banchieri e banche


*** Ora, voi penserete o vi aspetterete che io sparerò a zero contro tutte le banche: “anche quella dietro l'angolo di casa tua”, perché complici della truffa del signoraggio?

Niente affatto! Esse sia come aziende, che come operatori del settore, sono danneggiate non solo dal punto di vista umano, ma ancor più sono danneggiate negli utili aziendali, che ben diversi dovrebbero essere, nell'esercizio di un libero mercato e nell'esercizio di un corretto sviluppo aziendale, che proprio il signoraggio inibisce.

*** MI SPIEGO:

1- Se il signoraggio spreme la società come si spreme un limone, alle banche cosa resta se non le piccole briciole della speculazione, ma quasi nessun VERO piano di investimento e progresso sociale! Anzi come monatti devono prendere atto impotenti di un periodo di recessione e regressione di ogni attività legata allo sviluppo, con l'assistere al fallimento di molte attività economiche che si rendono necessariamente inadempienti attraverso il fallimento.

2- Alle banche viene ritagliato un angusto ambito di speculazione, e gli operatori del settore li si costringe a fare gli usurai e li si mortifica sia sul piano umano-morale, che su quello professionale-intellettivo.

*** Sul piano lavorativo con ritmi così stressati e prolungati che arrivano a casa distrutti e svuotati.

**** Sul piano dello sviluppo, non si crea nuova ricchezza e nuovo progresso tecnologico, non si genera il VOLANO VIRTUOSO del progresso.

tutto si appiattisce e si spegne ogni fantasia, ogni innovazione e ogni entusiasmo. INSOMMA, per le banche, il DANNO NON è SOLO UMANO (sia in termini di utilizzo delle intelligenze (creatività) che moralmente (attività speculativa di usura), MA ANCHE e soprattutto ECONOMICO!

Mentre tornavo a casa con il mio nuovo conto corrente

(dell'Associazione per la proprietà popolare della moneta e per la vera sovranità popolare):

IBAN : IT33E0358901600010570347584,

mi dicevo che ero molto fortunato ad avere tanta stima e confidente amicizia, sia dal mio promotore finanziario Tonino Carbonara che dall'Agente Procuratore Buono Vito di Allianz Group.

Si sforzano - come possono – tenendo alta la loro professionalità, di non abdigare mai ai loro alti valori umani, per questo li voglio onorare e attraverso di loro voglio onorare, tutti coloro che lavorano in questo delicato, arido e difficile settore.

* Purtroppo, le cose che si sognano e che si desiderano, sono molte volte diverse da quelle che si è costretti a vivere.

* Questa dicotomia se è vera per tutti, tuttavia è vissuta più dolorosamente per uomini del settore finanziario.

* Se poi qualcuno pensa che si sta comunque meglio con qualche banconota in più in tasca, questo qualcuno della vita vera, non ha capito niente, secondo me!

Quelle rare volte che posso andare a trovarli è per noi sempre una festa, mi rivestono di tanta stima e confidenza, che dopo 12 anni posso dire che mi hanno visto crescere sul piano patrimoniale, ed hanno gioito con me, e hanno trepidato con me, dandomi consigli che mi sono stati utili.

SE HAI AVUTO LA PAZIENZA DI LEGGERMI FIN QUI, ORA TI MERITI UN DONO GRANDISSIMO, UNA GRANDISSIMA EMOZIONE!

Non appena sono entrato in macchina con il nuovo conto corrente, il Signore mi ha dato la percezione intuitiva, ovvero di come sarebbe un sitema bancario nazionale senza il signoraggio.

Banche, che si mettono alla ricerca del miglior investimento e che questo è trovato proprio non in in speculazioni monetarie o di borsa, ma nel campo imprenditoriale assai più stimolante dal punto di vista delle risorse umane e assai più gratificante sul piano degli utili.

La Banca diventa addirittura il volano dello sviluppo tecnologico e produttivo, il volano di una arricchimento sociale generalizzato.

Banche fondative e creative di nuova ricchezza generalizzata e di slancio produttivo, proprio perchè puntano nei settori maggiormente lucrativi, come nella ricerca scientifica, che oggi è considerato come un debito oscuro dei bilanci statali, ma che in realtà, in un libero mercato sarebbe tutto il contrario!

Attraverso studi mirati e indagini di mercato in settori trainanti, vista e analizzata la pluriennale serietà e rettitudine dell'imprenditore che si elegge a destinatario di ingenti somme di denaro, la banca elabora un progetto aziendale, sottopone a riverifica dell'imprenditore stesso, che comunque viene affiancato, supportato e monitorato in tutte le varie fasi del progetto.

Si è la Banca che si assume l'iniziativa di chiamare l'imprenditore e gli comunica che in quello specifico settore ha messo a sua disposizione una somma di 4.000.000 di euro o SIMEK. Tale progetto aziendale viene seguito nei dettagli dalla Banca che non si limita a dare il denaro senza interesse, ma richiederà come compenso il 30% degli attivi di bilancio che quella attività maturerà. Questa è una ricchezza che produce altra ricchezza. Diventa remunerativo addirittura investire nella ricerca e nell'innovazione scientifica, se poi si potrà lucrare sul 90% degli utili che un determinato brevetto maturerà nella sua vendita o nel suo sfruttamento... Ovviamente, questo meccanismo, come ogni altro meccanismo sociale, necessitano di una magistratura efficiente e rapida.
------------------------------------------------------------------
Ecco il “sistema” della truffa signoraggio = su 3 monete del tuo duro lavoro: la prima è invisibile per il signoraggio, la seconda è invisibile per il debito pubblico (tasse, iva, tichet) la terza quella che appare nelle tue mani la devi restituire in parte alle loro multinazionali! Così, insieme ai tuoi figli, da sudditi siete trasformati in schiavi: “carne da cannone”, altro che cittadino e sovranità popolare. Se vuoi “vedere” questa zecca invisibile succhiare il sangue dei tuoi bambini, studia il prof. Auriti e rivolgiti a Rocco Carbone = r.c.tre@virgilio.it che a fronte delle nude spese di supporto, ti invierà dei CD.



RINGRAZIO IL FOLTO GRUPPO DEI MIEI WEB MASTER: IBAN : IT33E0358901600010570347584
senz'altro - jhwhinri@gmail.com ti risponderà!
Postepay : 4023-6004-5553-6625