacrificed".
According to Dai'sh Islamic theology, he would be sacrificed as a martyr by being slaughtered for his sin. This is not the same fate for Christians who in their view will end up in eternal hellfire. Before he was freed, Al-Adlubi saw the bodies of young men who were systematically slaughtered and disemboweled. "The slaughterhouse was on a hill. It is secluded and is void of any homes nearby" says Al-Adlubi. "I witnessed lifeless bodies hanging upside down as if they were slaughtered sheep," he added. "In the center of the slaughterhouse is a huge Egyptian about two meters high. He was the one doing the slaughtering"
The Egyptian butcher examines the row of the young and old men who were about to be slaughtered: Armenian Christians, Syrian Christians, Shiites and even Sunnis. Each had to be physically examined. They are decapitated from the root of their necks, their chest cavities are opened and disemboweled and hung upside down. The neck of the aged Christian Armenian man was a simple one. The stories told by Al-Adlubi and Toume adds up. Toume sent us some footage that circulated the Syrian community after the human slaughterhouse finally ended, and the ugly remaining evidence was revealed when Umm Muhammad's slaughterhouse in the Siba' district in Homs was busted by Syrian police 3 years ago in August 2011. This was during the infancy of the revolution in Syria. Umm Muhammad's slaughterhouse was not operated by Da'ish but by the FSA (Free Syrian Army) during its infancy. The slaughterhouses were in progress for years and only the future will show the extent of such operations. We have also reported in the past how a rare disease (Kuru) that infected Syrians which can only be contracted as a result of cannibalism. Umm Muhammad was a Sunni woman in charge of dismembering human bodies. In the footage, it can be seen with human bodies being chopped up exactly as is done in a cattle slaughterhouse. What is striking is the way of the superior care in the chipping of the body parts without having clear traces of torture, which indicates that the potential target was to pile the body parts for an unknown reason. The table is the type used in a morgue or in Forensic Medicine.
Al-Adlubi's story also checks out from footage obtained from Al-Bayyada, another slaughterhouse, which Rescue Christians was able to obtain footage from. And just as Al-Adlubi stated, they were hanging upside down, headless, like slaughtered sheep. The heads were removed from the root of the chest cavity just as Al-Adlubi stated when describing how the Egyptian was doing his meticulous methods and how Toume described the Umm-Muhammad slaughterhouse in Al-Siba' district.
http://www.liveleak.com/view?i=8f7_1395016026
This is the Al-Bayada Human Slaughterhouse. Saif Al-Adlubi's nightmare was over when Syrian civilian militia finally swarmed into the Da'ish prison in Edbana. We report this story because of the silence on the systematic killing of Christians, Shiite minorities and even Sunni Muslims in Syria who disagree with the Takfirist theology. The story is reminiscent to the initial reporting on the extermination of European Jewry and other minorities when little coverage was given to the truth in these days.
We predict that history will repeat itself in the case of Christians in Syria and Iraq. When Dr. Gerhart Riegner, the representative of the World Jewish Congress in Geneva, Switzerland, learned what was going on from a German source. Riegner asked American diplomats in Switzerland to inform Rabbi Stephen S. Wise, one of America's most prominent Jewish leaders, of the systematic killing centers. But the State Department, characteristically insensitive and influenced by anti-Semitism, decided not to inform Wise. The rabbi nevertheless learned of Riegner's terrible message from Jewish leaders in Great Britain. He immediately approached Under Secretary of State Sumner Welles, who asked Wise to keep the information confidential until the government had time to verify it. Wise agreed and it was not until November 1942 that Welles authorized the release of Riegner's message. Wise held a press conference on the evening of November 24, 1942. The next day's New York Times reported his news on its tenth page. Throughout the rest of the war, the Times and most other newspapers failed to give prominent and extensive coverage to the Holocaust. In the case for Syria, history is repeating itself. Rescue Christians will do a press release for media interviews to speak to Mr. Toume and the plight of Syrian Christians and how his family were murdered by rebel forces in Syria. The cruelty expressed by the Muslims in the Syrian slaughterhouses is reminiscent to the violence perpetuated by the Ottoman Turks. For example, the Egyptian executioner who told the elderly Armenian man that his neck was soft and easy to cut parallels the hatred which the Ottoman Muslims expressed toward the Armenians. Today we have actual footage on how the extermination of the Armenians was carried out. A German, who was present in the Armenian Genocide, was running an orphanage in the area of Moush where the Turks were conducting their massacres. When he asked a Turkish officer in charge if the Armenian children of the orphanage would be given guaranteed safe passage, the Turk replied: You can take them with you, but being Armenians their heads may and will be cut off on the way. (1)
In the slaughterhouses in Syria, there are countless corpses, all severely mutilated and cut into parts. This is exactly what the Turks did to Christians in their infamous Genocide. Turkish peasants seized entire multitudes of Armenians and cut their bodies into pieces while they were still alive. A letter written by an anonymous source recounts how Turkish farmers cut to pieces a large body of Armenian men with their farming tools: In the valley of Beyhan Boghazi, six or seven hours' distance from the town, they were attacked by a wild horde of Turkish peasants, and, in pursuance of the order, were all massacred with clubs, hammers, axes, scythes, spades, saws — in a word, with every implement that causes a slow and painful death. Some shore off their heads, ears, noses, hands, feet with scythes; others put out their eyes. …The bodies of the victims were left in pieces in the valley, to be devoured by the wild beasts. (2)
William Willard Howard, an eye-witness to the Armenian Genocide, actually described how the Turks mutilated and cut to pieces the bodies of Christians: …the soles of his feet are held before an open fire until the flesh drops off. After that his tongue may be pulled out, or red hot irons thrust into his eyes. If he is not dead by this time he is hacked to pieces with knives. (3) Samuel Gridley Howe, an American who helped the Greek Christians revolt against the Turkish occupation in the 19th century, described the massacre of the Greek Christians by the Turks as a literal slaughterhouse, with severed body parts and decapitated heads being found without number. He described one massacre of a Greek town as such: [T]he Turkish troops gathered round the town, rushed in among the defenseless inhabitants, and begun to butcher all they found. …And a few hours were sufficient for all this; a few hours of rapine and murder had changed the beautiful town to a scene of utter devastation; to a slaughter-house, still steaming with the blood of thousands of all ages, and of both sexes, whose mutilated and headless bodies, lay in every direction about the streets (4). The slaughterhouses in Syria are really centers for ritual human sacrifices. Rescue Christians even obtained footage to prove this as well: http://www.liveleak.com/view?i=6ad_1395015674
In the video, which is filmed at yet another unknown slaughterhouse, the executioner declares this prayer before making the slaughter:
In defense of the Sunnis O Lord, O Lord, We bring these offerings to you, O Lord. Please accept this sacrificial offering, O Lord. O Lord, accept this from us, accept this from us. In the name of Allah. Bismillah (In the name of Allah). Allahu Akbar. The victims could be shot or slaughtered, but one thing is true, these are ritualistic killings. This can be deduced by paralleling the slaughterhouses in Syria to Islamic ideology in regards to shedding Christian blood, which can be observed in historical accounts. For example, Howe, an eyewitness to Turkish violence, recounted that the Muslim Turks "thought the blood of a Christian an acceptable offering to God." (5) Now, in conjunction with this statement, here is an account of John Eshoo, an Assyrian reverend who survived the Assyrian Genocide under the Turks, in which he refers to the carnage as a literal slaughter house and describes how the Muslims butchered the Christians in the same fashion as the system of animal sacrifice during the Islamic fasts:
The fearful place became literally a human slaughter house, receiving its speechless victims, in groups of ten and twenty at a time, for execution. … These helpless Assyrians marched like lambs to their slaughter, and they opened not their mouth, save by sayings "Lord, into thy hands we commit our spirits. The executioners began by cutting first the fingers of their victims, join by joint, till the two hands were entirely amputated. Then they were stretched on the ground, after the manner of the animals that are slain in the Fast, but these with their faces turned upward, and their heads resting upon the stones or blocks of wood Then their throats were half cut, so as to prolong their torture of dying, and while struggling in the agony of death, the victims were kicked and clubbed by heavy poles the murderers carried Many of them, while still laboring under the pain of death, were thrown into ditches and buried before their souls had expired. (6) All of this sadism and cruelty was done in the fashion of an Islamic animal sacrifice, and in the Muslim religion, it is permitted that a human being replace the animal in the sacrificial rituals. This theology of human sacrifice is based upon the very ancient story of Khalid Abdullah al-Kasri, who ritually sacrificed Jaad bin Durham in the place of an animal on the Islamic holiday of The Festival of Sacrifice. He dragged Durham into a mosque, and before spilling his blood, proclaimed: O people, sacrifice, Allah accepted your sacrifices. I am now sacrificing Jaad bin Durham.
The story is accepted as orthodox by several of the most forceful Muslim theologians during the history of Islam like Al-Shafi', Ibin Tayymiya, Bukhari, Dhahabi, Ibin Al-Qiyam, Darami and Ibin Katheer.
This is the reality of Islam, it is a pagan and utterly depraved and sadistic religion. It takes the soul of a man and purges any remnants of human affection from his very being. Look to your own soul, and understand your own obligation to help the Christians from this horror. Please donate to save Christian lives in Syria. (1) Moush: Statement by a German Eye-witness of Occurrences at Moush; communicated by the American Committee for Armenian and Syrian Relief, in Arnold Toynbee, The Treatmen of Armenians in the Ottoman Empire, p. 89
(2) Angora: Extract from a letter, dated 16th September, 1915; appended to the memorandum (doc. 11), dated 15/28th October, 1915, from a well-informed source at Bukarest (3) William Willard Howard, Horrors of Armenia, ch. 1, p. 6 (4) Samuel Gridely Howe, An Historical Sketch of the Greek Revolution, ch. 3, pp. 99-100, brackets and ellipses mine
(5) Howe, An Historical Sketch of the Greek Revolution, ch. 3, p. 100
(6) In Joel Euel Werda, The Flickering Light of Asia: or, the Assyrian Nation and Church, ch. 26, ellipses mine. Tags: arabia, armenian genocide, assad, bible, christianity, christians, Copts, egypt, featured, free syrian army, fsa, God, islamic violence, Jesus Christ, jihad, koran, mccain, muhammad, murder, Muslim Brotherhood, Obama, Persecution, Quran, rape, sharia, slaughter of christians, slaughterhouses, Syria, syria christians persecution
jhwhpantocrator

SATANA BUSH 322 ROTHSCILD - [ imbecilli ] - nel vostro maldestro tentativo di fare questa guerra mondiale nucleare, voi mancate di fantasia! MA, io vi permetto, soltanto, la distruzione della sola LEGA ARABA.
ASSASSINI, IRAN DEVE ESSERE UCCISO PER LA SHARIA, E NON PER IL FALSO ATTACCO NUCLEARE, CONTRO ISRAELE, CHE, PROPRIO IRAN MAI FARà! ] [ Chiuso nuovo ciclo di colloqui tra l'Iran e i "sei" sul nucleare di Teheran 1:24. In Kenya 8 vittime in attentati terroristici 0:17
jhwhpantocrator
nazi truppen kiev merkel barroso, bildenberg troika.. QUESTA è UNA BESTEMMIA CONTRO DIO E CONTRO IL GENERE UMANO!
16 maggio 2014, L'ex cancelliere Helmut Schmidt ha condannato la politica dell'UE. L'ex cancelliere tedesco Helmut Schmidt ha rimproverato i funzionari dell'UE di eccesso di intervento nella politica mondiale.
Lo ha dichiarato durante un'intervista al quotidiano tedesco Bild. Schmidt ha portato come esempio l'intenzione della Commissione europea di firmare un accordo di associazione con l'Ucraina. "Hanno messo di fronte a Kiev la scelta immaginaria tra Oriente e Occidente " dice Schmidt. Egli ha anche condannato l'associazione già preparata con la Georgia.
Il politico tedesco ha ammesso che la situazione attorno all'Ucraina gli ricorda gli eventi di un secolo fa che precedettero l'inizio della prima guerra mondiale.http://italian.ruvr.ru/news/2014_05_16/Lex-cancelliere-Helmut-Schmidt-ha-condannato-la-politica-dellUE-2896/